Droga, soldi falsi e oggetti rubati a Gallipoli e dintorni

GALLIPOLI. Soldi (falsi) e droga a Gallipoli e dintorni. Ad Alezio i carabinieri hanno arrestato due campani intenti a spacciare per buone banconote da 20 euro palesemente false anche perché tutte con lo stesso numero di serie. In manette sono finiti il 48enne Umberto Barba, già noto alle forse dell’ordine, ed il 19enne Francesco Tortora, incensurato. I due hanno tentato di “piazzare” nei pressi di diversi esercizi commerciali ben 15 banconote, tutte da 20 euro.

All’interno del quartiere “Baia Verde” di Gallipoli, invece, la Polizia ha rinvenuto diversi oggetti provento di vari furti all’interno di una tenda canadese di tre ragazzi del Gambia, tutti senza fissa dimora. Oltre a 21 grammi di hashish, i tre africani nascondevano anche 4 borselli, 3 portafogli, 3 mazzi di chiavi, 8 smartphone, 2 marsupi, 3 powerbank (batterie esterne per cellulari), 2 orologi, un telepass, una carta di circolazione di autovettura con relativi documenti assicurativi, diversi zaini e borse, una banconota da 1000 fiorini ungheresi, 10 franchi svizzeri e 498,75 euro. Tutto quanto recuperato è stato sequestrato, tranne uno smartphone, un portafogli ed il powerbank che sono stati restituiti al proprietario rintracciato grazie all’operato degli agenti. Gli stranieri sono stati denunciati per ricettazione e segnalati per detenzione di sostanza stupefacente ed uno dei tre, non in regola con il permesso di soggiorno, è stato espulso con ordine del Questore di Lecce.

Di prassi, invece, gli arresti per spaccio di droga nell’ambito dell’operazione “Baia sicura”. Nella notte tra il 16 e il 17 agosto, due distinte pattuglie dell’Aliquota radiomobile dei carabinieri hanno sorpreso due  africani 22enni, Augustine Emoedumhe e Modu Toure) a spacciare marijuana all’interno della Baia Verde. I due avevano addosso circa 9 grammi di stupefacente suddiviso in dosi insieme a 205 euro in banconote di vario taglio quale verosimile provento dell’attività di spaccio.

Commenta la notizia!