Home Authors Posts by Tommaso Stefanachi

Tommaso Stefanachi

229 POSTS 0 COMMENTS

Felline (Alliste) – Con la conferenza stampa di oggi, 14 luglio, svoltasi presso la delegazione municipale di Fellline, la Pro loco di Alliste e Felline ha sancito l’apertura ufficiale dell’ormai tradizionale stagione di sagre nel centro antico del piccolo borgo. Il presidente dell’associazione, Enzo De Iaco (nella foto il terzo da destra), ha presentato il programma relativo alla sagra d’esordio, la 24ma edizione della “Sagra della Patata”, prevista il 19 luglio prossimo.

“Da parte nostra è stata una scelta decisa quella di dedicare una serata di festa alla patata novella di Galatina – ha spiegato De Iaco – Si tratta, infatti, dell’ultimo e unico grande prodotto salentino di coltivazione di massa, che va valorizzato in quanto alimento identitario”.  Ne ha ben esplicitato le caratteristiche fisiche, chimiche ed organolettiche di quella che è considerata la “regina delle patate”, la cui bontà è favorita da condizioni climatiche vantaggiose e dal tipo di terreno coltivato. I piatti proposti per la serata del 19 saranno tutti a base di Sieglinde: polpo, trofie e patate; salsiccia e patate; panzerotti e pitta di patate; patate al vin cotto; patatine fritte.

Alla conferenza han preso parte anche le autorità cittadine, tra cui il vicesindaco Antonio Renna che si auspica “una partecipazione convergente e festosa di turisti e locali di entrambi i nuclei cittadini di Felline ed Alliste, per dare risalto a un prodotto che per anni ha trainato l’economia salentina”. Presenti anche l’assessore alle Attività economiche e produttive, Donato Scanderebech e il sindaco Renato Rizzo: “Ringrazio tutti coloro che, nel tempo, si sono dati da fare per assicurare a questo prodotto la certificazione che merita – ha commentato il primo cittadino – motivo per cui è necessaria un’opera di sensibilizzazione e di promozione della novella, l’unica riconosciuta Dop. Ben venga, dunque, l’impostazione della sagra di quest’anno che ha puntato sulla rivalutazione specifica della patata di Galatina”.

Nel corso dell’incontro è intervenuto anche il presidente dell’associazione, con sede in Alliste, dei “Produttori pPataticoli”, Salvatore Manfreda che, dopo alcuni cenni sulla storia del prodotto, ha espresso l’essenzialità di “pubblicizzare il prodotto, di farne assaporare la bontà per farlo evolvere e ricreare un clima di entusiasmo nei commercianti e di conoscenza collettiva attorno alla novella salentina”. La serata del 19 luglio sarà allietata dal concerto musicale dei Folk 2000. Le altre sagre in programma: il 9 agosto quella della polpetta e il 23 agosto quella della salsiccia. Novità dell’anno: nei mesi di luglio ed agosto, tutti i venerdì sera, sarà allestito nel centro storico fellinese il mercatino dei prodotti tipici ed artigianali. In queste stesse serate, a partire dalle 19:30, saranno possibili le visite guidate nel centro antico.

Racale – Rientra nell’ambito del progetto “Una campagna per le campagne”, finanziato dalla Provincia di Lecce, il cantiere sociale di cittadinanza attiva per la “Giornata ecologica” di domenica 8 luglio. Pochi mesi fa, infatti, l’amministrazione comunale di Racale, risultata tra quelle vincitrici del suddetto bando provinciale, ha ritenuto utile stanziare parte dei fondi, destinati secondo il bando alla pulizia dai rifiuti di campagne e periferie, anche nel territorio di Torre Suda.

Il perché è ravvisabile nella bellezza della propria marina: uno specchio d’acqua a ridosso di un paesaggio agreste caratterizzato da campi ricchi di macchia mediterranea e “caseddhri”. Una bellezza che, troppo spesso purtroppo, è vittima del vandalismo dell’uomo che ne fa delle discariche a cielo aperto. La pulizia del territorio partirà in mattinata, alle 7:30, dalla piazzetta Stella Maris e annovererà, oltre ai cittadini volontari, la collaborazione di Gial Plast (Taviano) e di diverse associazioni locali.

“È un’occasione per sensibilizzare i concittadini e i turisti che già animano la nostra marina di tutelare il paesaggio – spiega la consigliera comunale con delega all’Ambiente, Anna Toma – Sarà una mattinata innanzitutto all’insegna dell’ecologia, ma anche della socializzazione e dell’educazione ambientale per promuovere comportamenti virtuosi e corretti nei confronti dell’ambiente che è bene comune”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Racale – Sarà un’estate pazza a Racale e Torre Suda, dove la follia farà da filo conduttore: l’Amministrazione comunale e il Consigliere con delega allo spettacolo, Adriano Gravili, hanno ufficializzato il programma estivo che coi suoi appuntamenti animerà la stagione della “Città della follia” e della sua marina. E sarà un luglio ricco di eventi che spazieranno tra tutte le forme artistiche.

L’appuntamento di apertura ha visto protagonista il teatro nello sfondo di piazza San Sebastiano, dove Pippo Franco e Marta Scelli hanno inscenato, il 30 giugno scorso, “Il tempo di Federico II e Dante Alighieri”. Dopo lo spettacolo “Per fare un albero ci vuole un pazzo” del 1° luglio, andrà in scena stasera l’altra rappresentazione curata da Liliana Putino de “Gli Indisciplinati”: “Atti unici di Raffaele Protopapa”, alle 21, a Palazzo D’Ippolito nel “Giardino dei Sensi e dell’Arte”. Sabato 7 e domenica 8, il Giardino costiero “Gabriele Toma” di Torre Suda accoglierà “Il villaggio dei Bambini”, colorandosi di gonfiabili, giochi e laboratori didattici per bambini. L’indomani, sempre nel Giardino, è programmato in mattinata l’appuntamento con “Una campagna per le campagne” in occasione della giornata ecologica.

Sabato 14 sarà una serata dinamica e ricca di sogni con lo spettacolo di ginnastica ritmica dell’associazione “Colibrì”, dal titolo “Dreams”. Un appuntamento di teatro contemporaneo è fissato per il 15 luglio: a partire dalle 22, l’attore Ettore Bassi interpreterà “Il Sindaco Pescatore”, tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo, dedicato ad Angelo Vassallo, il primo cittadino pescatore di Pollica ammazzato dalla mafia.

Altro appuntamento di cultura e di bellezza musicale con il concerto di Roberto Vecchioni, che col suo tour farà tappa a Torre Suda giovedì 19 luglio, dalle 22. Venerdì 20, l’Associazione degli artisti allieterà piazza San Sebastiano, a Racale, con “Colori a tavola”. Sempre nel centro città, l’associazione culturale la “Saratumbula” inscenerà la commedia in vernacolo “1948”: appuntamento per sabato 21 alle 21. L’indomani, Doria Gym presenterà nella marina lo spettacolo di chiusura anno di ginnastica ritmica, alle 21.

Una notte per i bambini Il 23, il gruppo teatrale amatoriale “Compagnia dei Castellani” rappresenterà “Eutanasia – La morte bella”. Mercoledì 25, in piazza Stella Maris a Torre Suda, si vivrà la “Notte Turchina”: una notte per i bambini con gonfiabili, giochi e mascotte. Venerdì 27 sarà di nuovo la volta dell’Associazione degli Artisti che, in Piazza San Sebastiano, presenterà il “Biocampus estivo 2018 – I colori a tavola”. Per il 28 e il 29 si ritorna nel Giardino costiero della marina, dove l’associazione “Amici di Anastasia” allestirà “Il giardino incantato di Anastasia”, ricco di gonfiabili e giochi per ragazzini. Lunedì 30, infine, “Gli Indisciplinati” porteranno in scena “Kepos: Filosofia è follia simposi”, a Palazzo d’Ippolito, alle 21.

“Potevamo stupirvi con effetti speciali, ma abbiamo preferito essere Folli – commenta il sindaco, Donato Metallo (foto)  – grazie a tutte le associazioni che hanno deciso di esserci, di creare manifestazioni e serate di divertimento, grazie ai volontari che come ogni estate saranno il cuore di tutta l’attività, grazie a tutti i commercianti che ci daranno una mano”.

Torre San Giovanni (Ugento) – Sarà ancora un’”Estate d’Autore” a Torre San Giovanni, con una rassegna di sei incontri letterari che animeranno con arte e cultura il lungomare di largo Guardia costiera. Si tratta della IV edizione della manifestazione, che nasce dalla cooperazione primaria tra l’assessorato alla Cultura del Comune di Ugento e la locale associazione sociale culturale onlus Granelli di sabbia e annovera le collaborazioni della Libreria “Antica Roma” di Taviano di Giovanni Coppola, della società cooperativa Gli Indisciplinati di Racale  nell’ambito delle iniziative previste dal progetto Sistema ambientale e culturale (Sac) Terra d’arte e di sole, del Sistema museale di Ugento e della compagnia “Témenos – Recinti reatrali”.

Gli appuntamenti, in programma tra luglio e agosto, daranno spazio ad autori affermati ed emergenti del panorama editoriale italiano, coniugando il piacere della lettura alla bontà della musica: è riconfermata, infatti, la presenza di due serata musicali. Si partirà domenica 8 luglio alle 21,30, con la presentazione del libro “Il patto dell’abate Nero” di Marcello Simoni: introdurrà la serata Chiara Congedi, presidente Consiglio Comunale, dialogherà con l’autore l’archeologo Vincenzo Ria; curerà le letture l’attore Marco Antonio Romano di Taviano.

Il 10 luglio, sempre alle 21,30, sarà la volta di Sara Rattaro col suo libro “Uomini che restano”: dialogheranno con l’autrice Liliana De Maria (psicologa) e la giornalista di piazzasalento Francesca Maruccia; letture a cura dell’attrice Liliana Putino. Il libro “Hostia” di Federico Bonadonna sarà presentato il 22 luglio alle 21,30: il dialogo con l’autore verrà affidato ad Angelo Donno di Taviano, sociologo e scrittore, mentre l’attrice Selenia Stoppa interpreterà gli estratti del testo. La prima delle due serata musicali andrà in scena alle 21,30 del 28 luglio: sarà curata dal coro “Maurizio Portone” con lo spettacolo “Canzoni del passato… che nostalgia”.

Il 5 agosto, nel medesimo orario, Andrea Martina dedicherà l’appuntamento alla figura di uno dei più grandi cantautori italiani, Fabrizio De Andrè, con il suo “Il linguaggio mediterraneo di De Andrè”. Chiuderà la rassegna la presentazione del testo “La verità del freddo” di Raffaella Fanelli: dialogheranno con l’autrice Graziano Greco, assessore comunale allo Spettacolo, e Roberto Tanisi, magistrato; l’attore Marco Antonio Romano curerà l’aspetto delle letture.

Alliste – È stata depositato in Prefettura, il 29 giugno scorso, il progetto per la realizzazione di una rete di sorveglianza sul territorio di Alliste e Felline. Ad annunciarlo è Angelo Catamo (foto), presidente del Consiglio comunale che, in cooperazione con l’assessore ai Servizi sociali Anna Lucia Causo e l’Ufficio di Polizia municipale, ha curato l’intero progetto indirizzato, previa approvazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, al Ministero dell’Interno.

Il progetto prevede una richiesta di finanziamento a valere sui “Fondi di riserva speciale” del Ministero dell’Economia e delle Finanze di circa 70mila euro a fronte di un cofinanziamento di 20mila euro. Il piano progettuale intende dotare le cittadine di un sistema di videosorveglianza munito di una moltitudine di telecamere di nuova generazione collegate in rete wi-fi, con ottima risoluzione di immagini e con la possibilità di poter ospitare anche il traffico dati degli operatori privati che vorranno monitorare in remoto le proprie aziende: le telecamere andrebbero ad essere posizionate nei punti strategici del territorio di Alliste e Felline al fine di prevenire e contrastare fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, quali incendi di auto e aziende, danneggiamento di edifici pubblici, furti e rapine ad esercizi commerciali e a private abitazioni, reati in materia di sostanze stupefacenti e normative sugli abbandoni dei rifiuti pericolosi.

Alliste – Un gioco di squadra tra il Comune, l’Ufficio di Piazza, la Consulta Giovani e la Puglia Tourist Information garantirà ad Alliste la “Festa dello Sport”. La prima edizione di questa manifestazione itinerante è programmata per domenica 17 giugno, a partire dalle 18, negli spazi centrali di piazza San Quintino e piazza Orologio, dove le varie associazioni sportive praticheranno le esibizioni delle proprie discipline, tra le quali: arti marziali, ju jitsu, karate, kick boxing, fitness, functional training, calisthenics, tennis, volley, calcio, tiro con l’arco, sostai, balli di sala e tango.

La Festa dallo Sport 2018 ad Alliste prenderà il via domenica 17 giugno alle 18

La rassegna, promossa dall’amministrazione Rizzo, in particolare nelle figure del consigliere delegato alla Consulta Angelo Catamo e dell’assessore allo Sport Marilù Rega, ha riscontrato la sinergia tra istituzioni e associazioni sportive, che si sono adoperate insieme per l’allestimento dell’evento. Nel corso della serata, che sarà presentata da Giorgio Adamo, verrà consegnato un riconoscimento di merito all’amministratore delegato dell’Unione Sportiva Lecce, Alessandro Adamo, per la promozione in Serie B del club giallorosso, di cui è attesa anche la presenza di un calciatore.

Verranno premiati, inoltre, i giovani atleti delle diverse associazioni coinvolte nella festa. «Sarà una giornata all’insegna della collettività e della gioia nello sport – spiega l’assessore Rega – L’intento è di promuovere la bontà di tutte le discipline e l’importanza dell’attività fisica da praticare sin da bambini».

Alliste – Continua a emozionare la verve poetica di Vito Adamo che col suo componimento “…E poi c’è il mare” conquista Frascineto, comune in provincia di Cosenza, in Calabria. Incluso tra i poeti vincitori della sezione A (poesie in lingua italiana), il poeta allistino ha conseguito il Premio speciale della giuria “Arberia”, dedicato alla comunità italo-albanese della cittadina calabrese. Si tratta della 2^ edizione del Premio Internazionale “Voci nel deserto”, organizzato dall’associazione culturale “Mecenate” presieduta dalla prof.ssa Margherita Celestino, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Frascineto, del Parco Nazionale del Pollino, del Parco Old Calabria e della Universum Academy Switzerland e Calabria. La commissione, composta dal presidente onorario Alessandro Quasimodo, dal presidente Hafez Haidar (entrambi con diritto di voto) e dai giurati Emanuele Aloisi, Brunella Arena, Agostino Giordano, Lia Grisolia, Aurelio Madeo e Maria Vaninetti, ha fornito la seguente motivazione al riconoscimento di Adamo: “Lirica di memoria, quella di un luogo che si personifica, sottolineata nella dolcezza dell’interazione “e poi c’è il mare”. L’azzurro di un passato, il volto di un uomo, di un padre, un passato che passa e che non passa, che scorre fluido come le onde del mare e torna indietro alla memoria come risacca di spuma e carezzevole vento che paralizza le lancette del tempo nell’abbraccio di un sentimento, nel rumore del mare, nell’emozione dell’anima”.

Racale – Si chiama “eTwinning”; è un progetto che promuove l’innovazione, l’utilizzo della tecnologia nella didattica e la creazione condivisa di progetti multiculturali tra istituti di Paesi diversi: si tratta, infatti, della più grande comunità europea di insegnanti attivi nei gemellaggi elettronici tra scuole. E’ Il programma che nello specifico ha riguardato l’Istituto professione “Bottazzi” di Racale, in particolare con il progetto internazionale “Economie réelle: Mon sport dans ma région – facteur culturel, facteur économique et touristique”, ossia “Economia reale: il mio sport nella mia regione – fattore culturale, fattore economico e turistico”.

Tra gli obiettivi vi è, in primo luogo, quello di promuovere la scoperta del patrimonio artistico del territorio locale attraverso attività ludico-sportive e, a seguire, quello di facilitare la comunicazione in lingua francese con una scuola della regione della Bretagna in Francia (il Liceo Kreisker à Saint Paol de Léon, il cui docente referente è Joӫl Cadiou), mettendo in risalto le abitudini, le attività sportive e gli aspetti economici ad esse correlati. Molteplici le figure di docenti e dirigenti scolastici coinvolte nel progetto: i docenti Claudia Cataldi, Lucia Rizzello, Antonio Duma, Anna Maria Pisanello, Valentina Volpe del “Bottazzi” di Casarano; Antonella Indino, Antonella Barone, Silvia De Donno Silvia, Nadia Pisanello degli Istituti comprensivi di Racale e Taviano; il dirigente scolastico dell’Istituto superiore Salvatore Negro (“F. Bottazzi” Casarano); Fernando Calò, dirigente del Comprensivo tavianese; Stefania Manzo, dirigente del Comprensivo di Racale.

Il progetto è culminato nell’appuntamento dell’1 giugno, che ha previsto un percorso con un’attività di trekking sul territorio del Comune di Racale con le visite al Dolmen di Torre Ospina e al Palazzo ducale “Basurto”. L’incontro finale ha visto la partecipazione dell’avv. Anna Toma (foto), consigliere del Comune di Racale con delega all’Ambiente ed al Centro storico, che a nome dell’Amministrazione, si è detta “orgogliosa di ospitare nel nostro Comune un Istituto superiore quale il Bottazzi, impegnato in progetti tesi a sollecitare nelle nuove generazioni l’interesse per le nostra cultura e il nostro ambiente in sinergia con altre realtà internazionali”.

Felline – Nata con l’obiettivo di custodire, promuovere e sviluppare nel tempo l’Infiorata quale patrimonio storico e culturale di Felline, anche quest’anno l’associazione “Annalisa Errico” colorerà le vie del piccolo borgo di fiori e colori. E lo farà, come di consueto, col supporto fondamentale della comunità locale e di altre associazioni del territorio, grazie alle quali si darà vita alla XII edizione dell’Infiorata del Corpus Domini, il 3 giugno prossimo (nella foto di Mauro Marinisci l’evento dello scorso anno). Un evento che, dal 2006 ad oggi, ha attratto a sé sempre nuove energie e nuovi volontari, divenendo uno delle tappe più sentite dalla collettività. «Inizialmente l’infiorata era composta da pochi semplici quadri floreali, a tema per lo più eucaristico, ma, nel corso degli anni, la progettazione della stessa si è sempre più raffinata giungendo al tema unico sul tappeto floreale – spiega la referente, Paola D’Ambrosio – L’associazione porta il nome della dott.ssa Annalisa Errico, che per prima ha introdotto questa tecnica nel nostro territorio e, purtroppo, prematuramente scomparsa».

Il tema di quest’anno è “E il Verbo si fece Carne”, gravitante interamente intorno al Vangelo secondo Giovanni, con le immagini principali ispirate al Prologo del Vangelo giovanneo, accompagnate da altre immagini eucaristiche collegate all’evangelista. Il tappeto floreale, come da tradizione, scaturirà dal lavoro dei fiori fuori mercato abbandonati nelle serre che i volontari reperiscono nei dieci giorni precedenti il Corpus Domini, cui segue il lavoro di decine di pazienti signore che, nell’ultima settimana, si ritrovano per sfogliare lentisco ed altra vegetazione tipica della macchia mediterranea e i fiori raccolti, di cui separano e conservano le varie parti (petali, corolle, stelo e foglie). Per completare i quadri floreali è stato introdotto, inoltre, l’utilizzo di altri materiali di scarto o materiale povero: fondi di caffè, segatura, sale, semi, cereali, farine, riso o paste scadute e dunque invendibili. Il dare dignità allo scarto – sulla base del principio di “conversione ecologica globale” promosso da Papa Francesco – è ciò che l’associazione considera uno dei propri punti di forza, proponendosi di dar vita al bello con ciò che bello non è o non è più.

Melissano – Dopo il grande successo riscosso l’anno scorso in occasione del trentennale della fondazione dell’associazione, il Milan Club Melissano “Franco Baresi” riproporrà, il 2 giugno prossimo, un nuovo evento di comunità, tra musica e buon cibo. Piazza Marconi, a partire dalle 21:30, farà da sfondo allo spettacolo musicale “Flashback – L’emozione ferma il tempo” con la The Best Academy e alle esibizioni dell’atteso duo dello Zoo di Radio 105, Pippo Palmieri e Wender: l’ingresso è gratuito. Il tutto sarà contornato dalla 2^ edizione della “Sagra della Baguette” e dall’allestimento di stand di birra alla spina e bevande varie. Già attivi da tempo nell’organizzazione scrupolosa della manifestazione, i soci rossoneri “si aspettano una partecipazione importante da parte della comunità melissanese e limitrofa, come e più della passata edizione, in modo da trascorrere una giornata di gioia e buon gusto per le orecchie e per il palato”.

Melissano – Melissano si riconferma “Città che legge”: un riconoscimento prestigioso con cui il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Anci – Associazione nazionale Comuni italiani, promuove e valorizza quelle amministrazioni comunali che si adoperano in attività culturali e politiche pubbliche di promozione della lettura. L’obiettivo prioritario di questa esperienza è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso al fine di migliorare la qualità della vita individuale e collettiva. Tra le 158 le comunità tra i 5mila e i 15mila abitanti insignite della suddetta qualifica spicca ancora una volta il Comune salentino. «Nuovo traguardo culturale dell’amministrazione comunale, ottenuto senza alcun dispendio economico, ma grazie alle risorse esogene erogate da enti, fondazioni e privati con cui prosegue la crescita culturale della comunità – commenta soddisfatto l’assessore comunale alla cultura, Stefano Cortese – Il risultato è stato raggiunto grazie alle iniziative messe in campo negli ultimi due anni: produzione di opuscoli e volumi, rappresentazioni teatrali, rassegne di presentazione volumi, iniziative tese ad incentivare la lettura dopo aver riaperto e dotato la biblioteca di attrezzature e libri (bibliopride, maggio dei libri, ecc), progetti vari con uffici, Servizio Civile – per cui è stata confermata l’erogazione di una nuova somma per la nuova stagione – e tanto altro ancora».

Il riconoscimento consentirà alle Amministrazioni comunali di partecipare ai bandi che il Centro per il libro e la lettura pubblicherà per attribuire contributi economici, premi ed incentivi ai progetti finalizzati alla promozione della cultura. Nell’elenco delle città con popolazione da 50.001 a 100.000 abitanti quest’anno fa il suo ingresso Lecce. Tra i Comuni della provincia con popolazione da 15.001 a 50.000 abitanti spiccano Copertino, Galatina, Galatone e Nardò. Nutrito il numero delle “Città che leggono” tra i centri con popolazione da 5.001 a 15.000 abitanti: Alessano, Alliste, Aradeo, Calimera, Campi salentina, Cavallino, Collepasso, Corsano, Leverano, Maglie, Martano, Matino, Melissano, Monteroni di Lecce, Porto Cesareo, Presicce, Ruffano, San Cesario di Lecce. Si aggiungono Carpignano salentino, Castrignano de’ Greci, Ortelle, Patù, Salve, Zollino, tra i Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti.

 

Racale – Domenica 27 maggio piazza San Sebastiano accoglierà, a partire dalle 8:30, la “Giornata dell’amore” ideata dal gruppo dei giovani di “…Come frecce” della parrocchia San Giorgio Martire e patrocinata dal Comune. Si tratta di un evento comunitario sostenuto dallo slogan “In piazza porta il tuo cuore”, durante il quale, grazie anche alla collaborazione di alcuni commercianti del centro storico, verranno allestiti dei piccoli punti ristoro per i momenti di convivialità della colazione e dell’aperitivo “dell’amore”. Sarà un momento di condivisione e di riflessione sul concetto di “amore” nelle sue varie declinazioni del vivere sociale: solidarietà, condivisione, fratellanza, amicizia, amore verso il prossimo. Per celebrare al meglio il sentimento per eccellenza, il gruppo allestirà, nel corso della mattinata, una raccolta di spunti di riflessione aperta a tutti: chiunque potrà consegnare agli organizzatori un’opera creativa legata al tema dell’amore (uno scritto, un oggetto, una rappresentazione fotografica, ecc.) al fine di collocarla su strutture mobili, in piazza, e sollecitare i passanti ad un momento di meditazione. La manifestazione ha finalità socio-culturali-educative tese a sviluppare nella comunità, e soprattutto nei giovani, il senso di partecipazione e di educazione alla condivisione e all’affettività.

Melissano – Consiglio comunale all’aperto sul tema della legalità e della trasparenza il prossimo 18 maggio in occasione dell’evento  “Sulle note della legalità”. «Si tratta di un progetto di sensibilizzazione che, oltre all’amministrazione comunale (foto Alberto Caputo), ha visto agire in concerto con essa l’Istituto Comprensivo con la dirigente Filomena Giannelli», ha spiegato la consigliera delegata alla Pubblica istruzione, Valeria Marra. La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Polizia di Stato, con Libera “Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e con la Consulta Giovanile, si terrà venerdì in piazza Garibaldi, col seguente programma: alle 18 è fissato l’inizio del Consiglio comunale all’aperto, seguito alle 19 dal concerto musicale della Fanfara della Polizia di Stato, composta da circa 50 musicisti diretti dal Maestro Secondino De Palma. «Il senso del Consiglio comunale in piazza è ravvisabile nell’esigenza di avvicinare la popolazione alle amministrazioni, di ogni livello, sui temi determinanti della legalità e della giustizia – chiarisce il sindaco, Alessandro Conte – Contribuire al processo formativo dei ragazzi oggi, vuol dire che un domani tra le strade della nostra comunità potranno circolare un maggior senso civico, un rispetto per le norme e una diffidenza per ogni scorciatoia in generale».

Melissano – Con la cerimonia inaugurale di giovedì 10 maggio, si è avviata l’inedita “Settimana dello Sport” promossa dal Comune di Melissano in collaborazione con altre realtà associative e istituzionali, quali la Consulta Giovanile, la Junior Band, gli Insuperabili di Parabita, l’Istituto Comprensivo e col patrocinio del Comitato Italiano Paralimpico. Piazza Marconi ha accolto lo “Sport a scuola”: giovedì mattina si sono esibiti gli alunni della Scuola Primaria coordinati dall’insegnante Maria Antonella Gaetani; venerdì, invece, l’insegnante Roberto D’Alessandro ha guidato i ragazzi delle classi prime della Secondaria di I° grado. L’incontro-dibattito di giovedì pomeriggio è stato incentrato sul tema “Sport e salute”, con la presenza di diversi relatori: Donato Melissano, cardiologo, medico dello sport presso l’Asl di Lecce, Gianpiero Turco, delegato provinciale del Comitato Italiana Paralimpico e Roberto D’Alessandro, docente di Scienze Motorie nel Comprensivo di Melissano.

Sabato 12 maggio sarà tempo di “Sport senza barriere” con la partita di calcetto, alle 16:30 presso i campetti di Gesù Redentore, tra gli Insuperabili Accademy Parabita e il Coro Mani Bianche della Junior Band melissanese; seguirà, alle 18:30 in piazza Marconi, l’esibizione Gimkana curata dall’associazione “Team Bike Melissano”. Domenica fittissima di appuntamenti con “Melissano a tutto sport”: in mattinata, alle 8:30, si raduneranno, in piazza Garibaldi, le compagini di calcio amatoriale degli Amici dello Sport e dell’Azzurra Melissano, insieme all’Asd Moto Club Nitro; alle 9, la Puc Salento “A. Napoli” coordinerà la maratonina per i bambini dai 6 ai 10 anni; alle 9:30 la biciclettata curata da Team Bike; alle 9:40 la dott.ssa Francesca Causo guiderà la passeggiata e il percorso di ginnastica dolce. Nel pomeriggio, in piazza Marconi alle 16:30, si “Salta oltre la rete” con l’Asd Melissano Volley “Tonio Manco”; alle 17:30 “Karate” Dojo Arashi Centro Fitness Athletic Melissano, in piazza Garibaldi; in piazza San Francesco, in serie, la dimostrazione di Pilates, Zumba e Aerobica Latina a cura di Planet Fitness Melissano, a cui seguirà, alle 20:30, l’Accademia Sport Salento con Aisha Scozzi (cintura nera 1° dan Judo) e Rocchino Scozzi (cintura nera di Judo 4° dan, campione europeo E.J.U. – F.I.J.K.A.M); alle 21 è previsto lo spettacolo di danza del Centro Danza Sylphide e la consegna di attestati e riconoscimenti. Alla serata, presentata da Francesco Troisi, sarà ospite anche Andrea Manco, campione italiano di pugilato (foto, categoria: pesi medi) e sfidante al titolo internazionale “Pesi medi”. «Attraverso il coinvolgimento della scuola e di tutte le associazioni sportive operanti sul nostro territorio, questa iniziativa mira a promuovere lo sport, nelle sue diverse discipline, quale sinonimo di salute, amicizia, solidarietà nonché come strumento indispensabile di inclusione sociale», spiega il vice-sindaco e assessore allo Sport, Antonio Nassisi.

Racale – La nuova sede di via Colonnello Costadura, a Lecce, accoglierà il 2° workshop di calligrafia organizzato da “StaiSinergico”, associazione di promozione sociale sorta a Racale nel maggio 2014. Il corso, intitolato “Letters”, sarà tenuto da Marta Lagno, presidente del Centro Internazionale di Arti Calligrafiche e del Libro di Roma, nei giorni 12-13 maggio. Verrà messa in risalto l’importanza della rieducazione al gesto grafico della scrittura, focalizzandosi, in particolare, sulla scrittura corsiva inglese del XIX secolo, caratterizzata dall’alternarsi di pieni e di filetti che la rendono rigorosa ed elegante, molto adatta per realizzare partecipazioni, inviti e calligrafie per eventi. Durante il corso gli studenti impareranno ad utilizzare il pennino a punta flessibile e le regole di base del corsivo. L’orario del workshop, per entrambe le giornate, è dalle 10 alle 18. (Info 347/4933577 – info@staisinergico.it).

“Dopo il successo del primo corso di calligrafia con Marta Lagna, abbiamo voluto replicare a Lecce – afferma la presidente Francesca Margarito, di Nardò – dedicando il workshop però al corsivo inglese. Con Marta si è creata fin da subito una forte sintonia, la sua professionalità e la sua creatività contribuiscono a rendere i suoi workshop oltre che utilissimi per i partecipanti, anche occasione di confronto e dialogo. Questo corso rientra nella programmazione del nostro coworking a sud – continua – una serie di incontri e workshop mirati non soltanto al lavoro e all’impresa, ma anche a tematiche trasversali e presenti nella vita di ognuno di noi come arte, hobby sport, benessere e natura, family and kids. Seguirà infatti il corso base di fotografia con Roberto Corvaglia, il corso di Hatha Yoga con Ana Matos. In programma anche dei camp 3.0 per i più piccoli”.

Alliste – Prima conferenza stampa, sabato 5 maggio, per il nuovo direttivo della “Band di Babbo Natale” presieduto da Antonio Cimino – che ha suggellato, con il rendiconto pubblico dei risultati raggiunti, la manifestazione di beneficenza della “Pasqua di Solidarietà”. La somma raccolta ammonta a 32.230 euro, interamente destinata, come di consueto, a sostegno dell’associazione Genitori di Onco-Ematologia Pediatrica “Per un sorriso in più” dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Il neo-presidente Cimino di Racale, che succede dunque al fondatore allistino della “Band” Giorgio Adamo, ha esordito con la proclamazione dei componenti eletti alla direzione del nuovo consiglio associativo e con la lettura dei dettagli economici dell’iniziativa pasquale, frutto della vendita di ben 3852 uova e di varie donazioni libere.

Il presidente dell’associazione “Per un sorriso in più”, Antonio Giammarruto, col suo intervento ha illustrato le modalità e le iniziative con cui vengono utilizzati i finanziamenti provenienti da queste campagne di solidarietà: per ultima, l’adesione alla piattaforma web dell’ospedale pediatrico “Bambino Gesù”, che si aggiunge alla formazione, alla ricerca e al tradizionale progetto associativo dell’accoglienza, che prevede la presenza nel reparto dell’assistente sociale, dello psicologo e dei volontari. La dott.ssa Assunta Tornesello, primario del reparto suddetto, successivamente ha sottolineato l’importanza delle campagne di solidarietà “in quanto non rappresentano soltanto un sostegno economico, ma anche un grande sostegno morale per medici, famiglie e pazienti, con cui la Band agisce e opera da squadra”. La conferenza è proseguita con i ringraziamenti ufficiali da parte dei responsabili dei cinque comuni “storici” della Band: Marilena Caroli per Melissano, Marzia Astore per Alliste, Rosanna Manni per Racale, Alessandra Ricchiuto per Ugento e Mariachiara Olimpio per Taviano. Ha concluso il presidente uscente Giorgio Adamo che ha proceduto coi ringraziamenti a tutti gli altri comuni che hanno contribuito alla buona riuscita della raccolta solidale.

Felline – Sabato 5 maggio il defibrillatore che la Protezione Civile donò, l’estate scorsa, al piccolo borgo di Felline in segno di amicizia e solidarietà, verrà posizionato in piazza Castello, dove sarà installato il totem apposito alla custodia del prezioso strumento. La cerimonia d’inaugurazione “DefibrilliAmo Felline”, organizzata dalla Protezione Civile e dall’Adovos Messapica “Martiri della Strada”, avverrà a partire dalle 20. Nel corso della serata interverranno il presidente della Protezione Civile Antonio Renna, il presidente dell’Adovos Messapica Carlo Ciriolo, il parroco della Chiesa San Leucio Martire Don Antonio Verardi, il sindaco Renato Rizzo e il delegato comunale alla Protezione Civile Angelo Catamo. «Un prezioso dono per la comunità di Felline grazie a un gesto nobile della Protezione Civile – commenta Patrizia Palese (foto), consigliera comunale fellinese – Grazie all’impegno, sempre profuso sul nostro territorio, dell’associazione Adovos Messapica, vedremo installato uno strumento così importante in piazza: anche questo è un segnale di crescita della comunità».

Racale – C’è un racalino tra i “Maestri del lavoro” premiati il 1° maggio, nel Centro Congressi della Fiera del Levante di Bari, in occasione della cerimonia regionale per la consegna delle “Stelle al merito del Lavoro”, assegnate dal Presidente della Repubblica a quei lavoratori che hanno onorato la propria professione con qualità estremamente meritevoli quali perizia, laboriosità, condotta morale e requisiti di anzianità. Leonardo Gravili, 57enne impiegato in Tim, nell’azienda di Lecce, è tra i 57 cittadini pugliesi che hanno ricevuto l’onorificenza, alla presenza del Prefetto di Bari Marilisa Magno, degli altri Prefetti della regione e delle massime autorità politiche, civili e militari del territorio. Dipendente aziendale da 33 anni, ha prestato servizio ad Alessano e Gallipoli, prima di lavorare nel capoluogo di provincia. «Sono emozionato per il titolo ricevuto, gratifica gli sforzi e i sacrifici del mio lavoro – commenta Gravili – È un premio inatteso e imprevisto: sono soprattutto onorato del fatto che l’azienda abbia proposto il mio nome e sia stato poi accettato. Mi stimola a fare di più e sempre meglio». Il neo “Maestro del lavoro” è stato accompagnato, per l’occasione, dalla consigliera comunale Anna Toma che “ringrazia Gravili da parte di tutta la nostra comunità, con l’auspicio che possa essere da esempio per le generazioni future”. «Il Maestro del lavoro – prosegue Toma – è chi nella pratica quotidiana permea la sua attività lavorativa dei principi di responsabilità, correttezza e rispetto delle regole».

Melissano – Ricorre quest’anno il 50° anniversario della morte di don Quintino Sicuro, servo di Dio, avvenuta il 26 dicembre 1968 sul Monte Fumaiolo, a Balze di Verghereto, dove ha operato. La sua storia è indelebilmente segnata dalla scelta di abbandonare l’onorabile divisa di vice-brigadiere della Guardia di Finanza per rinunciare a tutto e dedicarsi completamente alla fede e alla meditazione silenziosa con Cristo, indossando i poveri panni del prete eremita. L’associazione melissanese “Amici di don Quintino Sicuro”, presieduta da Nicola Scarpa, ha previsto una serie di appuntamenti che celebreranno, con la forza della preghiera e della partecipazione, un accadimento degno di memoria ed importanza per la comunità compaesana e non solo. Già in questi giorni, infatti, è in visita a Melissano l’eremita Giambattista Ferro, custode dell’eremo di Sant’Alberico, che fu ristrutturato proprio da don Quintino. L’eremita ha incontrato i soci in sede, la comunità di fedeli presso la Chiesa Madre e i Giovanissimi di Azione Cattolica e Anspi nella Chiesa di Gesù Redentore. Quest’evento è stato preceduto, l’11 aprile, dalla presentazione del logo dell’anniversario realizzato dal prof. Franco Ventura, nella sede associativa di via Paolo Veronese, 13.

Il 29 maggio prossimo, in occasione della commemorazione della nascita di don Quintino, sarà disposta una celebrazione eucaristica presieduta da Monsignor Elio Di Nunno, cappellano militare regionale della Guardia di Finanza. Il 5 giugno, ricorrenza del Battesimo di don Quintino, la liturgia sarà celebrata da Sua Eccellenza Monsignor Douglas Regattieri, vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina. In estate, il 29 agosto, è fissato un pellegrinaggio all’eremo per la “Festa di Sant’Alberico”. La serie di appuntamenti culminerà il 26 dicembre 2018, giornata del 50° anniversario della morte del sacerdote-eremita, quando il vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli Fernando Filograna presiederà la celebrazione eucaristica in onore del servo di Dio melissanese.

Alliste – Appassionato da tempo di matematica, l’allistino Samuele Manco continua a coltivare le sue doti e lo fa con eccellenza, figurando ancora una volta tra i migliori ai “Giochi matematici del Mediterraneo”. Per il terzo anno consecutivo, infatti, il giovanissimo studente iscritto al primo anno del liceo scientifico “Quinto Ennio” di Gallipoli, prenderà parte alla finale nazionale del 22 aprile che si terrà, come da prassi, a Palermo. Il concorso, promosso dall’Accademia italiana per la promozione della matematica «Alfredo Guido», ha contato quest’anno ben 185mila concorrenti da tutta Italia, tra i quali soltanto i 720 ragazzi coi risultati migliori hanno conseguito l’accesso all’appuntamento conclusivo. Archiviata l’ennesima finale in Sicilia, Samuele concorrerà anche in quella nazionale dei “Campionati internazionali di Giochi matematici”, organizzati dal Centro Pristem dell’Università Bocconi di Milano, dove si svolgerà il 12 maggio prossimo. I vincitori di quest’ultima andranno a comporre la squadra che rappresenterà l’Italia alla finale internazionale di fine agosto, a Parigi.

«Fin da piccolo la logica, gli enigmi e i problemi matematici mi hanno sempre incuriosito – ha commentato Samuele – Adoro le sfide: più un esercizio è complicato e intrigante, più mi appassiona».

Taurisano – La musica come ancora di salvezza. Un’immagine che farà da sfondo all’appuntamento musicale organizzato dall’associazione “OdA – Officina degli artisti” per domenica 15 aprile, alle 20, presso la struttura tensostatica del L.U.G. “da Charlotte”, a Taurisano. L’evento dell’”Oda Music Fest”, nato per valorizzare gli strumenti in ottone, “brass”, e per diffondere la cultura e l’espressione di questi strumenti, vedrà protagonista di questa terza edizione il gruppo degli “Apocalypse trio”, di cui fa parte un musicista speciale che, rimasto tetraplegico a causa di un incidente stradale nel 2004, sfoga oggi tutto il suo coraggio e la sua passione per la musica suonando la tromba. Il trombettista in questione è Vincenzo Deluci. Completano il trio Giuseppe Mariani (elettronica) e Camillo Pace (doublebass – electron ics). La loro performance trasporterà il pubblico in nuovi mondi visio-musicali, come una sorta di slow motion, attraverso l’unione di strumenti acustici ed elettronici dando vita ad un progetto di New elettro-jazz. Profondamente toccante, ricca di speranza, la storia del Maestro Deluci: grazie alla “slide trumpet” creata ad hoc dal musicista Giuliano Di Cesare, sfrutta a pieno quel residuo movimento dell’avambraccio sinistro che conserva, per poter esprimere in musica la propria passione, tant’è che, già dal 2006, il trombettista è ritornato a comporre opere inedite con l’ausilio di un puntatore ottico e di un computer ad alta tecnologia. Di recente ha dato vita all’associazione “AccordiAbili”, di cui è presidente, insieme a Fabrizio Giannuzzi, Giuliano Di Cesare, Bruno Marchi e Cinzia Marasciulo. L’obiettivo prioritario è lo sviluppo di nuove tecnologie che possano permettere ai diversamente abili con abilità facoltative integre di suonare almeno uno strumento musicale. La direzione artistica dell’evento è affidata a Marco Puzzello. La performance pittorica sarà curata da Emanuele De Marco; voce narrante di Pasquale Santoro.

Racale – Integrazione è sinonimo di scoperta. Scoperta è curiosità: il progetto “UMANA” (con la partecipazione di Piazzasalento) mira all’incontro, al confronto e all’assaggio di culture diverse dalla nostra. Ne è testimonianza quanto è avvenuto nel terzo dei sette giorni contro il razzismo: il laboratorio etno-gastronomico, allestito nei locali dell’ex Mercato coperto, ha permesso di conoscere, approfondire e degustare le pietanze tipiche delle zone di provenienza dei ragazzi della Comunità “Crisalide”di Felline e degli stranieri residenti a Racale: dal soupe kandja alla thiere e al kartoffer. Estremamente toccanti e commoventi le realtà raccontate dai ragazzi agli studenti degli Istituti Comprensivi di Racale e Taviano, l’indomani mattina: i tragitti silenziosi e interminabili compiuti a piedi, in macchine e in barche antiquate e stracolme di uomini, donne e bambini accomunati dalla speranza di raggiungere integri la meta; nel mezzo, i giorni di prigionia, i numerosi momenti senza cibo, il duro lavoro e le difficoltà. Tra i relatori dell’incontro: Maria Antonietta Rucco, presidente provinciale UNICEF, Stefania Manzo, dirigente del Comprensivo di Racale, Serena Stefanelli, assessore comunale di Taviano con delega alle Politiche sociali e alle Pari opportunità e Fernando Calò, dirigente del Comprensivo di Taviano.

Melissano – Prosegue l’escalation poetica di Stefano Giuseppe Scarcella, che continua a ottenere riconoscimenti importanti per i suoi componimenti. A tre mesi dalla vittoria del terzo Premio Internazionale “Salvatore Quasimodo” di Tivoli, il poeta melissanese si è guadagnato, con la poesia “Le cose del silenzio”, il quarto posto al secondo Premio Internazionale “Maria Cumani Quasimodo” di Avigliano Umbro, nel cuore del Centro Europeo di Toscolano, centro pulsante della Scuola Autori di Mogol, grande paroliere, produttore discografico e scrittore italiano.

Ma non è finita qui: la sua composizione “Laddove s’accendono poesie” è stata selezionata dal progetto “Alessandro Quasimodo legge i poeti italiani contemporanei” per essere interpretata dall’attore, regista e poeta italiano in persona, e incisa su cd allegato all’omonima antologia; il video verrà presto diffuso sul web. “Mi ritengo fortunato ad essere parte di questi progetti culturali perché realizzo il sogno di poter condividere ed esternare, con coraggio e passione, le mie emozioni – racconta Scarcella – Ringrazio i miei concittadini e i lettori perché senza il loro affetto non potrei ricevere ed accogliere certe sensibilità”. Scarcella, frattanto, è già iscritto ai concorsi “Europa in Versi 2018”, Premio Internazionale di poesia de “La Casa della Poesia di Como” con giuria presieduta dal poeta Milo De Angelis, e al “Premio Argentario 2018”.

Racale – Si è avviata lunedì l’intensa settimana di attività ed eventi culturali del Progetto ministeriale “Umana – Percorsi d’integrazione tra uomini” contro ogni tipo di discriminazione razziale o etnica. Con un cambio di programma imposto dal maltempo – la pioggia, infatti, ha impedito alla scolaresca del Comprensivo di raggiungere l’ex Mercato Coperto per assistere all’anteprima della mostra fotografica “Human Memory” di Giuliano Sabato, curata dal prof. Giorgio Biasco ed esposta da RacaleCam, poi riproposta in serata – la rassegna è stata inaugurata nel pomeriggio coi saluti istituzionali del sindaco Donato Metallo, di Anna Maria Errico (Presidente del Consiglio Comunale e consigliere con delega all’Accoglienza), di Daniele Renna (consigliere con delega alla Politiche giovanili) e di Liliana Putino (presidente della Soc. Coopertiva de “Gli Indisciplinati”).

L’appuntamento si è aperto con il bel gesto di Eleonora Renni – una dei ragazzi della delegazione racalina che ha preso parte al “Treno della Memoria 2018” – la quale ha donato la sua opera-ricordo pittorica alla comunità, emblematicamente intitolata “Io ti ricordo”. All’incontro, moderato da Mattia Chetta, è intervenuta Marcella Nuzzaci (responsabile provinciale Amnesty International Lecce), che ha relazionato sul tema “Diritti umani e razzismo”, rilevando pure quei linguaggi politici fomentatori d’odio e di intimidazione verso particolari gruppi di persone. Paolo Paticchio, presidente dell’associazione. “Terra del Fuoco Mediterranea”, ha posto l’accento sul tema “Memoria e razzismo”, rivolgendo alla comunità l’appello “di fare memoria collettiva e di contagiarci l’un l’altro nell’elusione dell’odio razzista attraverso il ricordo sempre vivo di tragedie umane incommensurabili”.

Nella seconda giornata del progetto, il direttore di Piazzasalento, Fernando D’Aprile, ha reso omaggio alla memoria di Alessandro Leogrande, scrittore, giornalista e filosofo stroncato da un malore, ad appena quarant’anni, nel novembre scorso. Proprio martedì 20 marzo, giorno dell’incontro, si è spento Stefano Leogrande, padre dello scrittore, le cui parole dedicate al figlio prematuramente scomparso sono state ricordate dal direttore di Piazzasalento. Marco Antonio Romano, presidente dell’associazione “Témenos Recinti Teatrali”, e i ragazzi della Comunità “Crisalide” di Felline hanno letto e interpretato alcuni passi significativi tratti dal libro “La frontiera”, con cui Leogrande racconta la vita a bordo delle navi nelle operazioni Mare Nostrum e le storie di trafficanti e baby-scafisti, di sopravvissuti ai naufragi del Mediterraneo al largo di Lampedusa, degli eritrei costretti alla migrazione dalla dittatura, della frontiera greca, di Alba Dorata, di Patrasso, dei Balcani e della Libia.

foto di Giuliano Sabato

Alliste – Il grande sport approda ad Alliste il 26 marzo prossimo, quando l’auditorium della scuola media “Dante Alighieri” accoglierà, a partire dalle 19, il convegno tematico intitolato “Sport & traguardi”. Il dibattito sportivo, organizzato dall’assessorato alla Sport in collaborazione con la Consulta dei Giovani di Alliste e Felline e l’Asd Alliste Volley, sarà moderato dal giornalista di Telenorba, Bruno Conte. Interverranno rinomati atleti e dirigenti sportivi, tra i quali: Paolo Tofoli, campione del mondo di volley 1990 e 1994 e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atlanta 1996, nonché attuale allenatore dell’Aurispa Volley Alessano in A2, Alessandro Adamo, amministratore delegato dell’U.S. Lecce, Massimo Venneri, presidente Volley Aurispa Alessano in A2, Franco Lepore, capitano dell’U.S. Lecce, Daniele Greco, di Galatone, 4° classificato alle Olimpiadi di Londra 2012 e campione europeo 2013 nel salto triplo, e Gianni Leone, campione di Ju-Jitsu, detentore di 17 titoli nazionali, un titolo internazionale e uno di vice campione europeo. «È un onore per noi ospitare campioni di questo calibro, testimoni di professionalità e sacrificio – spiega l’assessore Marilù Rega – Attraverso il convegno vogliamo rilanciare l’importanza dell’attività sportiva e di praticarla con costanza e dedizione: lo sport inteso come metafora della vita».

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...