Educazione ambientale, computer e frutta “amica”

di -
0 780

Melissano. Dopo quasi vent’anni, l’Istituto comprensivo scolastico di Melissano avrà un nuovo dirigente. Il professor Michele Cardellicchio, infatti, dal 1° settembre scorso, è andato in pensione. «Un passaggio epocale – lo ha definito il docente vicario dell’istituto, Cosimo Casciaro – perché fu un precursore di un nuovo modo di fare scuola, portando qui a Melissano l’esperienza accumulata insegnando al Nord».

L’ingresso del Polo 2

L’ex preside ha lasciato un ottimo ricordo tra docenti, alunni e addetti ai lavori. Attualmente, ne ha rilevato gli incarichi, in funzione di reggente, il prof. Giuseppe Cassini, direttore del Circolo didattico di Taviano: «Al tempo del boom dei calzifici – aggiunge Casciaro – molti studenti non frequentavano le lezioni perché impegnati a lavorare nelle fabbriche. Cardellicchio cercò di contenere il fenomeno, con buoni risultati. Era il padre che molti desideravano e che magari non hanno mai avuto».

L’Istituto comprensivo di via Felline riunisce la Scuola dell’Infanzia (178 bambini iscritti quest’anno, in classi omogenee), la Scuola Primaria (346) e la Secondaria di I grado (219 studenti).

C’è stato un calo nelle iscrizioni, come confermano dalla segreteria della scuola. E non manca qualche problema a livello organizzativo, probabilmente amplificato dall’ultima riforma Gelmini «Non c’è stata nessuna riforma – obietta il Vicario – ma solo tagli strutturali. Un esempio: se l’anno scorso una ragazza in difficoltà psicofisica necessitava di otto ore di sostegno settimanali, quest’anno le ore sono state dimezzate a quattro. Abbiamo impugnato il provvedimento, ma il punto debole sono sempre i servizi sociali».

L’edilizia scolastica non comporta particolari problemi. Dai primi di ottobre, inoltre, verranno riattivati i servizi di mensa (per le classi a tempo prolungato, 40 ore settimanali dal lunedì al venerdì) e di scuolabus. Le prossima programmazione verterà, fra l’altro, su argomenti di grande interesse civico, come l’educazione ambientale, ma grande importanza avrà l’offerta formativa extrascolastica assicurata dai Pon (programmi operativi nazionali).

Il Comprensivo di Melissano, in particolare, proporrà corsi per il conseguimento della patente europea del computer e per la patente A. Verrà riproposto anche il progetto “Frutta a scuola”, ossia la distribuzione di frutta fresca nella scuola primaria, per due volte a settimana, con fondi dei ministeri della Salute, dell’Istruzione e delle Politiche agricole. Questo, infine, l’augurio agli studenti da parte del vicario Cosimo Casciaro: «Trascorrere un sereno anno scolastico per realizzarsi e divenire liberi. La libertà intellettuale, come insegnava don Lorenzo Milani, è impagabile».

Marco Montagna

Commenta la notizia!