Baia verde e dintorni: le regole

Gallipoli. Tante le domande che i nostri lettori pongono in merito all’annunciata rivoluzione del traffico sulla litoranea a sud  di Gallipoli. L’introduzione dei  pass per l’accesso all’arteria che corre lungo il mare, tra lo stadio e gli alberghi, e la nuova regolamentazione del traffico preoccupa non poco turisti e gestori dei lidi proprio in vista della nuova stagione estiva.

Per il momento, tuttavia, c’è da dire che il progetto avviato dall’ex commissario Mario Ciclosi, è ancora in via di definizione, anche perché la commissione tecnica del Comune sta vagliando i requisiti delle ditte che hanno partecipato alla gara di appalto per la gestione del servizio. Nel frattempo il comandante della Polizia municipale, Giuseppe Parisi, ha sottoposto nei giorni scorsi al commissario prefettizio Vincenzo Petrucci, una bozza di regolamento per la pianificazione della sosta e della viabilità nella Baia Verde e per l’utilizzo del pass.

Il piano, che doveva già partire in prova il 15 aprile, è comunque destinato a slittare e dovrebbe essere la nuova Amministrazione comunale ad occuparsene. Per quanto riguarda le tariffe orarie dei parcheggi il provvedimento istitutivo fa riferimento alla delibera di Giunta del 9 giugno 2005 che fissava il pagamento del ticket a € 1,50 per ogni ora e la frazione di ora al costo di € 0,75.

Capitolo Baia Verde: chi verrà a Gallipoli provenendo dalla superstrada (direzione Santa Maria di Leuca), entrando dalla Baia Verde, come per l’accesso da lido San Giovanni, troverà anche lì la stessa “barriera mobile automatica” abilitata per il pagamento del biglietto (con moneta o tessera magnetica a non più di un euro) e non potrà parcheggiare all’interno del quartiere turistico. Troverà posto nei parcheggi posti sulla litoranea. Solo chi alloggia alla Baia Verde, utilizzando il pass e non avendo il garage, potrà sostare per strada, utilizzando un abbonamento mensile di € 20,00 (pari a € 0,67 al giorno).

La sosta sarà vietata a chi è sprovvisto del tagliando con i residenti  obbligati a tenere l’auto dentro il proprio box (con la possibilità di usufruire di permessi giornalieri). Chi parcheggerà nella zona del Cimitero, con il pagamento di un ticket forfetario da 6 a 4 euro (per giornata intera o la mezza) potrà, poi, usufruire gratuitamente del servizio navetta il cui costo si intende compreso nel pagamento del parcheggio. Lo stesso trattamento è previsto anche per i parcheggi nel campo sportivo.

Lungo la litoranea, inoltre, sosta vietata fino al primo ingresso della Baia Verde: da quì e fino  al canale dei Samari sarà consentito solo il parcheggio a pagamento. Per le risorse economiche necesarie, la delibera di Ciclosi  fa riferimento all’attivazione della tassa di soggiorno prevista dalle norme sul federalismo e legata alle presenze turistiche.

Commenta la notizia!