E adesso si può guarire con l’acqua

by -
0 1420

il Dott. Raffaello Pellegrino

Alezio. Salus per aquam, dicevano i latini, enunciando un principio  – quello per cui la salute passa attraverso l’acqua – che resta valido ancora oggi. E ad Alezio, annesso al centro “Santa Rita” c’è un ambulatorio di medicina fisica e riabilitativa che sfrutta l’acqua come strumento terapeutico e riabilitativo. Un centro d’eccellenza, esempio quasi unico in tutto il Salento.

«Qui – spiega Raffaello Pellegrino, medico fisiatra e coordinatore del centro – la cura del paziente si avvicina molto allo sport, con il risultato che i pazienti non subiscono, ma diventano protagonisti della terapia. Un approccio integrato, portato avanti da più professionalità mediche che operano coordinandosi tra loro, e che giungono a una presa in carico globale del paziente».

Riabilitazione ortopedica, post-traumatica e post chirurgica. Anche nelle patologie reumatiche e neurologiche con spasticità, l’idroterapia rappresenta il “gold standard”, cioè il trattamento ideale, sebbene non rientri ancora nei Lea (livelli essenziali di assistenza) e le prestazioni siano a totale carico del paziente. «È importante – prosegue Pellegrino – che l’idroterapia si svolga in strutture riabilitative sotto il controllo del medico. Spesso, invece, accade che la terapia venga improvvisata negli impianti sportivi impropriamente prestati a questo tipo di attività». Non è il caso del Santa Rita, dove tutto – dagli accessi in piscina pensati anche per i disabili fino agli spogliatoi – rispetta i requisiti più all’avanguardia, garantendo la massima sicurezza per il paziente.

«Il trattamento riabilitativo in acqua – prosegue il medico – non è alternativo ma è strumento di completamento di quello “a secco”, in un progetto riabilitativo globale. Il punto di forza del nostro centro è che la riabilitazione, dentro e fuori dall’acqua, è seguita dallo stesso team medico in un percorso a tappe progressivo».

A seconda dei casi, infatti, alla palestra si affiancano gli ultrasuoni, la radiofrequenza, le passeggiate vascolari che permettono di guarire o migliorare diverse patologie – come l’obesità o i problemi vascolari fino alla più banale cellulite – che dipendono da stili di vita sempre meno salubri. Negli ultimi anni, il numero di pazienti che pretende la riabilitazione in acqua è aumentato. Un segnale non da poco, dal momento che l’idroterapia permette di ridurre notevolmente l’uso di farmaci.

Commenta la notizia!