«Quelle pale eoliche fanno solo danni»

by -
0 597

La zona sulla Taurisano-Ugento interessata dal progetto eolico

Taurisano. A Taurisano si fa sempre più ampio il fronte dei contrari al parco eolico che la “Erg” ha intenzione di costruire a Ugento, in una zona di campagna proprio al confine con i territori di Casarano e, appunto, Taurisano.

Sabato 28 nella sala consiliare si è svolta un’assemblea pubblica organizzata dagli esponenti di Rifondazione comunista e Socialisti italiani. I due partiti promettono guerra ad un progetto che – se l’iter giungerà a conclusione – sorgerà a circa 700 metri dal confine tra Ugento e Taurisano e molto vicino alle abitazioni di alcune famiglie che sulla carta sono residenti nel primo Comune ma che, di fatto, sono e si sentono taurisanesi.

Il timore è che l’arrivo del parco eolico porti, insieme ai 18 aerogeneratori previsti alti 120 metri, “conseguenze devastanti per il territorio, l’ambiente e l’economia”. Nell’appello alla cittadinanza, che i militanti dei due partiti hanno diffuso durante un sit-in di protesta, si legge: «Danni al paesaggio derivanti non solo dai pilastri da costruire ma anche dall’allargamento delle stradine di campagna per il passaggio di grossi autocarri, distruzione del bosco di Varano, distruzione di ulivi secolari, sterminio dei pipistrelli, abbattimento dei rapaci e degli uccelli di passo, fuga della selvaggina, dissesto idrogeologico, fine del turismo, chiusura delle attività di agriturismo presenti in zona, fine della caccia, svalutazione del valore degli immobili e dei fondi, danni alla salute degli abitanti e attraversamento di Taurisano da parte di oltre mille trasporti eccezionali durante la fase di cantiere».

Per i due gruppi politici la costruzione di simili impianti è un paradosso, poiché gli alti profitti non generano progresso economico del territorio ma solo benefici per gruppi ristretti. Anche l’Amministrazione comunale su “Piazzasalento” ha preannunciato  “ferma opposizione al parco eolico in tutte le sedi”, per bocca dell’assessore all’Ambiente Francesco Damiano.

Nei giorni scorsi anche a Casarano c’è stato chi ha preso posizione: si è svolto il primo incontro del comitato “Tutela del territorio”, di cui fanno parte al momento il Pdl, Italia Nostra, la Lega Tumori ed Eav, con la partecipazione dei Comuni coinvolti.

SIMILAR ARTICLES

by -
0 293

Commenta la notizia!