Barriere architettoniche: commissione per abbatterle

by -
0 595

Il Comune di Matino

Matino. L’Amministrazione comunale matinese ha deliberato: disco verde alla formazione di una commissione specifica per l’abbattimento delle barriere architettoniche in paese.

La commissione nei primi lavori dovrà censire, facendo delle accurate indagini, i problemi di mobilità e in genere quelli che i disabili possono riscontrare in tutto il territorio comunale, che è anche particolare dal punto di vsta orografico con numerosissimi saliscendi.

Da questo lavoro una volta ultimato scaturirà, poi una serie di iniziative per eliminare le difficoltà secondo un approccio rinnovato, sistematico e concreto, al tema della accessibilità, secondo le intenzioni di sindaco e assessori e consiglieri.

La partecipazione ai lavori, nel numero di componenti stabilito dal Consiglio, sarà gratuito.

I componenti della commissione sono Giorgio Toma (presidente), Rocco Romano, Cosimo Romano, Mirko Vitali, Giuseppe Nuzzaci, che però non lavoreranno da soli. Si pensa infatti di far intervenire anche le associazioni di volontariato che operano sul territorio e che si occupano di diversamente abili con notevole impegno.

In quattro mesi si cercherà di individuare anche le idonee coperture finanziarie di un vero e proprio Peba (ossia un Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche), strumento che permette di portare a conoscenza tutte le situazioni di impedimento per la fruizione degli spazi e degli edifici pubblici.

Successivamente, (entro tre mesi secondo il cronoprogramma stabilito) la commissione presenterà in Giunta tutto il materiale raccolto e le proposte effettive per poi ottenere l’approvazione  e la realòizzazione del Peba.

Una volta arrivati a questo punto, si avvieranno le procedure coordinate per risolvere gli inconvenienti dovuti agli ostacoli architettonici, consentendo di migliorare il design urbano ed innalzare la qualità della vita.

Commenta la notizia!