Protegge, aiuta di più e costa anche poco

di -
0 988

L'idrovolante, nuova opportunità per la vigilanza e il soccorso

Gallipoli. Un idrovolante anfibio  veglierà sulle nostre coste. Sarà più facile, infatti, nel prossimo futuro monitorare i lidi, i parchi costieri e, nel contempo, garantire maggiore sicurezza in mare.

Tutto merito dell’Aviazione marittima italiana che con la collaborazione di Azienda aeronautica Icp, Officine Mazzolari e Scuola italiana volo, Sea Max easy Italia, Simonini Fly e Caroli hotels ha consegnato in comodato d’uso gratuito ai circoli Legambiente di Gallipoli, Porto Cesareo e al Wwf Lecce Riserva “Le Cesine” un idrovolante anfibio. Questo, per il bassissimo impatto ambientale e per la sua versatilità, risulta non solo il mezzo più adatto, ma anche il più economico per assolvere a compiti di vigilanza e di soccorso. Ha infatti costi molto bassi di gestione e manutenzione e si è rivelato, là dove viene usato da tempo, utilissimo per il primo soccorso in mare (dispone di un kit medico e di un medico a bordo) e per aiuto in caso di avaria e di piccole difficoltà meccaniche ed elettriche di natanti.

L’idrovolante sarà anche lo strumento di un progetto pilota con il supporto delle associazioni “I miti del mare” e “Rotte per la sicurezza” portato avanti anche grazie alla professionalità e all’ esperienza dell’ammiraglio Ugo Bertelli, già capitano di vascello dell’”Amerigo Vespucci”.

Commenta la notizia!