Gallipoli, le navi da crociera all’orizzonte

La nave da crociera "Seabourn Spirit" nel porto di Gallipoli - foto di Alessandro Magni

La nave da crociera “Seabourn Spirit” nel porto di Gallipoli – foto di Alessandro Magni

GALLIPOLI. Un flusso di navi da crociera da aprile ad ottobre. Il settore croceristico era assente da anni nel porto gallipolino, ma dalla scorsa stagione si registra un nuovo importante movimento con l’interesse di diversi armatori privati e compagnie. Nell’estate 2014 la “Seabourn Spirit” di nazionalità tedesca e bandiera delle Bahamas, con 200 passeggeri,  è approdata nella città bella ben cinque volte a scadenza regolare.  In queste settimane si stanno fissando le basi per la nuova stagione e ci sono tutti i presupposti per confermare e migliorare i numeri dello scorso anno.

«È ancora presto per parlare di cifre precise – fa sapere Sergio De Luca dell’agenzia marittima – siamo in fase di programmazione. Quel che è certo è che si è creato un buon interesse intorno al nostro porto da parte di navi specializzate in crociere di lusso che si orientano verso mete particolari e richieste specifiche della clientela. Gallipoli è l’unico porto della provincia in grado di far attraccare imbarcazioni di tali dimensioni  e questo è per noi sicuramente un vantaggio perché ciò rende possibile il suo inserimento in rotte turistiche internazionali. La meta è il Salento intero con dei pacchetti di tour organizzati direttamente dalle compagnie che offrono la possibilità di visitare Lecce e gli altri centri della provincia. Ma ciò non esclude che i passeggeri possano scegliere di rimanere nella nostra città. Ciò dipende anche dalla proposta del comparto cittadino». Si tratta infatti di un target di clientela molto esigente.  Non le grandi compagnie che propongono itinerari fissi e scelgono porti  collegati con le infrastrutture ma un  mercato alternativo, rivolto ad un’utenza d’èlite. Il Salento è stato consacrato come la meta più ambita soprattutto a livello internazionale. Non resta che cavalcare l’onda e prepararsi a nuovi approdi.

Commenta la notizia!