Home Authors Posts by Tommaso Stefanachi

Tommaso Stefanachi

211 POSTS 0 COMMENTS

Melissano – Ricorre quest’anno il 50° anniversario della morte di don Quintino Sicuro, servo di Dio, avvenuta il 26 dicembre 1968 sul Monte Fumaiolo, a Balze di Verghereto, dove ha operato. La sua storia è indelebilmente segnata dalla scelta di abbandonare l’onorabile divisa di vice-brigadiere della Guardia di Finanza per rinunciare a tutto e dedicarsi completamente alla fede e alla meditazione silenziosa con Cristo, indossando i poveri panni del prete eremita. L’associazione melissanese “Amici di don Quintino Sicuro”, presieduta da Nicola Scarpa, ha previsto una serie di appuntamenti che celebreranno, con la forza della preghiera e della partecipazione, un accadimento degno di memoria ed importanza per la comunità compaesana e non solo. Già in questi giorni, infatti, è in visita a Melissano l’eremita Giambattista Ferro, custode dell’eremo di Sant’Alberico, che fu ristrutturato proprio da don Quintino. L’eremita ha incontrato i soci in sede, la comunità di fedeli presso la Chiesa Madre e i Giovanissimi di Azione Cattolica e Anspi nella Chiesa di Gesù Redentore. Quest’evento è stato preceduto, l’11 aprile, dalla presentazione del logo dell’anniversario realizzato dal prof. Franco Ventura, nella sede associativa di via Paolo Veronese, 13.

Il 29 maggio prossimo, in occasione della commemorazione della nascita di don Quintino, sarà disposta una celebrazione eucaristica presieduta da Monsignor Elio Di Nunno, cappellano militare regionale della Guardia di Finanza. Il 5 giugno, ricorrenza del Battesimo di don Quintino, la liturgia sarà celebrata da Sua Eccellenza Monsignor Douglas Regattieri, vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina. In estate, il 29 agosto, è fissato un pellegrinaggio all’eremo per la “Festa di Sant’Alberico”. La serie di appuntamenti culminerà il 26 dicembre 2018, giornata del 50° anniversario della morte del sacerdote-eremita, quando il vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli Fernando Filograna presiederà la celebrazione eucaristica in onore del servo di Dio melissanese.

Alliste – Appassionato da tempo di matematica, l’allistino Samuele Manco continua a coltivare le sue doti e lo fa con eccellenza, figurando ancora una volta tra i migliori ai “Giochi matematici del Mediterraneo”. Per il terzo anno consecutivo, infatti, il giovanissimo studente iscritto al primo anno del liceo scientifico “Quinto Ennio” di Gallipoli, prenderà parte alla finale nazionale del 22 aprile che si terrà, come da prassi, a Palermo. Il concorso, promosso dall’Accademia italiana per la promozione della matematica «Alfredo Guido», ha contato quest’anno ben 185mila concorrenti da tutta Italia, tra i quali soltanto i 720 ragazzi coi risultati migliori hanno conseguito l’accesso all’appuntamento conclusivo. Archiviata l’ennesima finale in Sicilia, Samuele concorrerà anche in quella nazionale dei “Campionati internazionali di Giochi matematici”, organizzati dal Centro Pristem dell’Università Bocconi di Milano, dove si svolgerà il 12 maggio prossimo. I vincitori di quest’ultima andranno a comporre la squadra che rappresenterà l’Italia alla finale internazionale di fine agosto, a Parigi.

«Fin da piccolo la logica, gli enigmi e i problemi matematici mi hanno sempre incuriosito – ha commentato Samuele – Adoro le sfide: più un esercizio è complicato e intrigante, più mi appassiona».

Taurisano – La musica come ancora di salvezza. Un’immagine che farà da sfondo all’appuntamento musicale organizzato dall’associazione “OdA – Officina degli artisti” per domenica 15 aprile, alle 20, presso la struttura tensostatica del L.U.G. “da Charlotte”, a Taurisano. L’evento dell’”Oda Music Fest”, nato per valorizzare gli strumenti in ottone, “brass”, e per diffondere la cultura e l’espressione di questi strumenti, vedrà protagonista di questa terza edizione il gruppo degli “Apocalypse trio”, di cui fa parte un musicista speciale che, rimasto tetraplegico a causa di un incidente stradale nel 2004, sfoga oggi tutto il suo coraggio e la sua passione per la musica suonando la tromba. Il trombettista in questione è Vincenzo Deluci. Completano il trio Giuseppe Mariani (elettronica) e Camillo Pace (doublebass – electron ics). La loro performance trasporterà il pubblico in nuovi mondi visio-musicali, come una sorta di slow motion, attraverso l’unione di strumenti acustici ed elettronici dando vita ad un progetto di New elettro-jazz. Profondamente toccante, ricca di speranza, la storia del Maestro Deluci: grazie alla “slide trumpet” creata ad hoc dal musicista Giuliano Di Cesare, sfrutta a pieno quel residuo movimento dell’avambraccio sinistro che conserva, per poter esprimere in musica la propria passione, tant’è che, già dal 2006, il trombettista è ritornato a comporre opere inedite con l’ausilio di un puntatore ottico e di un computer ad alta tecnologia. Di recente ha dato vita all’associazione “AccordiAbili”, di cui è presidente, insieme a Fabrizio Giannuzzi, Giuliano Di Cesare, Bruno Marchi e Cinzia Marasciulo. L’obiettivo prioritario è lo sviluppo di nuove tecnologie che possano permettere ai diversamente abili con abilità facoltative integre di suonare almeno uno strumento musicale. La direzione artistica dell’evento è affidata a Marco Puzzello. La performance pittorica sarà curata da Emanuele De Marco; voce narrante di Pasquale Santoro.

Racale – Integrazione è sinonimo di scoperta. Scoperta è curiosità: il progetto “UMANA” (con la partecipazione di Piazzasalento) mira all’incontro, al confronto e all’assaggio di culture diverse dalla nostra. Ne è testimonianza quanto è avvenuto nel terzo dei sette giorni contro il razzismo: il laboratorio etno-gastronomico, allestito nei locali dell’ex Mercato coperto, ha permesso di conoscere, approfondire e degustare le pietanze tipiche delle zone di provenienza dei ragazzi della Comunità “Crisalide”di Felline e degli stranieri residenti a Racale: dal soupe kandja alla thiere e al kartoffer. Estremamente toccanti e commoventi le realtà raccontate dai ragazzi agli studenti degli Istituti Comprensivi di Racale e Taviano, l’indomani mattina: i tragitti silenziosi e interminabili compiuti a piedi, in macchine e in barche antiquate e stracolme di uomini, donne e bambini accomunati dalla speranza di raggiungere integri la meta; nel mezzo, i giorni di prigionia, i numerosi momenti senza cibo, il duro lavoro e le difficoltà. Tra i relatori dell’incontro: Maria Antonietta Rucco, presidente provinciale UNICEF, Stefania Manzo, dirigente del Comprensivo di Racale, Serena Stefanelli, assessore comunale di Taviano con delega alle Politiche sociali e alle Pari opportunità e Fernando Calò, dirigente del Comprensivo di Taviano.

Melissano – Prosegue l’escalation poetica di Stefano Giuseppe Scarcella, che continua a ottenere riconoscimenti importanti per i suoi componimenti. A tre mesi dalla vittoria del terzo Premio Internazionale “Salvatore Quasimodo” di Tivoli, il poeta melissanese si è guadagnato, con la poesia “Le cose del silenzio”, il quarto posto al secondo Premio Internazionale “Maria Cumani Quasimodo” di Avigliano Umbro, nel cuore del Centro Europeo di Toscolano, centro pulsante della Scuola Autori di Mogol, grande paroliere, produttore discografico e scrittore italiano.

Ma non è finita qui: la sua composizione “Laddove s’accendono poesie” è stata selezionata dal progetto “Alessandro Quasimodo legge i poeti italiani contemporanei” per essere interpretata dall’attore, regista e poeta italiano in persona, e incisa su cd allegato all’omonima antologia; il video verrà presto diffuso sul web. “Mi ritengo fortunato ad essere parte di questi progetti culturali perché realizzo il sogno di poter condividere ed esternare, con coraggio e passione, le mie emozioni – racconta Scarcella – Ringrazio i miei concittadini e i lettori perché senza il loro affetto non potrei ricevere ed accogliere certe sensibilità”. Scarcella, frattanto, è già iscritto ai concorsi “Europa in Versi 2018”, Premio Internazionale di poesia de “La Casa della Poesia di Como” con giuria presieduta dal poeta Milo De Angelis, e al “Premio Argentario 2018”.

Racale – Si è avviata lunedì l’intensa settimana di attività ed eventi culturali del Progetto ministeriale “Umana – Percorsi d’integrazione tra uomini” contro ogni tipo di discriminazione razziale o etnica. Con un cambio di programma imposto dal maltempo – la pioggia, infatti, ha impedito alla scolaresca del Comprensivo di raggiungere l’ex Mercato Coperto per assistere all’anteprima della mostra fotografica “Human Memory” di Giuliano Sabato, curata dal prof. Giorgio Biasco ed esposta da RacaleCam, poi riproposta in serata – la rassegna è stata inaugurata nel pomeriggio coi saluti istituzionali del sindaco Donato Metallo, di Anna Maria Errico (Presidente del Consiglio Comunale e consigliere con delega all’Accoglienza), di Daniele Renna (consigliere con delega alla Politiche giovanili) e di Liliana Putino (presidente della Soc. Coopertiva de “Gli Indisciplinati”).

L’appuntamento si è aperto con il bel gesto di Eleonora Renni – una dei ragazzi della delegazione racalina che ha preso parte al “Treno della Memoria 2018” – la quale ha donato la sua opera-ricordo pittorica alla comunità, emblematicamente intitolata “Io ti ricordo”. All’incontro, moderato da Mattia Chetta, è intervenuta Marcella Nuzzaci (responsabile provinciale Amnesty International Lecce), che ha relazionato sul tema “Diritti umani e razzismo”, rilevando pure quei linguaggi politici fomentatori d’odio e di intimidazione verso particolari gruppi di persone. Paolo Paticchio, presidente dell’associazione. “Terra del Fuoco Mediterranea”, ha posto l’accento sul tema “Memoria e razzismo”, rivolgendo alla comunità l’appello “di fare memoria collettiva e di contagiarci l’un l’altro nell’elusione dell’odio razzista attraverso il ricordo sempre vivo di tragedie umane incommensurabili”.

Nella seconda giornata del progetto, il direttore di Piazzasalento, Fernando D’Aprile, ha reso omaggio alla memoria di Alessandro Leogrande, scrittore, giornalista e filosofo stroncato da un malore, ad appena quarant’anni, nel novembre scorso. Proprio martedì 20 marzo, giorno dell’incontro, si è spento Stefano Leogrande, padre dello scrittore, le cui parole dedicate al figlio prematuramente scomparso sono state ricordate dal direttore di Piazzasalento. Marco Antonio Romano, presidente dell’associazione “Témenos Recinti Teatrali”, e i ragazzi della Comunità “Crisalide” di Felline hanno letto e interpretato alcuni passi significativi tratti dal libro “La frontiera”, con cui Leogrande racconta la vita a bordo delle navi nelle operazioni Mare Nostrum e le storie di trafficanti e baby-scafisti, di sopravvissuti ai naufragi del Mediterraneo al largo di Lampedusa, degli eritrei costretti alla migrazione dalla dittatura, della frontiera greca, di Alba Dorata, di Patrasso, dei Balcani e della Libia.

foto di Giuliano Sabato

Alliste – Il grande sport approda ad Alliste il 26 marzo prossimo, quando l’auditorium della scuola media “Dante Alighieri” accoglierà, a partire dalle 19, il convegno tematico intitolato “Sport & traguardi”. Il dibattito sportivo, organizzato dall’assessorato alla Sport in collaborazione con la Consulta dei Giovani di Alliste e Felline e l’Asd Alliste Volley, sarà moderato dal giornalista di Telenorba, Bruno Conte. Interverranno rinomati atleti e dirigenti sportivi, tra i quali: Paolo Tofoli, campione del mondo di volley 1990 e 1994 e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atlanta 1996, nonché attuale allenatore dell’Aurispa Volley Alessano in A2, Alessandro Adamo, amministratore delegato dell’U.S. Lecce, Massimo Venneri, presidente Volley Aurispa Alessano in A2, Franco Lepore, capitano dell’U.S. Lecce, Daniele Greco, di Galatone, 4° classificato alle Olimpiadi di Londra 2012 e campione europeo 2013 nel salto triplo, e Gianni Leone, campione di Ju-Jitsu, detentore di 17 titoli nazionali, un titolo internazionale e uno di vice campione europeo. «È un onore per noi ospitare campioni di questo calibro, testimoni di professionalità e sacrificio – spiega l’assessore Marilù Rega – Attraverso il convegno vogliamo rilanciare l’importanza dell’attività sportiva e di praticarla con costanza e dedizione: lo sport inteso come metafora della vita».

Racale – Si è presentato al pubblico, nella sala San Sebastiano della sede comunale, il programma settimanale del progetto “Umana – Percorsi d’integrazione tra uomini”, realizzato dal Comune di Racale in collaborazione con la società cooperativa “Gli Indisciplinati”, ente gestore del Museo dell’Emigrazione delle Serre Salentine. Il percorso stilato si protrarrà, con un evento al giorno, nella settimana dal 19 al 25 marzo, con la realizzazione di eventi istituzionali, attività culturali, formative e di spettacolo dal vivo. Il sindaco Donato Metallo ha rimarcato “lo strepitoso risultato degli ideatori del progetto, vincitori del bando emanato, su scala nazionale, dal Dipartimento per le Pari Opportunità, volto alla promozione della parità di trattamento e alla rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica”. L’augurio conclusivo del primo cittadino si è rivolto ai ragazzi presenti in sala, affinché “siano curiosi di conoscere e di andare a indagare, con passione, la bellezza delle altre culture”, e ai loro genitori affinché “non ci lascino soli, perché è una battaglia lunga, difficile, di profondità e di delicatezza, ma che va combattuta”. «Sarà una settimana di cultura che ci consentirà di rilevare la bellezza di chi ci vive accanto – ha commentato Emanuela De Donatis, rappresentante de “Gli Indisciplinati” – La bellezza di chi ci è assolutamente simile e uguale».

Il progetto annovera diverse partnership, tra cui: gli Istituti Comprensivi di Racale e Taviano, le associazioni Granelli di sabbia di Ugento, Racalecam, Terra del fuoco, Unicef, Amnesty International, la comunità d’accoglienza “Crisalide” di Felline, Emys di Gallipoli, Piazzasalento e la compagnia di “Témenos Recinti Teatrali”. L’intervento finale di Marco Antonio Romano, attore di Témenos, ha posto l’accento sull’esperienza personale di dialogo coi racconti dei ragazzi della Crisalide, rilevando l’importanza del progetto che, attraverso diverse attività, “si propone di porre tutti quanti in unico canale d’ascolto, che è quello della comprensione dell’altro senza il pregiudizio mentale di alcun genere, e di costruire, con forza, una comunità solidale, tosta, responsabile e intelligente”. La rassegna si evolverà nei locali dell’ex Mercato Coperto con appuntamenti mattutini e in serata, a partire da lunedì prossimo.

Il programma:

  • Lunedì 19 marzo alle ore 9 presso l’ex Mercato coperto (piazza San Sebastiano) incontro con gli studenti dell’Istituto comprensivo Statale di Racale e Taviano e anteprima della mostra fotografica “Human Memory”. Saluti di Donato Metallo, sindaco di Racale, Daniele Renna, consigliere comunale con delega alle Politiche giovanili. Interventi di Stefania Manzo, Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Racale e Fernando Calò, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Taviano; Giuliano Sabato, fotoamatore. Modera Marco Antonio Romano, presidente dell’Ass. Recinti Témenos.
  • Alle ore 18,30 inaugurazione del progetto ministeriale “UMANA – Percorsi d’integrazione tra uomini” con l’esposizione fotografica di Racale Cam “HUMAN MEMORY” – foto di Giuliano Sabato curata da Giorgio Biasco -. Scatti realizzati durante l’esperienza del Treno della Memoria – gennaio 2018 – sulla tematica del razzismo e dell’Olocausto. Saluti di Donato Metallo, sindaco di Racale, Daniele Renna, consigliere comunale con delega alle Politiche giovanili e promotore del Treno della Memoria a Racale, Liliana Putino, presidente società cooperativa “Gli InDisciplinati”. Interventi di Paolo Paticchio, presidente dell’Ass. “Terra del Fuoco Mediterranea”, tema “Memoria e razzismo”, Marcella Nuzzaci, responsabile provinciale Amnesty International Lecce, tema “Diritti umani e razzismo”, prof. Attilio Pisanò, docente di Storia di Filosofia del Diritto e dei Diritti umani presso l’Università del Salento, tema “Razzismo, filosofia e diritti umani”, Giorgio Biasco, docente di Tecnica e Cultura fotografica presso la scuola di fotografia “Photosintesi”. Durante l’inaugurazione verrà presentata l’opera pittorica “Io ti ricordo” di Eleonora Renni. Modera: Mattia Chetta.
  • Martedì 20/03 alle 18.30 nell’ex Mercato Coperto presentazione del libro “La frontiera”, di Alessandro Leogrande, nella serata a lui dedicata, con Fernando D’Aprile, direttore di “Piazzasalento” e Marco Antonio Romano. Letture dei passi tratti dal libro e autobiografia a cura dei residenti presso la Comunità Crisalide.
  • Mercoledì 21/03, alle 19 presso l’ex Mercato Coperto laboratorio etno-gastronomico sulle pietanze tipiche della cucina d’origine degli stranieri residenti in Racale.“Dal Salento ai Balcani” – Concerto a cura di Donatello Pisanello e Lamberto Probo.
  • Giovedì 22 marzo presso l’Istituto Comprensivo di Racale, via Piemonte (ore 9,30) e l’Istituto comprensivo di Taviano, piazza G. Lombardo Radice (ore 11) Interventi di Maria Antonietta Rucco, presidente provinciale Unicef e letture a cura di Liliana Putino e Marco Antonio Romano. L’incontro di Taviano sarà aperto dal Sindaco Giuseppe Tanisi.
  • Venerdì 23 marzo presso l’ex Mercato coperto proiezione del cortometraggio “La giraffa senza gamba”, di Fausto Romano. Interventi di Gloria Romano.
  • Sabato 24 marzo alle 18.30 l’ex Mercato coperto ospita la proiezione del cortometraggio “Babbo Natale”, di Alessandro Valenti. Parteciperanno Andrea Simonetti, attore, con interventi di Luigi Giorgio Caputo – Razzismo, psicologia e sociologia – e Angelo Donno, sociologo.
  • Domenica 25 marzo alle 19 presso l’ex Mercato Coperto in scena lo spettacolo teatrale “Umana” con la partecipazione di Roberto Tanisi (presidente della Corte D’Appello di Lecce), in collaborazione con Témenos Recinti Teatrali e i ragazzi della Scuola di Teatro Comunale di Racale.

Alliste – La Consulta dei Giovani di Alliste e Felline si tinge di rosa. È un omaggio alle donne, infatti, l’appuntamento culturale organizzato per questa sera, sabato 10 marzo, presso il “Cortile dei Libri Parlanti” di Vito Adamo. La serata, a partire dalle 18:30, prevede la presentazione del libro digitale dell’autrice Roberta Adamo, intitolato “I colori di Anna”. Dialogherà con lei Roberta Scanderebech, moderatrice dell’incontro. Gli estratti di letture dal testo saranno affidati alle voci di Giorgia Galati, Angelo Catamo (Consigliere comunale delegato alla Consulta) e Marilù Rega (Assessore comunale all’ambiente). Nel corso della serata, inoltre, verranno premiate quattro donne che, con il loro operato nei rispettivi ambiti di competenza, hanno manifestato amore e impegno per il territorio: la Sig.ra Maria Teresa Cataldo, il Maestro Daniela Gennaio, la Dott.ssa Filomena Giannelli e la Sig.ra Anna Macrì. Prenderanno parte attiva all’evento l’artista Selenia Stoppa e il musicista Walter Santoro. Addolciranno la serata il “Cafè dei Napoli” e la “Pasticceria Maggio”.

Alliste – Ha affrontato il delicato e attuale problema del bullismo e le buone pratiche da attivare nei percorsi di formazione di base dei ragazzi, il convegno ospitato dal Comprensivo “Calvino” – guidato dalla dirigente scolastica Anna Grazia Galante – il 15 febbraio scorso, nell’auditorium della Secondaria di I grado. L’incontro ha visto la partecipazione di diversi relatori, quali lo scrittore Giacomo Sances, l’editore Lorenzo Palumbo, l’attore Luca Morciano e il professor Daniele Manni (di Racale) con i ragazzi fondatori del gruppo “Mabasta” (Movimento antibullismo animato da studenti adolescenti) dell’ I.I.S.S. Galilei Costa di Lecce, ed è stato il momento conclusivo di un percorso di lettura e di cittadinanza attiva inserito nel “Progetto lettura e biblioteca scolastica”, frutto dell’impegno congiunto delle docenti delle classi seconde – le professoresse Donatella Piscopiello (referente), Maria Teresa Fracasso e Alessandra De Donatis – in armonia con la dirigente e l’amministrazione comunale, per diffondere l’amore per i libri e controllare la dispersione scolastica. I ragazzi, approfondita la tematica del bullismo attraverso il romanzo sinfonico “La teoria della giostra” di Sances, hanno esposto al pubblico i risultati degli approfondimenti e delle riflessioni sviluppate: giornalino, performance musicali, cartelloni e video. «Ancora una volta le tante vocazioni e professionalità che vivono ed operano all’interno della bella famiglia del “Calvino” hanno saputo fondersi in una sinfonia che sicuramente porterà ad ulteriori traguardi di conoscenza, bellezza e legalità – commenta la prof.ssa Piscopiello – Ringraziamo in particolare le prof.sse Marzano, Coppola, Argentieri e Giarniello, e il prof. Perdicchia per la disponibilità collaborativa».

Melissano – Il maltempo del weekend appena trascorso ha destato non pochi problemi alle aspettative degli organizzatori delle varie sfilate carnevalesche tra i paesi della Ionica Salentina e in tre casi su quattro ha portato al rinvio della manifestazione. Soltanto gli “Amici del Piper” del presidente Francesco Troisi, organizzatori del Carnevale di Melissano, hanno sfidato (e vinto) il tempo poco propizio di domenica pomeriggio, apportando una netta modifica all’ampiezza del tragitto: gruppi e Rioni partecipanti, infatti, hanno sfilato sull’ultimo tratto di strada in direzione di Largo Gesù Redentore, dove sono avvenute esibizioni e premiazioni di tutte le maschere (foto di Alberto Caputo Ritratti). «L’obiettivo di dedicarsi al prossimo, anche sotto le divertenti spoglie di un abito carnevalesco, è raggiunto – ha commentato il sindaco, Alessandro Conte – Nonostante gli impegni, i costi e la burocrazia, Melissano si è fatta sentire, spronando all’inclusione sociale e a lottare contro l’indifferenza rispetto a temi mai troppo dibattuti».
Iscrizioni ancora aperte per qualche giorno nei comuni di Taviano, Racale ed AllisteFelline. “Gli Amici del Carnevale” di Taviano hanno rimandato il corteo in maschera – previsto inizialmente per sabato 10 – al 17 febbraio: il ritrovo è programmato per le 14:30 in Largo Stazione. Anche Racale ha subito la stessa sorte: la manifestazione del 13 è rinviata a domenica 18 mattina, a partire dalle ore 9, col raduno al piazzale dello Stadio comunale e il medesimo programma in scaletta. E infine, il Carnevale Allistino-Fellinese – fissato in origine per l’11 – è prorogato a domenica 18 pomeriggio, con partenza alle 14 da Felline: carri, gruppi e maschere singole potranno ancora comunicare la propria adesione presso la sede de “La Band di Babbo Natale”.

Melissano. Saranno tre giorni di colori, spettacolo e allegria per i quattro paesi limitrofi dell’Unione Ionica Salentina, dove “Un Carnevale tira l’altro”. Organizzazioni indipendenti, ma legate tutte dallo stesso filo conduttore: il divertimento. “Lo scopo è di coinvolgere i partecipanti in un tripudio di colori, maschere, carri e tanta allegria”, spiegano gli organizzatori (foto). Melissano, dopo la prima giornata di festa in maschera del 4 febbraio, sfilerà nuovamente l’11 nel consueto percorso dal piazzale Stazione a Largo Gesù Redentore, a partire dalle 15: in serata nuove esibizioni, sorprese e premiazioni di rioni e gruppi. Sabato 10 toccherà a Taviano e al suo “Carnevale Tavianese 2018”, il cui corteo si snoderà da Largo Convento, dalle 14:30, a zona P.I.R.P Contrada Gallari, dove si esibiranno i gruppi partecipanti e avverrà la premiazione: l’evento sarà presentato da Gianpaolo Viva. Il “Carnevale Allistino-Fellinese” allieterà le cittadine domenica 11: il tragitto prevede la partenza dal piccolo borgo, alle 14, e l’arrivo ad Alliste in piazza Orologio, dove approderanno carri e gruppi mascherati per esibirsi e ricevere i premi. “La Festa dei folli” allieterà il Carnevale Racalino 2018: il corteo mascherato partirà, alle 14:30, dal piazzale Stadio Gen. “L. Basurto” con l’arrivo in piazza Beltrano, ai Giardini del Sole, per la presentazione di gruppi e maschere e l’esibizione a cura di Fausto Cota. Presenterà l’evento Marco Antonio Romano. Previsti premi per il carro, il gruppo e la mascherina più stravagante, con un premio speciale per incoronare il re e la regina dei folli.

Melissano – Archiviata la prima domenica di sfilata, il Carnevale di Melissano si appresta a vivere la seconda giornata di maschere e divertimento. E lo farà mirando a sensibilizzare all’inclusione e contro la violenza sulle donne. Domenica 11 febbraio, inoltre, verranno premiati i partecipanti. Tra i gruppi, figurano: le classi elementari I e II C con il tema “Insieme siamo un capolavoro” e le V A e V B con “A spasso nel tempo”; l’Azione Cattolica con “Il Piccolo Principe: l’essenziale è invisibile agli occhi”; gli Spiriti Liberi con “Tirolesi…dipende da chi paga meglio”; la Fidas con “Noi vampiri solidali”. Nella sezione “Rioni”: la Stazione, insieme all’associazione “Casa per la vita le foglie”, con “La Stazione di Rio”; la Ora, insieme al coro di “Mani Bianche” della Junior Band Melissano e alla Comunità educativa per minori “Crisalide” di Felline, con “Il mondo che vorrei”; il Campo dei Fiori con i “Cowboy”.
I gruppi sono stati valutati una prima volta dalla giuria del 4 febbraio, composta da Luigi Stella (presidente di giuria), dal maestro cartapestaio Giorgio Bentivoglio, da Daniele Scarpina, figlio dello storico maestro cartapestaio gallipolino Uccio Scarpina – che ha omaggiato il presidente del Piper, Francesco Troisi, di un dono particolare per aver fatto menzione della professionalità del padre – dall’assessore di Alliste Marilù Rega, dall’assessore di Taviano Barbara D’Argento e dalla rappresentante dei Giovani di AC di Felline Valeria Manfreda. Domenica 11, invece, saranno valutati da un nuovo corpo giurato formato da: Luigi Stella (presidente), Filomena Giannelli (dirigente scolastico del Comprensivo di Melissano), Cosimo Fonseca, Irene Corciulo (soprano) e Francesca Russo (maestra di ballo). La valutazione finale scaturirà dalla somma complessiva della doppia votazione delle giurie, coadiuvate dai notai Maria Rosaria Siciliano ed Eleonora Coletta.
Domenica sarà tempo anche di sorprese: come da consuetudine, Bruno Manni del Piper allieterà il pubblico con uno dei suoi stravaganti travestimenti e Antonio De Vitis detto “Spillo” riceverà il trofeo “Malelingue”. Gli organizzatori, per il buon esito della manifestazione, ringraziano “l’amministrazione comunale, lo sponsor ufficiale Cides, l’ing. Marco Pisanello, Daniele e Alberto Stefani per il piano sicurezza, la Stazione dei Carabinieri, il Corpo di Polizia municipale, la Protezione Civile, i volontari addetti agli incroci, la comunità, gli sponsor e le associazioni per la collaborazione e la partecipazione”. Sarà ancora Elena Micaletto ad affiancare Francesco Troisi nella presentazione dell’evento, contraddistinto dallo slogan che “Chi ride vive di più” e animato dal desiderio di innovare lo spettacolo predisponendo, per gli anni a venire, un capannone comunale dove far confluire lavorazione e custodia dei carri in cartapesta dei partecipanti.

Melissano – Si avvierà domani, domenica 4 febbraio, la 12^ edizione del “Carnevale Città di Melissano – Trofeo Cides 2018”. E lo farà, come da consuetudine, dal piazzale Stazione, a partire dalle ore 15, quand’è previsto l’inizio della sfilata dei gruppi mascherati e dei Rioni. Quest’anno, più che mai, le innumerevoli difficoltà logistiche dovute al decreto sicurezza hanno reso incerto fino all’ultimo il regolare svolgimento della manifestazione (in particolare, il lungo percorso tradizionale dalla Stazione a Largo Gesù Redentore), ma proprio nella giornata di ieri, il primo cittadino Alessandro Conte ha ottenuto il nulla osta da parte della Questura, annunciandolo sulla pagina istituzionale del Comune di Melissano: «Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito fino ad ora e coloro che contribuiranno durante tutto lo svolgimento, alla buona riuscita dell’evento. Buon divertimento a tutti!», ha concluso.

A contribuire all’organizzazione dell’evento da 12 anni a questa parte è l’associazione “Amici del Piper”, nella figura del presidente, Francesco Troisi (foto), nonché presentatore del Carnevale – coadiuvato da Elena Micaletto – e di tutti i suoi componenti che, con passione, hanno assicurato un’edizione “pronta a dare spettacolo” e contraddistinta dal motto che “Chi ride vive di più”. La manifestazione, gemellata con la “Fabbrica del Carnevale di Gallipoli” e con il “Carnevale di Galatone”, prevede, oltre al 4 febbraio, un secondo giorno di sfilata per domenica 11. Tra i partecipanti, per la sezione “Gruppi mascherati” figurano: Scuola elementare 1^C e 2^C, Scuola elementare 5^A e 5^B, Azione Cattolica dei Ragazzi (ACR), Spiriti Liberi, Gruppo di Gallipoli e Fidas (Donatori Volontari di Sangue); per la sezione “Rioni”: Stazione, Campo dei fiori e Ora. Potranno iscriversi anche maschere in coppia e maschere singole. Tutti i partecipanti saranno giudicati da una giuria di 12 componenti più il Presidente, formata da due giurie differenti composte da sei giurati (una per il 4 e una per l’11 febbraio): dalla somma complessiva dei voti dei due giorni di sfilata scaturiranno i vincitori dei trofei.

Alliste – Sarà un “Carnevale Allistino-Fellinese 2018” inedito e solidale. L’iniziativa sosterrà, infatti, tramite donazione, la ricerca scientifica di FISM (Fondazione Italiana Sclerosi Multipla). Scongiurato il rischio di un nulla di fatto, “La Band di Babbo Natale”, la Protezione Civile e Anna Lucia Gaetani hanno attivato la propria collaborazione disponendo materiale, personale ed esperienza al fine di allestire al meglio l’organizzazione dell’evento. Decisivo, a tal fine, l’incontro e l’impegno dell’assessore allo Spettacolo, Marilù Rega.

Il programma per domenica 11 febbraio prevede, alle 14, la partenza del corteo da Felline, dalla piazzetta di via Milano, e l’arrivo ad Alliste, in piazza Orologio, un’ora più tardi, dove si esibiranno i gruppi e le maschere partecipanti. Le quote di iscrizione son di 25€ per i carri, di 20€ per i gruppi e di 2€ per le maschere. Ricchi premi: unico premio di 200€ con targa per i carri; primo premio di 150€, secondo di 100€ e terzo di 50€ con relative targhette per i gruppi; trofeo per i primi tre classificati nella sezione “maschere”. È possibile iscriversi al Carnevale presso la sede de “La Band di Babbo Natale”, in via Marangi (dietro la Torre dell’Orologio), nei giorni dal 5 al 10 febbraio, dalle 18 alle 20. Per informazioni, chiamare ai numeri: 320.4746510 – 327.7617634. «La novità più importante è che il Carnevale Allistino-fellinese rientra fra i 50 eventi nazionali a sostegno della FISM, nel 50° anniversario dalla sua fondazione – spiegano gli organizzatori – Si tratterà, dunque, di una manifestazione rivolta a persone meno fortunate di noi: il connubio perfetto per dare un senso agli eventi».

Melissano – Si aggiunge un nuovo riconoscimento al palmares dello scrittore Stefano Giuseppe Scarcella, che ha conseguito un’importante vittoria alla terza edizione del Premio internazionale “Salvatore Quasimodo”, nella sezione dedicata a “Breve raccolta poetica inedita di 15 componimenti”. «Una chiusura d’anno col botto – ha commentato il vincitore – È un premio inatteso che gratifica, con estrema soddisfazione, tutti gli anni di studio personale, di perseveranza, di non arresa, di passione». La consegna del premio, per mano di Alessandro Quasimodo, figlio del grande poeta italiano e presidente di giuria per l’occasione, ha contribuito ad amplificarne l’emozione e il valore. «Un 2017 straordinario che mi ha regalato grandi soddisfazioni e riconoscimenti in tutta Italia – prosegue Scarcella – Non posso che ringraziare Aletti Editore, ideatore e promotore del premio, e lo stesso Alessandro Quasimodo che ha scelto, personalmente, tra i finalisti, il mio nome su tutti». Già autore di diversi fascicoli e volumi di poesia, l’autore salentino è prossimo alla nuova pubblicazione, intitolata “Se la vita veste rumore”.

Alliste – Ha 22 anni, un diploma al Liceo artistico “Ciardo” di Lecce, un futuro da aspirante artista – si diletta nella pittura e nella ritrattistica – e un presente da modella. Lei è Ilenia Palamà e, di certo, il suo sarà un 2018 tutto da incorniciare, o meglio, tutto da sfogliare, mese per mese: la giovane di Alliste è, infatti, una delle 22 modelle prescelte per il calendario “Beautiful Curvy 2018”, giunto alla sua sesta edizione. La pubblicazione è frutto di un concorso nato su idea della giornalista italo-tedesca Barbara Christmann ed ha per protagoniste donne fra i 20 e i 50 anni, tutte belle e formose: modelle alternative agli stereotipi, amanti soprattutto dell’armonia con se stesse. «Questo progetto è di fondamentale importanza per me e non voglio che lo si strumentalizzi col messaggio che “grasso è bello” – precisa Ilenia –. “Curvy” non significa essere fortemente in sovrappeso, perché bisogna amare e curare il proprio corpo. Nessuno è perfetto, ma tutti possiamo essere in pace con noi stessi: un bel viso vince su tutto, insieme al portamento e ai modi di fare». La scorsa estate, Ilenia è venuta a conoscenza del concorso per caso e quasi per gioco ha inviato una mail alla redazione proponendosi, senza troppe aspettative, per partecipare alle selezioni. A settembre la chiamata a Milano per i casting dove è stata selezionata tra le 22 protagoniste del calendario fra oltre 500 partecipanti provenienti da tutta Italia. “Beautiful Curvy” si propone quale progetto sociale, un vero e proprio inno alla bellezza, alla positività e al rispetto di sé e degli altri. E Ilenia invita ad andare sempre oltre le apparenze e il pregiudizio, a conoscere una persona in profondità e nella sua normalità. Con un 2018 da sfogliare e un futuro colmo di sogni nel cassetto, la ragazza condivide questo momento felice con i “suoi” bambini, che possono contare sulla presenza e l’affetto di una baby-sitter bella e  ora pure fotomodella.

 

Da sinistra la prof Giannelli, lo stagista Guilherme Amador, la dirigente scolastica Stefania Manzo

Racale – Il Comprensivo di Racale si “internazionalizza”, e lo fa grazie all’adesione alla proposta “EduChange” di AIESEC, un’associazione mondiale, appoggiata dalle Nazioni Unite e accreditata presso il MIUR, che da 60 anni si occupa di mobilità internazionale, consentendo alle scuole di accogliere periodicamente studenti universitari volontari, provenienti dall’estero. Sostenuto in prima linea dalla dirigente scolastica, la dott.ssa Stefania Manzo, e voluto fortemente dalla funzione strumentale Ptof (Piano Triennale dell’Offerta Formativa), la prof. Patrizia Giannelli, la scuola ha aderito al progetto di multiculturalità in lingua inglese denominato “The world in my classroom”, che ha previsto la presenza per sei settimane di uno stagista, Guilherme Amador, un ragazzo brasiliano di 24 anni, proveniente da Porto Alegre, capitale di Rio Grande del Sud. Lo stagista, ospitato dai coniugi Francesca e Antonio Casto e dalla famiglia di Davide Gaetani, ha partecipato attivamente alle attività didattiche appoggiandosi ai colleghi di lingua Inglese, con mini-laboratori su tematiche di rilievo globale, che hanno permesso agli studenti partecipanti di ampliare e sviluppare la conoscenza dell’inglese, e al contempo di entrare in contatto con una cultura diversa.

«Il progetto – spiega la prof. Giannelli – ha rappresentato per la nostra scuola un’occasione unica e straordinaria di arricchimento dell’offerta formativa. L’iniziativa si è ben coniugata con le numerose attività di sviluppo delle competenze linguistiche dei nostri alunni, come i corsi Cambridge con certificazione finale e il viaggio-studio a Malta, che mirano ad accrescere in loro la dimensione di internazionalità e la consapevolezza di essere “cittadini del mondo”».

Felline – Sarà un Natale particolarmente speciale e colmo di novità per l’ACR di Felline. I ragazzi, guidati dagli educatori e dalla presidente Paola Martina (foto), saranno infatti protagonisti della prima edizione del “Presepe Vivente”, situato nello scenario suggestivo del secolare frantoio ipogeo, ubicato nei pressi della Chiesa parrocchiale. “Un luogo ricco di ricordi e dalla magica atmosfera che per Felline costituisce un tassello prezioso del suo patrimonio culturale. I nostri ragazzi – spiegano gli organizzatori – faranno rivivere, oltre alla magia della Natività, anche scene di vita vissuta all’interno del frantoio”. L’apertura del presepe è prevista nei giorni 25-26 dicembre e i 1-6 gennaio, dalle 18 alle 21. Ma il periodo di feste dell’ACR non finisce qui: dopo il rito dell’Adesione dell’8 dicembre scorso, l’associazione il 18 dicembre scorso ha dato il via all’VIII edizione della Pastorale Natalizia. Per il 27 è fissata un’uscita collettiva ad Alberobello, dove si visiterà il rinomato presepe. Il 3 gennaio, infine, sarà allestita la tradizionale “Tombolata della solidarietà” con animazioni e ricchi premi, presso l’Oratorio parrocchiale, a partire dalle ore 19.

Alliste-Felline. “La Band di Babbo Natale” è pronta a sfilare per le vie di casa sua. Sono ormai prossimi, infatti, gli appuntamenti della “Sfilata della Solidarietà 2017” a Felline e ad Alliste. Per la prima volta il corteo di babbi, elfi e majorette farà tappa esclusiva nel piccolo borgo dove, il 14 dicembre, a partire dalle 18, è previsto un fitto programma: lo spettacolo delle majorette, i canti e gli spettacoli di danza in piazza Caduti; il teatrino degli elfi, l’animazione per bambini con elfa Prisca e l’arrivo del corteo (previsto per le 19:15 circa) in piazza Castello, con la visita di Babbo Natale al castello. Tre giorno dopo, il 17, l’evento si sposterà nella “sua” Alliste, dov’è già predisposto un percorso dettagliato “Per le strade di Babbo Natale”: l’inizio è previsto alle 17:30 con lo spettacolo del mago elfo Lillo Birillo; seguiranno gli spettacoli delle majorette e di Roby il Fachiro. Alle 19 si esibirà in concerto la “Sinfonica Kallistos Band”; mezz’ora più tardi, lo spettacolo al teatrino degli elfi. Intorno alle 20 giungerà in piazza Orologio il mega corteo dei Babbi, seguito poi dall’arrivo eccellente di Babbo Natale sulla slitta. Sarà possibile consegnare il regalo di Natale presso la sede associativa di via Marangi sabato 16 dicembre, in orario dalle 18 alle 21. Per info: 3313970210.

Alla manifestazione del 17 dicembre (così come il 16 a Nociglia) sarà presente una dei tanti testimonial della sfilata: l’attrice di cinema, fiction e teatro, Francesca Antonelli. L’evento casalingo – nella sua versione annuale inedita e originale nel centro storico – sarà frutto di una sinergica collaborazione tra la “Band”, l’amministrazione comunale e numerose altre associazioni locali (e non), tra le quali: Ufficio di Piazza, Compagnia degli Ultimi, Associazione teatrale “Alitzai”, Consulta Giovani, Protezione Civile, Moving lab Randagia…mente, Associazione Leccese Donatori Volontari di Sangue, Azione Cattolica, A.s.d. Alliste Volley, Comitato Insieme per il Presepe, Il Cortile dei libri parlanti e Max – Danza sportiva Racale. Il ricavato del tour natalizio sarà devoluto interamente in beneficenza all’associazione “Per un sorriso in più”, operante a sostegno del Reparto di Onco-Ematologia Pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

ALLISTE – Avrebbero dovuto finanziare il consueto spettacolo pirotecnico del 13 dicembre a sera, invece le offerte comunitarie destinate ad omaggiare Santa Lucia sono state “dirottate” altrove. I circa 6.400 euro custoditi in casa da un membro del comitato costituito appositamente per tale ricorrenza, sono stati, infatti, interamente derubati. A “colpo sicuro” appare l’irruzione nell’abitazione dell’80enne allistino, proprio mentre questi partecipava alle celebrazioni solenni in onore dell’Immacolata, lo scorso 8 dicembre. I malviventi, forzata la porta d’ingresso, hanno messo in subbuglio l’abitazione fino ad individuare il gruzzoletto all’interno di un cassetto della scrivania. L’anziano (ora ancora  sconvolto per l’accaduto) custodisce in casa propria la statua della Santa, che mette devotamente a disposizione della comunità dei fedeli durante il periodo di festa. Le indagini, condotte dai carabinieri della Stazione di Racale e dai colleghi della Compagnia di Casarano, sono ora alla ricerca di tracce video dai sistemi di sorveglianza presenti nella zona, visto che l’abitazione è invece  sprovvista di allarmi. Per il momento nessuna novità rilevante, soltanto tanto sdegno e la condanna collettiva per l’accaduto.

MELISSANO. «Belli gli addobbi, belle le piazze, come non mai»: con queste parole il sindaco Alessandro Conte accoglie “con un ringraziamento sincero l’opera meritoria dei tanti volontari”. L’associazione Stay’nstrett ha curato, come di consueto ormai, l’abbellimento di piazza San Francesco, con una grande sfera natalizia di colore bianco al centro, contornata da alberi illuminati di bianco, allestiti col sostegno di altre associazioni e attività commerciali. Piazza Marconi si è trasformata in un manto di stelle lucenti grazie all’originale volontà del gruppo “Spiriti Liberi”. Il Rione Stazione provvede intanto all’addobbo dell’omonimo piazzale. Anche le altre associazioni sono attive per assicurare alla comunità un periodo natalizio lieto e dinamico. La Lilt, come da tradizione, ha allestito nella piazza centrale la raccolta fondi per la lotta contro i tumori del sangue, nella giornata dell’Immacolata, con la vendita di “Una Stella per la vita”. Il Centro Turistico Giovanile riproporrà la “Pastorale natalizia” dall’11 al 23 dicembre nelle ore serali, e “Babbo Natale a casa tua” il 24 pomeriggio, con la consegna dei regali ai bambini. Il 20 dicembre farà visita nel paese “La band di Babbo Natale” con la sua “Sfilata della Solidarietà”, l’animazione e gli spettacoli per bambini, lo zucchero filato e la cioccolata calda. L’Anspi, archiviato il 2° corso di “Costruiamo un presepe”, curerà il GRIN – Gruppo Invernale – rivolto ai bambini delle Scuole Elementari durante le mattinate di vacanza: la festa di benvenuto è fissata per il 26 dicembre alle 15:30, a Gesù Redentore.

L’Azione Cattolica propone il 27 dicembre prossimo la visita alla 47^ edizione del presepe vivente di Alberobello; seguirà, nei giorni 5 e 6 gennaio, l’allestimento sui sagrati delle chiese del banchetto “Dolce Tradiziona(ta)le”, con l’esposizione e la vendita dei dolci che da sempre appartengono alla tradizione natalizia salentina. Il comitato “Festa Gesù Redentore” conferma, presso il salone dell’omonimo locale parrocchiale, la 16^ edizione della “Grande Tombolata” nei giorni 26 dicembre, 1 e 6 gennaio: le serate, a partire dalle 19:30, saranno animate dai “Malfattori”di Gianpaolo Viva. Il Servizio Civile inaugurerà “Natale in Biblioteca” il 14 dicembre (e proseguirà il 21) con la proiezioni di cartoni animati e vari laboratori natalizi dalle 17:00 alle 19:00.

TAURISANO. Dopo aver conseguito la già grande soddisfazione di poter prendere parte alla finalissima del “Sibiu Jazz Competition 2017” di novembre scorso, a seguito di una importante preselezione di oltre 50 candidature che l’ha visto comparire tra le migliori 13 band provenienti da ben nove paesi europei differenti, il gruppo salentino dei Bija ha ottenuto – con 1200 voti online e dal pubblico – il premio “The Audience Award”, offerto dal “Romanian Cultural Institute”. Il prestigioso e longevo festival, realizzato a Sibiu, in Romania, ha gratificato la caparbietà e la bravura musicale del trio formato dal musicista taurisanese Marco Puzzello (tromba e flicorno), da Gabriele Di Franco (chitarre) e da Francesco Pellizzari (batterie e percussioni). Attivi da un quinquennio, i Bija annoverano, tra i propri lavori e riconoscimenti, un disco intitolato col nome del gruppo e uscito nel 2014 per Slam.

ALLISTE. Domenica 26 novembre avrà luogo l’inedito evento sportivo solidale “Camminiamo… per loro”, il cui intero ricavato sosterrà l’associazione “Per un sorriso in più” del reparto oncologico pediatrico di Lecce. Organizzate dal gruppo di cammino “Walking Club” di Alliste-Felline e dalla Band di Babbo Natale, la camminata e la corsa non competitiva di 5 km partiranno da piazza Municipio alle ore 9. «Siamo orgogliosi di aver organizzato ad Alliste una manifestazione sportiva solidale di questo calibro», spiega Federica Marinosci di “Walking Club”. «Ospiterà molte delle associazioni podistiche presenti in provincia oltre ai gruppi di cammino sparsi per il territorio salentino, avvicinando molte persone che praticano in maniera amatoriale attività fisica». L’evento è pubblicizzato da un testimonial d’eccezione: il campione olimpico di nuoto, Massimiliano Rosolino. Gli organizzatori ringraziano tutti i partner intervenuti all’allestimento della manifestazione: «Il Parco Gondar che da subito ha sposato la nostra iniziativa; il Mastro pasticcere Giovanni Venneri e Quintino Maggio che hanno fornito i loro prodotti di eccellenza; le Cantine di Melissano e la Cantina Apollonio di Lecce che hanno fornito il loro vino. I prodotti – spiegano – sono serviti per organizzare i pacchi gara ottenuti con una donazione di 5 euro».

RACALE. Avverrà domenica 5 novembre la presentazione ufficiale dell’evento di solidarietà, nonché l’apertura della raccolta fondi allestita, da anni ormai, da “La Band di Babbo Natale”. L’evento si svolgerà a Racale, presso l’Istituto Comprensivo di via Piemonte, a partire dalle ore 17, quand’è previsto il momento iniziale della consegna dei protocolli d’intesa ad associazioni e rioni (nella foto di Emanuela Rizzo la presentazione dello scorso anno). A seguire, i saluti del sindaco di Racale, Donato Metallo. Tanti gli ospiti che interverranno nel corso della presentazione: Anna Del Tufo (segretaria intercomunale della Band), Federica Marinosci (presidente Walking club), Luigi Russo (presidente C.V.S. Salento), Giampiero Frassanito (direttore ospedale “Vito Fazzi” di Lecce), Antonio Aguglia (presidente di Tria Carda, associazione capofila della rete Soloxloro a sostegno del nascente Polo Pediatrico del Salento), Assunta “Titti” Tornesello (Primario del Reparto di Onco-Ematologia Pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce), Antonio Giammarruto (presidente dell’associazione “Per un sorriso in più”), Giorgio Adamo (presidente de “La Band di Babbo Natale”). Modererà l’incontro il direttore di Piazzasalento e presidente onorario della Band, Fernando D’Aprile. Come ogni anno l’intero ricavato del tour natalizio e della raccolta fondi sarà devoluto all’associazione “Per un sorriso in più”, che opera a sostegno del Reparto di Onco-ematologia pediatrica di Lecce. “La Sfilata della Solidarietà 2017” toccherà i seguenti paesi: Galatone, Monteroni di Lecce, Specchia, Sternatia, Maglie, Nociglia, Felline, Alliste, Melissano, Racale, Ugento e Taviano.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...