Dopo “Époque tour” alcuni brani dei Muffx finiscono in pièce teatrale

by -
0 608

I Muffx dal vivo

Galatone. Mentre esportano in tutta Italia il loro rock made in Salento, i Muffx (foto) si godono i successi ottenuti e pensano al futuro. Di ritorno dal Veneto, dove hanno portato sul palco le ultime date del loro “Epoque tour”, il gruppo composto da Luigi Bruno e Cristiano Colopi di Galatone,  Gianna Greco da Copertino e da Alberto Ria di Tuglie, sbarca anche a teatro. Alcuni dei loro brani sono stati, infatti, inseriti nello spettacolo “Piccoli crimini coniugali”, ad opera della Compagnia Stabile del T.

Nell’attesa di riprendere il tour invernale (a dicembre a Roma e ancora nel Veneto, a gennaio in Campania e a febbraio a Milano), i quattro giovani musicisti vedono aumentare la loro fama: parla di loro il numero di “Rumore” di ottobre e Repubblica.it mentre il video del singolo “La processione” viene a più riprese trasmesso da Italia 2.

Straripante, infine, la scia del  successo della “Sagra del Diavolo”, evento dell’Estate Galatea di cui si continua a parlare anche per alcune “incomprensioni” organizzative  con l’Amministrazione comunale e con qualche autorità religiosa locale dovute, in prevalenza, al nome dato all’evento. «Ma è solo un modo per ricalcare il titolo di uno dei brani del nostro album», fanno sapere i Muffx annunciando che l’evento è destinato a ripetersi, con ulteriori novità inedite, il prossimo anno. Intanto, mentre la loro “Ill Sun Records” si accinge a produrre album di altri artisti emergenti, Bruno e gli altri lavorano ad una versione acustica di “Epoque”. «Noi lavoreremo sempre nella nostra libertà di espressione musicale e non solo” affermano con una critica nei confronti della gestione di Puglia Sounds.

AG

Commenta la notizia!