Gallipoli, “messaggeri di legalità” con barca a vela

AlbamediterraneaGALLIPOLI. Parte la nuova avventura di “Alba mediterranea”, associazione di promozione sociale. È stato presentato nei giorni scorsi il progetto “Alba mediterranea Sailing team-messaggeri di legalità” che vede come partner il consorzio Emmanuel, il Centro servizi volontariato Salento e Assonautica regionale. Obiettivo del progetto la diffusione della legalità tra i giovani “attraverso l’impegno civico e la partecipazione attiva nelle problematiche sociali, la cooperazione in attività di sostegno alle fasce deboli, la promozione di attività che avvicinino i giovani alle stituzioni” La diffusione della cultura della legalità avviene attraverso la velaterapia in tutto il territorio pugliese; le basi nautiche sono quelle di San Foca, Otranto, Leuca, Gallipoli, Porto Cesareo e Brindisi. Giovani a rischio di devianza o svantaggiati sarano trasformati in equipaggi di barche a vela e diventeranno messaggeri di legalità.  I beneficiari diretti del progetto sono 35 giovani dai 16 ai 21, ma accanto a loro ne saranno coinvolti altri 65, dai 18 ai 25, che vivono o hanno vissuto situazioni a rischio di devianza, anche con disabilità fisiche e psichiche non gravi. Beneficiari indiretti i 3mila alunni delle scuole pugliesi  dove avranno luogo incontri di sensibilizzazione alla legalità. Il nucleo centrale del progetto è rappresentato dalla partecipazione a 5 regate veliche  anche internazionali tra cui: Brindisi-Corfù (a giugno); Bari Herceg Novi- Est 105; Gallipoli Triofeo del Rivellino; Gallipoli Trofeo Rotary cup governor, e altre in partenza dalla Puglia.
Info: www.albamediterranea.eu; segreteria organizzativa via Sicilia 21 Lecce  tel fax 320.9014211 martedì e giovedì ore 10-12; alba.mediterranea@libero.it

Commenta la notizia!