Gente che va e viene

by -
0 613

Alezio. “Gente che va, gente che viene – esposizione foto-documentaria sulla emigrazione aletina”: questo il tema scelto dall’associazione “Interferenze” presieduta da Riccardo Botto per una iniziativa tutta calata nel periodo, per Alezio incentrato sull’attesa della festa patronale e dell’antichissima fiera con il ritorno – proprio per questo grande richiamo – di tantissimi emigrati in ogni parte del mondo.

Ve n’è traccia nella bella mostra che è stata presentata il 2 a sera, con immagini, documenti ufficiali e lettere raccolte tra le famiglie aletine che hanno partecipato all’iniziativa con grande collaborazione ed affetto.

Alla serata a Casa Betania, aperta dalla illustrazione dell’iniziativa a cura del presidente Botto, ha partecipato Giancarlo Colella, giornalista e autore del libro “Andata e ritorno”, dedicato ovviamente al movimento migratorio che ha interessatotanta parte del salento e del Sud Italia.

Particolarmente toccanti le fotografie, ingiallite dal tempo, dei funerali dei due minatori aletini morti nella tragedia di Marcinelle in Belgio, Ruperto e Vita (quest’ultimo originario di Racale). La mostra sarà visitabile nei giorni 14-15-16.

Commenta la notizia!