Colella: «Nessuna fedeltà cieca al Sindaco e alla maggioranza»

luigi colella - dxSANNICOLA. Trovano conferma le indiscrezioni che volevano il vicesindaco, e assessore al Bilancio, Luigi Colella in rotta con la linea politica dell’Amministrazione guidata da Mino Piccione. Non si tratta di un’uscita dalla maggioranza quanto, piuttosto, di un importante “distinguo” che, nei giorni scorsi, ha portato Colella dapprima a precisare la natura di alcune divergenze (“frutto di mediazione tra idee a volte contrapposte”) e da ultimo a comunicare il suo approdo in “Area popolare” (gruppo politico nel quale sono confluiti il Nuovo centrodestra e l’Udc).

«Alle elezioni amministrative del 2013 ho ricevuto un mandato ben preciso dai miei elettori moderati che si rivedono in una politica improntata su valori democratici e su un vivere cristiano, gli stessi elettori che hanno pazientato due anni prima di richiamare la mia attenzione su alcune questioni amministrative che stanno dividendo l’opinione pubblica», scrive in una nota Colella, eletto nel 2013 con la lista civica “Sannicola cambia”. Tra tali divergenze  ci sarebbe il caso dei vigili urbani (senza pistole e alle dipendenze di un altro settore del Comune); le nomine “discutibili” di alcni dirigenti in Comune, uno scarso dinamismo sul fronte finanziamenti, un metodo poco lineare (si parla di un diverbio sul criterio con cui procedere al pagamento di creditori del Comune).
«In qualità di consigliere eletto in quella lista manterrò ferma la barra del timone per il raggiungimento degli obiettivi previsti, ma ciò non dovrà essere confuso con una fedeltà cieca al Sindaco o alla maggioranza», afferma Colella, che poi annuncia la sua attenzione verso “il costituirsi di un gruppo di persone che si ritrovano in Area popolare” e la “nascita di un partito o movimento che possa riunire tutte le espressioni moderate”. Dalla stessa lista, lo scorso giugno era uscito il consigliere Pinuccio Monteduro, ora indipendente, che spesso vota con l’opposizione.

Commenta la notizia!