Detectives in discoteca e nei lidi a caccia di abusi

by -
0 1292

Stabilimenti balneari Baia VerdeGALLIPOLI. Anche il sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, ha dichiarato pubblicamente la sua solidarietà a Maurizio Pasca, l’imprenditore neretino del settore del divertimento e presidente nazionale del Sindacato italiano locali da ballo (Silb), fatto oggetto di due intimidazioni: prima l’incendio di un gazebo del locale “Quattro Colonne” di Santa Maria al bagno (Nardò) e qualche giorno dopo il recapito in una busta  di un proiettile calibro 38.

Le minacce potrebbero riferirsi – secondo gli investigatori – alla campagna contro “gli abusivi della notte”, che Pasca sta denunciando  da parecchio tempo, facendone una vera e propria battaglia per la legalità intorno ad un settore quello delle discoteche e dei lidi, che ha addosso le mire dei clan criminali per le alte possibilità di lucro che rappresentano. Come presidente del Silb, infatti,  Pasca aveva sporto otto denunce contro altrettanti locali che – dopo cena – si trasformano in discoteca senza alcuna autorizzazione. Dopo queste pesanti intimidazioni, all’imprenditore-presidente  sono giunte testimonianze di solidarietà e vicinanza da tutte le istituzioni. Il sindaco Errico tra l’altro ha scritto che  “davanti a simili gesti di subdola intimidazione non si può che esprimere un giudizio di dura e ferma condanna… Auspichiamo che quanto accaduto non intacchi l’impegno di Pasca nella lotta contro l’abusivismo”.

Il Silb ha intanto preso un provvedimento particolare in vista del pienone agostano: ha ingaggiato investigatori privati incaricati di osservare e documentare le illegalità che dovessero emergere. Era stata questa del resto la decisione presa dal congresso nazionale del Silb svoltosi di recente a Lecce. E Gallipoli sarà di sicuro tra i “sorvegliati speciali” questa estate.

Commenta la notizia!