Firenze celebra Eriberto Scarlino

by -
0 1014

Matino. Giorni di commemorazioni questi per un celebre matinese che ha lasciato il segno nel suo campo. A Firenze si rende omaggio a Eriberto Scarlino, artista nato a Matino nel 1895 e scomparso a Firenze nel 1962.

Scarlino è ritenuto uno tra i più affermati compositori e musicisti del panorama culturale contemporaneo, per questo motivo Elsa Martinelli, musicologa salentina, docente presso  il conservatorio “Tito Schipa” di Lecce,  lo ha voluto ricordare, nel cinquantesimo della sua scomparsa, attraverso un libro dal titolo “All’ombra delle Piramidi”.

Il libro contiene un ampio studio dedicato alla figura ed alla attività del concertista, per vent’anni docente presso il conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Sono state alcune classi di pianoforte dello stesso conservatorio toscano ad accompagnare la presentazione del libro, svoltasi lo scorso 25 febbraio nel magico scenario della storica Villa Favard di Firenze.

Il maestro esordì ufficialmente a Firenze  nel 1917 esibendosi alla “Filarmonica” , gli anni successivi sono quelli della crescita e dell’affermazione professionale a livello nazionale e internazionale, che lo portano come solista e non solo, a esibirsi in tutto il mondo.

Per due anni Scarlino si fa ambasciatore della cultura musicale italiana in Egitto, assumendo la direzione del liceo musicale “Giuseppe Verdi” di Alessandria di Egitto, dal 1933 al 1935.

Dopo circa vent’anni dalla sua esibizione alla Filarmonica, il maestro Scarlino torna a Firenze nel 1937 come docente del conservatorio.

“All’ombra delle Piramidi” racconta di tutti questi anni. La serata di presentazione del testo della professoressa Martinelli   a Firenze è stata condotta dalla  musicologa Fiamma Nicolosi, docente dell’Università di Firenze e da Paolo Biordi, direttore del conservatorio “Cherubini” ed ha avuto come ospiti speciali i figli del maestro Eriberto Scarlino, Adalberto Giorgio, Rosa Maria, Anna ed Ines.

Hanno ricordato il compositore originario di Matino Dario Nardelli, vicesindaco della città di Firenze e in rappresentanza di Matino, l’assessore ai Beni culturali Antonio Costantino.

                                          MAQ

Commenta la notizia!