Il centro di Nardò invaso dalle cornamuse

Via Duomo sarà uno degli scenari del Presepe vivente in città

NARDÒ. Il Natale si avvicina e la Proloco Nardò lavora alacremente per l’allestimento del suo primo presepe vivente. Sarà tutto a posto per il prossimo 22 dicembre, giorno in cui sarà inaugurato dal Sindaco Risi, dal vescovo Filograna e con le scolaresche della città. Le altre aperture al pubblico sarano poi il 25, 26 e 28 dicembre, l’1 e 6 gennaio. «In queste giornate – dichiara il presidente della Pro loco Nardò, Giovanni Portorico – le strade verranno chiuse al traffico per consentire l’attraversamento pedonale dei presenti nel presepe, aperto dalle ore 18 alle 21, Sarà una occasione per far conoscere ai più il nostro straordinario centro storico». Ora è tempo di preparativi e “il supporto dei giovani – prosegue – è ben accetto perché cerchiamo altri volontari per implementare il numero dei figuranti”.

Su via Campanile verrà posizionata una stella cometa, l’Annunciazione su via Pretura Vecchia, Palazzo Sanasi sarà sede di Erode e i suoi soldati, botteghe dell’epoca su via Duomo, mentre l’antica chiesetta di San Bartolomeo ospiterà la Natività. «In quest’ultima – afferma Portorico – sono in corso le pulizie di rito poiché verrà riaperta per l’occasione dopo molti anni di buio. La nostra idea è quella di creare un ambiente suggestivo grazie all’allestimento delle luci nei tratti salienti. Poi, usufruendo delle grandi abilità di tre ragazzi volontari nel suonare cornamuse e ciaramelle, creeremo un effetto di amplificazione che possa coprire tutto il percorso per accompagnare i presenti con una musica di sottofondo tipicamente natalizia». Il centro storico neretino è pronto a farsi più bello che mai, il presepe vivente sarà presto realtà.

Commenta la notizia!