Da Taurisano Pierluigi Nuzzo, l’ingegnere che crea l’intelligenza artificiale nella mitica Silicon valley

foto nuzzoTAURISANO. “Community – L’altra Italia” è un programma della Rai dedicato agli italiani che vivono all’estero, condotto da Benedetta Rinaldi, un contenitore di diverse rubriche con ospiti e filmati da quei Paesi dove la presenza di italiani è più forte. Nella puntata del 1° dicembre 2014, tra gli ospiti, c’è stato il taurisanese Pier Luigi Nuzzo (foto), ingegnere elettronico, da qualche tempo ricercatore presso l’Università californiana di Berkeley. Collegato in diretta skype dall’aula universitaria dove quotidianamente è impegnato, Nuzzo ha spiegato, innanzitutto, di che si occupa e dei progressi accumulati nell’ambito della propria ricerca: «Opero praticamente qui in California, nel cuore della Silicon valley, dove è nata l’elettronica. Si parla tanto oggi dei sistemi intelligenti, come la casa intelligente, la macchina intelligente, eccetera, di fatto, poi, questi sistemi sono complessi e non si progettano più come una volta, con carta e penna, si fanno al computer. Il mio lavoro è trovare la matematica che c’è dietro questi sistemi, quali modelli si utilizzano e quali algoritmi, per aiutare i progettisti a progettarli in maniera efficiente e con garanzie di correttezza»
Nuzzo si è poi soffermato su un altro aspetto, ossia l’interazione nell’équipe dove lavora, da cui derivano, in termini di ricerca, i risultati concreti: «Noi lavoriamo con due aziende di punta, due colossi industriali, la mia ricerca è sponsorizzata da Ibm e lavoro anche per United Technologies Corporation. Talvolta hanno dei problemi di testing, di verifica, che vorrebbero risolvere e, quindi, hanno bisogno di modelli che dicano, prima ancora di sviluppare effettivamente i loro sistemi, se le loro idee sono corrette. Noi interveniamo in questo senso e facciamo anche una sorta di esplorazione dello spazio di progetto, grazie ai nostri modelli matematici è possibile scoprire alcuni spazi di progetto, a cui il progettista, in quanto tale, non aveva ancora pensato». Un passaggio significativo dell’intervento di Pierluigi Nuzzo è stato quello relativo al posto dove ora vive: «È un mondo a dimensione umana, è una città universitaria al top negli studi, a tutti i livelli, dove le idee ti arrivano addosso, basta che tu stia fermo e vieni inondato dalle nuove tendenze».

Commenta la notizia!