In partenza i corsi di rugby e minibasket

by -
0 954

Sannicola. Presso il palazzetto dello sport presto si avvieranno nuovi corsi di rugby e minibasket. Se ne occupa l’associazione Antares che promuove lo sport della pallamano.

«Da 15 anni – commenta Salvatore Negro, storico allenatore del Sannicola Volley e oggi dirigente dell’associazione – abbiamo grandi soddisfazioni dai ragazzi che giocano a pallamano. A novembre giocheremo i campionati provinciali e regionali under 16 e under 14. L’allenatrice, Alina Bidirel (foto), è una bravissima professionista. Si gioca di sabato pomeriggio e il pubblico è sempre il benvenuto per il tifo. Sono contento dell’impegno dei ragazzi e ringrazio le famiglie che li sostengono. Appena avremo il numero adeguato di iscrizioni partiremo con gli allenamenti del rugby e del basket. Avremo grandi soddisfazioni».

Il rugby è uno sport di contatto, il confronto fisico tra i giocatori è costante ed è anche definito sport di situazione perché è importante la capacità di comprendere il contesto momentaneo in cui ogni fase della partita si sviluppa concretamente. Inoltre il gioco del rugby: «Ha una forte valenza educativa – continua il dirigente – oltre agli aspetti legati alla socializzazione, al rispetto dei principi e delle regole, il rugby offre l’opportunità per i bambini di confrontarsi con la propria e altrui aggressività in un contesto di gioco. In particolare, la Federazione italiana rugby ha un settore dedicato alla promozione del mini rugby nelle scuole».

Infatti il dubbio più comune è se questo sport può essere adatto ai bambini: «Ci rivolgiamo ai ragazzi di ogni età – interviene Giancarlo Negro, medico sportivo e presidente dell’associazione – questo sport può essere praticato senza timori e contribuisce alla crescita fisica e sociale dei ragazzi. Inoltre è noto di questo sport il 3° tempo, cioè una fase di divertimento comune di entrambe le squadre a fine partita che stempera l’agonismo della gara. Gli allenamenti si faranno qui e le gare, se possibile, presso il campo di calcio, che facilmente può essere suddiviso in aree di gioco. o in quelli dei paesi vicini»

Intanto proseguono gli allenamenti della squadra di pallamano. «Sono venuta in Italia per giocare da professionista nel Sassari – commenta Bidirel, campionessa rumena, laureata in Istituto superiore educazione fisica nel suo paese e laureanda in scienze motorie in Italia – qui ho realizzato il mio sogno: lavorare con i bambini e promuovere lo sport».                                

MCT

Commenta la notizia!