Gattini avvelenati: è allarme a Tuglie. Il Comitato per la tutela dei randagi invoca provvedimenti drastici

Tuglie – Strage di gattini a Tuglie. La segnalazione arriva da contrada Mazzuchi, ovvero da quanti risiedono nella nuova zona che da via Tito Schipa si sviluppa fino alla circonvallazione. Sono stati loro, nei giorni scorsi, ad imbattersi in almeno un paio di cucciolate fatte brutalmente fuori quasi sicuramente in seguito ad avvelenamento. In particolare, ad essere trovati senza vita sono stati dei micetti nati sicuramente tra novembre e dicembre che alcuni abitanti della zona curavano come “gatti di quartiere”. Chissà cosa è andato storto a chi si è reso protagonista di questa che più che una bravata rappresenta un reato penalmente perseguibile. Sta di fatto che quasi tutti i gatti della zona sono stati avvelenati nel giro di qualche giorno. «Purtroppo – fanno sapere dal “Comitato per la tutela dei randagi di Tuglie” – non è la prima volta che si verificano questi reati nei confronti degli animali. Vogliamo ricordare a tutti i cittadini che le colonie feline sono tutelate dalla legge e che sono stanziali quindi è assolutamente vietato spostare, maltrattare e uccidere gli animali. In seguito alle segnalazioni degli abitanti del quartiere è stato fatto un esposto. I volontari chiedono controlli e che si prendano provvedimenti nei confronti di chi uccide gli animali. Chiediamo, infine, che l’Amministrazione comunale di Tuglie proponga iniziative per sensibilizzare i cittadini, a partire dalla scuola, sulla tutela degli animali, anche in collaborazione con i volontari del nostro comitato».

Commenta la notizia!