Galatone, padre e figlio arrestati per rapina impropria

GALATONE. Dovranno rispondere del reato di rapina impropria, i due galatonesi che questa mattina sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Sannicola, dopo un furto in un’area privata. D.G., 47enne, e il figlio R.G., di 20 anni, sono entrati con un proprio mezzo all’interno di un terreno privato con un’abitazione in costruzione e hanno portato via parte del ponteggio in ferro.

Il proprietario del terreno, accortosi del tentativo di furto, si è messo sulle tracce dei due, riuscendo a raggiungerli in contrada Bascetta, e ha cercato di impedire il passaggio al camion dei due uomini. Nonostante i tentativi di superare l’ostacolo, arrivando a speronare l’auto dell’uomo, i due galatonesi sono scesi dall’autovettura. A questo punto, venuto in soccorso di suo padre e suo fratello, un altro familiare, che ha preso parte alla colluttazione contro la parte offesa con delle spranghe di metallo, per poi fare ritorno a casa.

I Carabinieri di Sannicola, dopo una rapida attività d’indagine, hanno identificato i presunti autori rintracciandoli presso la loro abitazione, e sequestrato il camion ancora carico del ponteggio e delle spranghe utilizzate per la colluttazione. Il mezzo e le spranghe sono state poste sotto sequestro mentre la merce rubata è stata restituita al legittimo proprietario. I due autori del furto sono stati arrestati, mentre l’altro figlio 29enne è stato denunciato per favoreggiamento reale.

Commenta la notizia!