Casarano, Filograna chiama a raccolta i veri tifosi contro i “facinorosi”

stadio curva nord coreografia per giuseppe giannattasio casarano foto pasquale d'ambraeugenio filograna sx casaranoCASARANO. Ammonta a 3.800 euro il totale delle sanzioni inflitte dal giudice sportivo, sino ad oggi, a carico del Casarano calcio per le intemperanze dei propri tifosi (nella foto in alto la curva Nord del Capozza) in questa stagione agonistica.
Una somma di certo non trascurabile per una società che, pur potendo contare sulla stabilità economica garantita dal proprio presidente Eugenio Filograna (foto), milita pur sempre nel campionato di Eccellenza. Tra i comportamenti sanzionati quello dell’accensione di fumogeni e, soprattutto, gli atti offensivi rivolti agli assistenti arbitrali. Nelle ultime due trasferte, a Ostuni prima e a Locorotondo poi, un gruppo di tifosi ha, addirittura, inondato di sputi l’assistente dell’arbitro a bordo campo. Di 1.000 euro la sanzione nel primo caso, di 500 nel secondo. In quest’ultimo caso c’è stata pure la squalfica del campo che ha comportato lo svolgimento dell’attesa gara tra Casarano e Novoli sul campo neutro “N. De Santis” di Poggiardo, pure a porte chiuse, danneggiando così, in maniera banale, non solo la stessa società, la quale ha dovuto rinunciare all’incasso previsto e ha provveduto alle spese straordinarie, ma anche la maggioranza dei tifosi che non hanno potuto assistere ad un bel match, che ha visto gli uomini di mister Toma conquistare la vittoria grazie alle reti di Tedesco e Zaminga.
A nulla sono servite le raccomandazioni nelle settimane scorse della società e dello stesso presidente Filograna il quale, saputa della squalifica, così ha commentato: «È il solito gruppetto di persone che ha dimostrato di non amare né Casarano né il Casarano, nonostante avessimo più volte sottolineato l’inutilità di tali gesti. Contiamo sull’aiuto dei veri tifosi per far sì che ciò non si ripeta».

Commenta la notizia!