Carnevale, ad Alliste ci pensa la Fidas

 I quattro giovani volontari Fidas. Da sinistra:  Emanuele Petracca, Anna Lucia Gaetani, Manuel Gaetani, Lorenzo Marinosci

I quattro giovani volontari Fidas. Da sinistra: Emanuele Petracca, Anna Lucia Gaetani, Manuel Gaetani, Lorenzo Marinosci

ALLISTE. Ritorna il Carnevale ad Alliste dopo ben quattro anni, tre da quello svoltosi a Felline con la collaborazione tra le associazioni dei due paesi. Ferve l’attesa, dunque, per domenica 15 febbraio quando sarà “Festa dei folli” a cura del neonato gruppo giovani della sezione Fidas “G. Randazzo”. Il presidente dei “senior”,  Antonio Gaetani, afferma scherzosamente che si limiterà a supervisionare i lavori per la manifestazione, forte della sua esperienza di organizzatore nelle passate edizioni. Con serietà e orgoglio, invece, sottolinea che l’evento, patrocinato dal Comune di Alliste e in collaborazione con l’associazione “Band di Babbo Natale”, è reso possibile dall’autofinanziamento grazie agli sponsor.

C’è tanta volontà di farcela, di far rinascere il Carnevale ad Alliste e non solo quello, dietro l’intera organizzazione ma soprattutto dietro i sorrisi puliti dei quattro volontari a cui si devono l’idea e tutto il resto: Anna Lucia Gaetani, Emanuele Petracca, Manuel Gaetani e Lorenzo Marinosci.
«Il gruppo giovani della Fidas allistina è nato solo un paio di mesi fa – fa sapere Anna Lucia – ma siamo pienamente attivi e abbiamo tanta voglia di fare. Con il Carnevale ci proponiamo di raggiungere due obiettivi: sensibilizzare alla donazione di sangue, di cui c’è tanto bisogno, e animare il paese. Far capire che i giovani ci sono, vogliono far del bene e divertire».
Il programma della “Festa dei folli” prenderà il via alle 14,30 dall’area mercatale, da lì la sfilata si snoderà per le vie della cittadina fino a giungere in piazza Orologio, dove uno spettacolo di musica e karaoke allieterà i presenti presso il bar “Kalimba”. Alla manifestazione, che sarà presentata da Anna Lucia Gaetani e da Giorgio Adamo (della “Band di Babbo Natale”), possono partecipare maschere singole, gruppi mascherati e carri allegorici.

I premiati di ogni categoria riceveranno coppe, targhe e somme in denaro, a seconda della posizione in cui si classificheranno. Per le iscrizioni ed altre informazioni, ci si può recare presso la sede dell’associazione al civico 9 di via Marangi, ogni martedì e giovedì dalle 17 alle 20.
Per quanto riguarda il Carnevale nelle scuole in quella di via XXV aprile ci sará una festa in maschera: balli, canti, karaoke, buffet, a cui parteciperanno anche i genitori.
La scuola di via Montello, invece, organizza il veglioncino in maschera con spettacoli d’animazione, giocolieri, balli. E alla fine, tutti in posa, come testimonia la foto in alto dello scorso anno.

"Si può dare di più" è il tormentone della sua vita. Se solo Morandi, Tozzi e Ruggeri potessero tornare indietro nel tempo, ne verrebbe fuori un bel quartetto! Autocritica, perfezionista, scrupolosa, incontentabile, e chi più ne ha (di sinonimi) più ne metta. Tra un "mea culpa" e l'altro, si è laureata in Lettere a Lecce, nel 2008, e dal 2011 collabora con Piazzasalento.

Commenta la notizia!