Creo e mi diverto quindi sono attivo

di -
0 663

Casarano. Niente fondi dal Ministero? Ci pensano gli studenti. L’Art Day di Casarano, organizzata da un gruppo di studenti della città con il coinvolgimento di tutti gli istituti superiori, ha dimostrato come con determinazione e spirito di iniziativa si possa supplire alla sempre cronica mancanza di finanziamenti nel settore scolastico.

La Giornata dell’arte e della creatività studentesca è stata, infatti, realizzata «attraverso forme di autofinanziamento e sponsorizzazioni private mentre fino a due anni fa era un progetto portato avanti dalla consulta provinciale grazie ai fondi che il Ministero stanziava per tutti i licei d’Italia e che ora, in seguito ai tagli alla scuola, sono stati bloccati» affermano gli studenti promotori della giornata Giulio D’Argento, Antonio Schiavano e Lorenzo Sammati.

Scopo dell’evento, con epicentro in piazza Petracca, era quello di promuovere ogni tipo di attività creativa e di incoraggiare qualsiasi forma d’arte, dalla musica alla pittura. Per fare questo piazza Petracca è stata sudduvisa in tre settori: il primo dedicato alla musica house e degli anni 70 – 80 – 90, con i più noti dj salentini del momento, tra i quali Carlo Toma, Vito D’Argento e Antonio Francone; il secondo settore dedicato ai gruppi musicali con l’esibizione di Gimme Some Blues, Piazzola Friends, Crazy Dice, Wild Ones ed il terzo settore riservato all’arte con tutto il materiale necessario per poter dar sfogo alla creatività, dai pennelli per i disegni alle bombolette per i graffiti. «Accanto a noi anche l’ex Assessore alle politiche giovanili del Comune, Giulia Tenuzzo, da sempre vicina alla nostra realtà» affermano gli studenti. Un ruolo importante è stato svolto dal Liceo Classico “Dante Alighieri” che ha lavorato a fondo per la buona riuscita della giornata.

Il clima di festa non ha fatto trascurare importanti temi di attualità, con lo stand di “Libera”, l’associazione contro le mafie di Don Luigi Ciotti, che ha diffuso gadget e materiale informativo e la significativa presenza dei ragazzi del centro socio educativo polivalente “Albatro” di Matino. «I ragazzi della comunità hanno partecipato attivamente con proprie elaborazioni ed esposizioni artistiche dando un segno concreto di ciò che significa il valore della solidarietà» affermano ancora gli studenti. Durante la giornata si è svolta anche attività di sensibilizzazione sui recenti referendum con particolare attenzione al tema dell’acqua.

«Continueremo a farci sentire per ambire a quel sano ruolo di protagonismo che la società non sempre ci riconosce ma che noi, con questa e successive iniziative, faremo di tutto per conquistare» concludono gli organizzatori.

Commenta la notizia!