Un commissario per i rifiuti nei comuni di Gallipoli, Melissano, Racale, Alliste e Taviano

francesco errico sindaco giuramentoGALLIPOLI. La patata bollente degli Ambiti di raccolta ottimali che, dopo la prima fase alquanto farraginosa per la loro costituzione, tornano a far rivivere sul territorio le stesse problematiche legate ai vecchi Ato. Con un ciclo dei rifiuti che tarda a raggiungere i traguardi sperati per migliorare la raccolta, con l’innalzamento della percentuale  della differenziata per frenare la scure dell’ecotassa. E da quasi un mese è arrivato anche il nuovo commissariamento per la mancata progettazione esecutiva del servizio di raccolta unica e quindi dell’affidamento del relativo appalto.

Accade così che con  l’approvazione della delibera del 10 giugno scorso, la Regione ha imposto la nomina di un commissario ad acta (il  dirigente regionale Giovanni Campobasso) anche per l’Aro11 che vede come comune capofila quello di Gallipoli. L’ambito di raccolta ottimale gallipolino raggruppa anche Melissano, Racale, Alliste e Taviano. Le ultime due già all’avvio della nuova riorganizzazione regionale, hanno preferito “defilarsi” e prendere le distanze da un accorpamento, poco funzionale ed economico, soprattutto con la realtà di Gallipoli.

Tanto il sindaco Carlo Portaccio di Taviano, quanto il collega di Alliste, Antonio Ermenegildo Renna, hanno più volte rappresentato la criticità di questa scelta che accorpa ed include forzosamente nello stesso ambito anche  Gallipoli (che peraltro non fa parte dell’Unione dei Comuni che invece comprende gli altri enti del territorio e Matino) e che presenta specificità socio-economiche e territoriali che lo differenziano sensibilmente dalle altre quattro realtà. Anche per  tale rifiuto e per  il blocco di fatto dell’attività esecutiva dell’Aro, la Regione ha imposto il commissariamento. Taviano e Alliste hanno chiesto anche al Tar di legittimare il loro desiderio di operare, in tema di raccolta dei rifiuti, solo con i comuni dell’Unione jonico-salentina.

Commenta la notizia!