Condannato un 24enne di Aradeo: 4 anni per furti e minacce

tribunale lecce

ARADEO. È di quattro anni e cinque mesi la condanna inflitta al 24enne di Aradeo A.G. per una storia che non parla soltanto di di furti e rapine ma anche di minacce ed estorsioni.

I fatti risalgono allo scorso aprile quando il giovane avrebbe sottratto ad un 49enne di Galatina una collana d’oro (d’ingente valore) con l’espediente di controllare se, per caso, non fosse proprio quella che gli era stata rubata. Di fatto la collana diventa il classico “cavallo di ritorno” con l’aradeino che, secondo le accuse mossegli in sede giudiziaria, inizia a minacciare il vero derubato avanzando continue richieste di denaro con frasi dal tenore poco equivoco e minacce anche telefoniche. Altro episodio quello compiuto a Galatina dove, dopo essersi introdotto nell’abitazione di un’anziana con la scusa di poter fare una telefonata, avrebbe poi portato via una borsa ed un bracciale d’oro strappato dal braccio della proprietaria di casa.

Sulle sue tracce si sono subito orientati i poliziotti del Commissariato di Galatina che lo hanno colto “in flagranza di reato” mentre era in piazza Aligheri, a Galatina, ovvero nel luogo concordato per telefono per lo scambio tra i soldi e la collana.

Il 24enne, nei giorni scorsi, ha patteggiato una pena (nella foto il tribunale di Lecce) di reclusione di quattro anni e cinque mesi: le accuse nei suoi confronti sono state di estorsione, tentata e consumata, rapina aggravata e furti con destrezza. Il suo legale ha  annunciato la presentazione di un’istanza per chiedere l’applicazione delle misure alternative alla carcerazione.

Commenta la notizia!