Decibel e rumori molesti i controlli già dicono

by -
0 673

La Baia Verde

Gallipoli. La zona della litoranea sud della Baia Verde e anche il centro storico sono quelle più sensibili ai rumori e all’inquinamento acustico. Quindi dovrebbero mantenere, o al più innalzare, la loro fascia di rispetto prevista dal Piano di zonizzazione acustica comunale.

I dati ufficiali ancora non sono reperibili. Ma qualche indicazione è già emersa dalla verifica dei livelli dei rumori e dei decibel selvaggi su tutto il territorio comunale. Si tratta dell’azione di monitoraggio capillare avviata dal Comune di Gallipoli, partita in questi giornate di inizio agosto. Occhi, o meglio orecchie puntate  sulle attività di rilevazione delle fonti rumorose in vari punti della città e nelle zone limitrofe al fine di poter analizzare realmente i dati sull’impatto acustico ambientale delle attività commerciali e del flusso turistico.

Tali rilievi tecnicamente definiti “fonometrici”, erano già stati fissati con una delibera della Giunta comunale lo scorso 1° febbraio e in questi giorni vengono effettuati dal personale specializzato in materia e in collaborazione con l’Arpa Puglia.

Verifiche che secondo quanto già annunciato saranno utilizzate per avviare un accorto esame del fenomeno ed un’eventuale revisione del Piano di Zonizzazione acustica del territorio di Gallipoli, nel rispetto delle principali normative del settore. In molti paesi, infatti, l’inquinamento acustico ha una forte rilevanza quale fattore di degrado ambientale ed indicatore della qualità della vita dei cittadini.

Il monitoraggio, a cura dall’Area alle Politiche del Territorio del Comune, diretta dall’ingegnere Giuseppe Cataldi, in collaborazione con l’ingegnere incaricato Pietro Traldi, interesserà le aree più sensibili del territorio gallipolino. E vale a dire le zone off limits della Baia Verde o del quartiere del Lido San Giovanni.

Ma anche Piazza Falcone e Borsellino, Piazza Fontana Greca, via Antonietta De Pace nel cuore della città vecchia, Corso Roma e via Grazia Deledda nel quartiere di espansione del Peep 3 alle spalle dell’ospedale. E non saranno trascurate le affollate località marine di Rivabella e Lido Conchiglie. La raccolta e i rilievi tecnici serviranno per integrare il Piano di zonizzazione acustica del territorio comunale adottato dal Consiglio nella seduta del 25 marzo scorso e che ha già “recepito” le osservazioni giunte entro lo scorso 24 maggio da parte dei cittadini.

 

Commenta la notizia!