Home Authors Posts by Redazione

Redazione

11659 POSTS 0 COMMENTS

by -
0 280

Sbarco di migranti (foto d’archivio)

Gallipoli – Non c’erano donne né bambini fra i 71 migranti a bordo della barca a vela incagliatasi nella notte fra mercoledì e giovedì al largo di Punta Pizzo. Tutti pachistani – secondo quanto emerge dalle prime indiscrezioni – i migranti sono sbarcati a Mancaversa e sono stati portati in salvo, per essere poi trasportati al centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto. L’imbarcazione su cui viaggiavano – lunga 14 metri – è stata posta sotto sequestro e condotta verso il porto di Gallipoli, con l’intervento della squadra navale della Guardia di Finanza. Hanno preso parte alle operazioni anche i Carabinieri della Compagnia di Casarano.

Sulle coste salentine, di casi simili se ne sono registrati diversi durante l’estate appena trascorsa: per citare due fra i più recenti, a metà luglio 78 migranti intercettati a 10 miglia da Leuca sono stati scortati nel porto Gallipoli, e un’altra imbarcazione con 47 persone a bordo era già rimasta incagliata sempre a Punta Pizzo sul finire dello stesso mese.

 

 

Gallipoli – Il rinnovo per altri cinque anni del servizio del trenino per il centro storico ad una società di cui fa parte un consigliere comunale componente della maggioranza, apre un altro fronte tra l’opposizione, in questo caso i consiglieri di Gallipoli Futura Flavio Fasano e Giuseppe Cataldi, e l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Stefano Minerva. A produrre una segnalazione al prefetto ed una interrogazione urgente è la decisione formalizzata in una delibera della Giunta comunale del 9 ottobre scorso, con cui si proroga di un altro quinquennio la concessione datata 1 gennaio 2014 alla ditta Ciu’ Ciuf Train di Federica Portolano, consigliera comunale, e Valentina Alemanno.

La deliberazione sotto accusa Nell’atto della Giunta (assente solo l’assessore Angelo Mita) del 9 ottobre  si richiama il servizio esercitato col Trenino Lillipuziano che rientra nella categoria delle “attrazioni di spettacolo viaggiante”, rilevando che “lo Stato riconosce la funzione sociale dei circhi equestri e dello spettacolo viaggiante”, che “in cinque anni l’operatore sig.ra Portulano ha rispettato tutte le condizioni e prescrizioni previste nella concessione” e che “ha ricevuto apprezzamenti dalle famiglie e dalle scuole”. Ragion per cui si “reputa opportuno far proseguire alla ditta citata l’attività già avviata” dando indirizzi al dirigente competente di avviare le procedure per il rinnovo della concessione.

La lettera al Prefetto “Riteniamo che i fatti così come accaduti e puntualmente riportati nell’interrogazione in oggetto, meritino la Sua cortese attenzione con l’adozione dei provvedimenti necessari ad impedire un affidamento di servizi senza alcuna gara ed inoltre – fatto ugualmente gravissimo –un’evidente turbativa alla libertà di voto in relazione all’imminente tornata elettorale per l’elezione del Presidente della Provincia del 31 ottobre p.v”: lo scrivono al prefetto, Maria Teresa Cucinotta, i due consiglieri allegando “l’atto deliberativo censurato” chiedendone “l’immediata revoca con contestuale coinvolgimento dell’Autorità anticorruzione”.

Le accuse di Fasano e Cataldi I denuncianti partono intanto dal Regolamento per l’esercizio e la concessione di aree comunale” evidenziando che in materia di attività dello spettacolo viaggiante vi è l’obbligatorietà  a procedere  con “selezione pubblica riservata agli esercenti le attività di spettacolo viaggiante”. “Restiamo ancor più sconcertati dalla naturalezza (oseremmo dire spregiudicatezza) con la quale si ritiene di affrontare e risolvere quello che sappiamo essere un problema politico – scrivono nell’interrogazione urgente rivolta al presidente del Consiglio comunale Rosario Solidoro – infarinando il tutto e partecipando, come Sindaco, all’approvazione di una delibera di Giunta per prorogare una concessione ancora in essere  – scadenza 31.12.2018 – alla Consigliera comunale di maggioranza, ben sapendo che da qui ad appena dieci giorni vi saranno le elezioni del Presidente della Provincia a cui Ella parteciperà in contrapposizione ad altro candidato e condizionando così pesantemente la competizione che si gioca tutta sulla base di “voti ponderati”  (e sappiamo quanto pesi un voto di Gallipoli rispetto ad altri Comuni più piccoli)”. Da qui una serie di domande su di una tempistica ritenuta sospetta (troppo anticipato il rinnovo si sostiene, tra altro) e l’accusa a Minerva di aver agito “in evidente conflitto d’interessi”. La conclusione, come già nella nota al prefetto, è di ritiro della deliberazione incriminata.

(nella foto il Consiglio comunale)

Gallipoli – La città ha da ieri un nuovo comandante della Polizia urbana. Si chiama Antonio Cogliandro, è calabrese di Melito di Porto Salvo in provincia di Reggio Calabria, è laureato in Giurisprudenza ed ha 58 anni. Ieri è stato il suo primo giorno pieno a capo di un Corpo sotto organico di almeno un terzo e che l’estate scorsa si è rafforzato assumendo 15 vigili a tempo determinato.

Il suo predecessore, giunto un anno fa circa da Turi, Raffaele Campanella, non ha accettato l’offerta di poter prolungare l’incarico per un altro anno (era possibile farlo fino a tre anni complessivi). Così agli amministratori comunali gallipolini non è rimasto altro da fare che scorrere la graduatoria stilata poco più di un anno fa. Anche dal secondo classificato, Luigi Greco di Barletta, è arrivato un “no” motivato da impegni ostativi almeno fino al gennaio dell’anno prossimo. Al terzo posto c’era il comandante oggi assunto.

Il comandante Cogliandro vanta un curriculum di tutto rispetto. Ha svolto ruoli dirigenziali a Reggio Calabria, poi ad Augusta in provincia di Siracusa, poi è stato a Tropea per due anni ed ha avuto a che fare come comandante anche con un Comune il cui Consiglio era stato sciolto per mafia, quello di Rosarno. Ieri, una votla firmato il decreto di nomina da parte del Sindaco Stefano Minerva, il comandante ha già messo mano all’organizzazione dei servizi del personale ed ha fatto un giro in città.

Per la cronaca, Cogliandro è il settimo comandante dei vigili a Gallipoli nell’arco degli ultimi 15 anni.

Nardò – E’ di Nardò l’ingegnere che rappresenterà il Network giovani ingegneri (Ngi) del Consiglio nazionale degli ingegneri alla tavola rotonda sul “Clust-ER talks: le opportunità per i professionisti”. L’onore e l’onere è stato dato a Serena Pagliula che rappresenterà le nuove leve professionali a livello nazionale nell’evento in programma per domani mattina, 20 ottobre, presso il Saie 2018 di Bologna, Fiera dell’edilizia e dell’ambiente costruito.

L’obiettivo dell’evento è “individuare un percorso concreto per supportare i professionisti ad usufruire delle opportunità offerte dal sistema dell’innovazione: creazione di reti, partecipazione a network, creazioni di start up, partecipazione a progetti europei, accesso a finanziamenti”, afferma l’ingegnere neretino che fa parte anche del Consiglio provinciale dell’Ordine. Il contesto del resto è stimolante: la famosa fiera bolognese presenta sempre un vivace confronto di idee  e spunti che stimolano spesso azioni concrete finalizzate a migliorare l’accesso alle opportunità professionali.

L’accesso ai fondi europei L’Ing. Pagliula esprimerà il punto di vista dei giovani ingegneri, portando proposte per migliorare l’accesso dei giovani professionisti  alle opportunità lavorative e soprattutto moltiplicarle. “Alcune delle proposte poste all’attenzione della tavola rotonda del Saie – continua Pagliula – consistono nel facilitare l’accesso dei professionisti ai fondi europei diretti ed indiretti, considerando che, secondo le ultime regolamentazioni, le libere professioni sono assimilate a tutti gli effetti alle imprese, tramite ad esempio l’attivazione di un ponte diretto con la Commissione europea, la creazione di uno sportello informativo sui bandi europei a livello nazionale e l’incentivazione di percorsi formativi nazionali e locali sul tema dell’euro progettazione”.

Tra le altre indicazioni, vi è poi “il rafforzamento della collaborazione con il settore industriale, tramite, ad esempio, la stesura di protocolli d’intesa e/o accordi con associazioni industriali, favorendo, in questo modo, networking e creando sinergie tra ingegneri ed imprese”. “Particolare cura deve essere data al networking tra professionisti – conclude la consigliera dell’Ordine provinciale – per spingere verso la cultura dell’associazionismo, la creazione di società di ingegneria e altre forme di aggregazione tra professionisti. Ancora, facilitare l’accesso dei giovani ingegneri ai lavori pubblici approfondendo gli aspetti più critici per i giovani professionisti  riscontrati nelle procedure per bandi di gara”.

by -
0 133

Nardò – Storie di innovazione che nascono dal territorio: a raccontarle partendo dalla loro esperienza diretta saranno protagonisti del mondo dello sport, dello spettacolo, dell’imprenditoria e delle istituzioni ospiti di “Inspire – Idee Contagiose”, un incontro-dialogo che si terrà sabato 20 ottobre, dalle ore 20, presso il Teatro comunale (info posti al 388.1627514).

Dieci speaker d’eccezione – Il format dell’evento prevede che ogni ospite abbia a disposizione 12 minuti per raccontare la propria storia di innovazione “contagiosa”: a “sfidarsi” ci saranno il comandante della Guardia di Finanza Giuseppe Vicanolo (di Nardò); Maurizio Zecca, imprenditore di Leverano che opera nel campo della produzione della birra; il giornalista Raffaele Pappadà (anche lui neretino); la conduttrice Federica Costantini (di Zollino); l’esperta di cooperazione e sviluppo Paola Piccione (di Nardò); l’artigiano e docente dell’Università del Salento Francesco Danieli (di Galatone); l’imprenditore neretino Cesare Sabato; il magistrato della Corte d’Appello di Lecce Salvatore Cosentino (di Gallipoli); la consulente per lo sviluppo sostenibile e il turismo culturale Ambra Fusaro (di Nardò); l’ingegnere e architetto Sara Falangone (anche lei da Nardò).

“Inspire – Idee Contagiose” è un progetto nato dall’idea del 25enne neretino Gabriele Durante, realizzato in collaborazione con il Rotary Club Nardò e patrocinato dal Comune. “Inspire è un progetto del tutto innovativo – dichiara Durante – che, intersecandosi con le dinamiche del territorio, intende ispirare la creatività che alberga in ognuno di noi e che spesso, per un motivo o per l’altro, fatica a sbocciare nei tempi e nei modi migliori. Il nostro auspicio è quello di partire da Nardò per poi esportare il medesimo format altrove”.

Il progetto Inspire ha anche un fine solidale: raccogliere fondi da destinare all’associazione “Farsi Solidali”, che opera al sostegno delle fasce più deboli della popolazione, promuovendo – fra le altre iniziative – “La Mensa della Comunità”, che da dicembre 2012 offre un pasto caldo ai bisognosi.

Gallipoli – Sono partiti intenzionati a fare controlli di carattere amministrativo, ma hanno finito per svolgere compiti di polizia giudiziaria arrivando a segnalare sei persone – titolari di altrettanti esercizi pubblici sul lungomare Galilei, per occupazione di demanio senza autorizzazione, violazione di norme riguardanti l’edilizia, cattivo stato di conservazione di prodotti alimentari (carne nello specifico). Su nove strutture dedicate alla somministrazione di bevande ed alimenti, solo due sono risultate in regola: è il preoccupante bilancio dei controlli effettuati in dieci giorni sul tratto di costa indicato dai carabinieri di Gallipoli, ispettori dell’Asl, Nucleo antisofisticazione e sanità (Nas) dei carabinieri di Lecce, carabinieri forestali di Gallipoli, Nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale di Lecce.

Originariamente l’operazione era stata finalizzata ad accertare, reprimere e prevenire violazioni penali e non in materia igienico-sanitaria con relative verifiche delle autorizzazioni. Con i sei titolari denunciati alla Procura della Repubblica a piede libero, sono stati riscontrati e messi sotto sequestro manufatti abusivi in quattro casi; in tre vi è stata una occupazione illecita di demanio marittimo. Ben 15 i chilogrammi di carne sequestrati: anziché mantenere l’alimento a 4° per una corretta conservazione, i gradi riscontrati sono stati superiori con punte di 15°.

Altre due violazioni riscontrate infine per l’occupazione di suolo comunale con sedie e tavolini e persino l’esercizio della propria attività su posteggio senza autorizzazione al commercio itinerante.

 

Sara e Martina Aquila

Alezio – E’ fuori pericolo anche la seconda delle due motocicliste coinvolte nello scontro con un’auto avvenuto sulla Provinciale Alezio-Gallipoli il 26 settembre scorso. Dopo il ritorno a casa nei giorni scorsi della guidatrice della moto, Martina, 25 anni, anche sua sorella Sara può cominciare a contare i giorni. I medici dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce sono adesso piuttosto fiduciosi dopo che la 19enne, che sedeva sul sellino posteriore, ha finalmente ricominciato a dare segni chiari e costanti di ripresa.  La ragazza ha cominciato a rispondere alle sollecitazioni in maniera compiuta e sempre più spesso risulta essere in uno stato vigile.

L’emorragia cerebrale che l’aveva costretta ad un lungo periodo di coma nel reparto di Rianimazione del “Fazzi”, sembra essere ormai sotto controllo ma naturalmente la giovane dovrà sopportare un consistente periodico di convalescenza.

Conferma la svolta il padre di Sara, Roberto Aquila (la madre è di Gallipoli): “La fede in Dio e nei santi è un dono grande che non bisognerebbe perdere mai. Le nostre preghiere e quelle di tutti coloro che lo anno fatto insieme a noi, sono state ascoltate dal supremo. Sara ieri ci a fatto un dono grande: ha iniziato a parlare dicendo mamma papà e ‘voglio tornare a casa’. Grazie di cuore a tutti. Alezio è grande”. Grande è anche il sospiro di sollievo davanti a questa tanto attesa notizia, sulle reti sociali frequentate dalle due sorelle.

Matino – Derby di un antico sapore tra due squadre di giovanissimi, la Virtus Matino (reduce da un doppio salto di categoria, dalla Terza alla Prima), e la Soccer Dream Parabita (appena salita in Seconda). Con un finale drammatico ma che per fortuna si è risolto entro poche ore. Questo pomeriggio a Matino si è svolto il primo incontro di Coppa Italia: primo turno e prima partita particolare per le rivalità che hanno contrassegnato le compagini calcistiche che si sono succedute nel tempo.

Sarà per la giovane età dei patron – Cristina Costantino da un lato e Fabio Vinci dall’altro – o per il comune interesse a scovare piccoli talenti da far crescere, la gara è andata via tranquilla col Matino che ha messo per tre volte la palla dietro le spalle del portiere del club parabitano. Con un drammatico epilogo che poteva aprire la strada ad una vera e propria tragedia dello sport ma che, per fortuna, si è risolto in un grande spavento, protagonista il portiere della Soccer Dream, Giulio Greco (foto). Durante un normale scontro di gioco quando mancavano pochi minuti alla fine della gara, il ragazzo si è accasciato al suolo e per alcuni istanti non ha dato più segni di vita. Con l’ambulanza del 118 il calciatore si è ripreso mentre veniva trasportato all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Lì i sanitari gli hanno riscontrato una forte contusione al capo ma niente di più.

Ecco come raccontano il brutto episodio i suoi compagni della Soccer Dream Parabita: “Il derby di Coppa Puglia, disputato oggi al via del Mare, fra Polisportiva Virtus Matino e Soccer Dream Parabita, non lo ricorderemo per il risultato, 3 a 0 per la squadra di casa, o per qualche bella giocata che i giocatori hanno regalato al pubblico. La nostra emotività è stata completamente assorbita quando, a cinque minuti dal termine, il giovane portiere della Soccer Dream, Giulio Greco, è rimasto in terra privo di sensi, dopo essere caduto pesantemente sul terreno, in seguito a uno scontro di gioco. Immediato l’intervento di avversari, compagni e componenti delle panchine, con il pubblico di ammutolito, con il giocatore che non dava alcun segno di movimento. Greco è stato trasportato a Lecce dall’autoambulanza accompagnato dal caloroso applauso di tutti i presenti. I primi accertamenti hanno scongiurato problemi seri, al di là della forte contusione. “Roccia” potrebbe essere dimesso in serata e presto tornerà a volare!”.

Subito sulle reti sociali sono fioriti messaggi affettuosi e augurali(ma anche di paura per il pericolo scampato): da parte di tutto lo staff della Polisportiva Matino, dai tanti amici: “Forza campione, ti apettiamo più forte di prima in campo!”, è uno di questi. Inviti a guarire presto ed a tornare tra i pali sono giunti anche da altri  sodalizi, dalla Gioventù calcio Cutrofiano al Capo di Leuca, alla Polisportiva Neviano.

Antonella Russo

Gallipoli – Con lo scorso mese si è concluso il periodo turistico più intenso per la città. E con settembre si completa anche il quadro di un indicatore che piazzasalento.it ha preso come tra i più oggettivi circa l’andamento delle presenze in città. Anche settembre, come giugno e luglio, riporta un segno meno in fondo alla colonna sulla quantità dei rifiuti solidi urbani: – 98.580 chilogrammi rispetto all’anno precedente, passando da un milione 577.000 kg a un milione 479.420 kg.

Segno negativo era stato registrato, come si ricorderà a giugno (-115.396 chili) e a luglio (-69.020). Se l’era cavata agosto con un + 10.110, risultato non facile da raggiungere se si considera che si parla di una quantità di oltre 2 milioni e mezzo di immondizie. Proprio prendendo spunto da queste oscillazioni in campo negativo, si trae però la convinzione che l’estate appena trascorsa non è poi andata così male, parlando in termini generali.

Il commento dell’assessore “I dati confermano che vi é stato un calo minimo di presenze, ma testimoniano anche una crescita qualitativa della tipologia turistica, poiché è ovvio che un tipo di turismo più adulto ha anche abitudini diverse, comportanti produzione minore di rifiuti. L’ambizione – è il commento del’assessore Antonella Russo – rimane quella di innalzare la qualità dell’offerta, allargandola a turisti stranieri(le presenze nei mesi pre e post estivi indicano già dati positivi). Senza dimenticare che Gallipoli deve mantenere la peculiarità di essere aperta ad un turismo a 360 gradi e dunque anche a quello giovanile, non sempre sinonimo di negatività”. L’assessore rimarca infine “una preziosa forma di collaborazione tra Amministrazione comunale e operatori turistici”. “Si sono già tenuti due tavoli tecnici con gli operatori del settore, e se ne terranno con cadenza settimanale per un coordinamento sempre più efficace, In cui l’amministrazione crede fortemente”, conclude l’assessore.

Va infine ricordato che la gran parte dei rifiuti domestici prendono la strada che porta al biostabilizzatore di Poggiardo in località Pastorizze gestito da Progetto Ambiente Lecce 2; cartoni, plastica, barattoli, vetro, carta, ingombranti, pneumatici vanno allo smaltitore Gial Plast di Taviano; tv, monitor ed apparecchiature elettriche alla Progest società cooperativa di Galatone; metalli alla Nikanth di Manni Margherita a Racale, contrada Paramonte; inerti e legno infine alla CM Recuperi srl di Surbo.

Gallipoli – Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questi i temi al centro di una “due giorni” con inizio alle 15 di domani, venerdì 19 ottobre, al teatro Schipa di Gallipoli. Organizzano il confronto, dopo una estate decisamente pesante per la città jonica in particolare, l’Ordine dei commercialisti e esperti contabili della provincia di Lecce, presieduto dal gallipolino Giuseppe Venneri, con il loro Consiglio nazionale e la Fondazione Messapia dello stesso Ordine professionale.

In un periodo di grandi sfide, inedite opportunità e vantaggi – afferma il presidente Venneri – che si ripercuotono su tutta l’economia di un territorio quale quello salentino, abbiamo voluto promuovere e organizzare un momento di confronto su una tematica, quella del turismo, particolarmente avvertita dagli operatori del settore. Il Salento oggi è meta sempre più amata dai turisti provenienti da ogni parte del mondo, attratti dalle sue bellezze, dal mare limpido e cristallino, dalle tipicità architettoniche. Una Terra ricca di emozioni che, purtroppo, si scontra con l’inadeguatezza delle infrastrutture e dell’accoglienza di qualità. Non solo. Con l’avvento del turismo di massa e della globalizzazione il turismo si è trasformato in uno dei fenomeni economici e sociali più importanti a livello globale, driver strategico per tutte le attività. E per questa sfida dobbiamo essere pronti”. I primi numeri intanto del periodo gennaio-luglio parlano di un +8%. (nella foto Venneri e Minerva)

Bisogna introdurre strumenti fiscali concreti ed operativi – aggiunge Fabio Corvino, presidente della Fondazione Messapia – per sostenere il patrimonio culturale e artistico. E’ possibile con gli incentivi al turismo digitale, sgravi fiscali per l’ammodernamento di strutture ricettive e il cosiddetto Art Bonus. Sono cambiati i turisti così come gli operatori che lavorano con il turismo. Si può dire che anche il turismo “viaggia”, a suo modo, passando da un turismo di destinazione a uno di motivazione. L’importanza non è più centrata sulla località scelta come luogo di arrivo ma sul valore esperienziale, sulla percezione del posto, sulla voglia di imparare, sperimentare, vivere pienamente il luogo stesso e conoscere la sua gente. In questa nuova competizione non possiamo più rimanere impreparati”.

Il programma si apre con i saluti istituzionali di Venneri e Corvino, dei presidenti di Regione (Michele Emiliano) e Provincia (Antonio Gabellone), del Sindaco Stefano Minerva (sarà assente il ministro Centinaio). Poi il via alla prima sessione di lavori incentrata su Attività produttive e turismo dalla gioventù ala maturità: guadagno facile o maturità?. Previsti gli interventi di Giuseppe Laurino del Consiglio nazionale dei commercialisti; Donato Speroni dell’Avsis(alleanza per lo sviluppo sostenibile); il senatore Rosario Costa; l’architetto Alfredo Foresta; l’architetto Daniele Kihlgren (le esperienze di Santo Stefano in Sessanio e Matera); Vittorio Sgarbi (cultura, arte, turismo e commercio).

La seconda sessione inizierà alle 9,30 di sabato con “la scatola degli attrezzi del policy-maker: sistemi agroculturali, industrie culturali e creative, proprietà intellettuali, indicazioni geografiche ed assets immateriali del territorio”. Interventi in programma di Achille Coppola (Consiglio nazionale dell’Ordine), Loredana Capone, assessore regionale all’Industria turistica; Clelia Maria Puzzo (Fao); Francesca Toso; Rocco Palma dell’Università Cattolica di Milano; Antonio De Vito , direttore generale Puglia Sviluppo spa. Spunti, riflessioni ei ndicazioni che ben si attagliano anche alla fase che vive Gallipoli, con i suoi maggiori centri d’attrazione (Parco Gondar, Samsara su tutti) fuori gioco per questioni giudiziarie e vertenze infinite poggiate su presunte violazioni ed incerte norme che rendono difficile l’intraprendere; come per i lidi con l’annnosa altalena autunnale tra smontaggi e no e come per i pontili per barche da diporto ad Otranto da rimuovere. Discorso a parte per quanti partono con l’idea di sfruttare ambiente e lacune amministrative per fare i propri comodi ed incappano nelle reti della magistratura prima o poi.

 

Gallipoli – Riconferma di Angelo Oliva quale responsabile del Tribunale dei diritti del malato di Lecce e nomina delle responsabili delle altre “maglie” della rete: Agata Coppola, referente del Tdm di Gallipoli; Patrizia Comi, Giustizia e Diritti di MaglieMaria Luisa Guido , rete Consumatori di Galatina; Stefania Geusa, referente rete Cnam di Galatina; Prisco Piscitelli, rete Ambiente di Maglie; Mariarosaria Fontò. referente Scuola di Gallipoli; Fiorella Di Marco, segretario amministrativo di Gallipoli. Questi i risultati dell’assemblea territoriale di Cittadinanzattiva della provincia di Lecce, in cui si è parlato di “ricostruzione”, dando ufficialmente notizia cella strada autonoma scelta dai volontari Tdm di Casarano.

“La ri-costituzione dell’Assemblea territoriale di Lecce – si legge nella nota emessa a fine lavori – è stata accolta con grande soddisfazione da tutti i componenti del coordinamento regionale che ha apprezzato gli sforzi che ogni Tdm-Cittadinanzattiva  ha profuso sul territorio di competenza. E’ stato sottolineato come sia indispensabile essere uniti, ciò per dar più forza e valenza alle azioni da intraprendere”.

Il segretario regionale Matteo Valentino ha illustrato le direttive del Coordinamento regionale “in conformità con quelle nazionali”. Valentino ha poi delineato per grandi linee la programmazione di eventi futuri e di nuove iniziative “per dar sempre più visibilità al Movimento, essere più attenti alle necessità dei più deboli e sempre vicino alle problematiche che il nostro territorio vive quotidianamente”.

(Nella foto da sinistra: Fiorella De Marco, Mariarosaria Fontò, Stefania Geusa, Patrizia Comi, Matteo Valentino, Maria Luisa Guido, Agata Coppola e Angelo Oliva)

 

Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche di Gallipoli e Nardò da giovedì 18 a mercoledì 24 ottobre 2018

GALLIPOLI – TEATRO ITALIA
Da Gio 18 a Mer 24 ottobre

Sala 1
“Soldado”
Orario spettacoli: 18 – 20.15 – 22.30

Sala 2
“L’Ape Maia – Le olimpiadi di miele” – spettacolo unico: ore 18.30

“Johnny Enghish colpisce ancora” – orario spettacoli: 20.30 – 22.30

Sala 3
“Venom” – spettacolo unico: ore 18

“A star is born” – orario spettacoli: 20.15 – 22.30

 

GALLIPOLI – TEATRO SCHIPA
Da Gio 18 a Mer 24 ottobre

“Piccoli Brividi 2: I Fantasmi di Halloween”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30

**La programmazione del film sarà interrotta Ven 19 e riprenderà Sab 20 ottobre.

 

Prezzi: intero €. 7,00  ridotto € 5,00 + € 1.00 per 3d
Dal lun al ven 1° spettacolo € 5,00 + €. 1,00 per 3d, escluso festivi e anteprime
Mercoledì € 5,00 + €. 1,00 per 3d, escluso festivi e anteprime

 

NARDO’ – MULTISALA PIANETA CINEMA
*(lunedì chiusura per riposo settimanale)

Da Gio 18 a Mer 24 ottobre
Sala 1 “Nessuno come noi” – orario spettacoli: 16.10 (*solo domenica) – 18.15 – 20.20 – 22.25
Sala 2 “Piccoli brividi 2” – orario spettacoli: 16.35 (*solo domenica) – 18.25
Sala 2 “Venom” – orario spettacoli: 20.15 – 22.25
Sala 3 “L’ape Maia. Le olimpiadi del miele” – spettacolo unico: ore 17
Sala 3 “Johnny Enghish colpisce ancora”  orario spettacoli: 18.45 – 20.35 – 22.25
Sala 4 “Zanna Bianca” – spettacolo unico: ore 17.30
Sala 4 “A star is born” – orario spettacoli: 19.20 – 22
Sala 5 “Soldado” – orario spettacoli: 17.35 – 20 – 22.25

Prezzi
Martedì (tariffa unica) € 5,00
Mercoledì € 5,00 intero € 4,00 ridotto
Altri giorni, prefestivi, festivi e prime € 7,00 intero  € 5,00 ridotto

 

Melpignano – Affiancare le imprese creative e culturali del territorio nel loro sviluppo: questo l’obiettivo dell’incontro dal titolo “Creativi, di cosa avete bisogno per diventare grandi?”, che si svolgerà giovedì 18 ottobre alle ore 16, negli spazi di M23 Digital CoWorking (in via Castrignano n. 23). Per partecipare è necessario registrarsi al seguente link.

I destinatari – Rivolto a imprese, associazioni e liberi professionisti operanti nei settori delle arti performative, del cinema, del design, dell’architettura, dell’editoria e delle nuove tecnologie, l’incontro sarà l’occasione per presentare il progetto Traces (Transnational Accelerator for a Cultural and Creative EcoSystem), che promuove le imprese creative in un piano di cooperazione europea fra Puglia e Grecia. Il progetto vede come ente capofila l’Università del Salento-Dipartimento di Scienze dell’Economia, con due partner italiani – il Parco scientifico tecnologico Tecnopolis di Bari, e il Distretto produttivo Puglia Creativa (diretto da Cinzia Lagioia, in foto) – e due partner greci (l’Associazione ellenica di Management e la Camera di Commercio di Achaia).

Gli obiettivi dell’incontro sono arrivare a una mappatura delle start up creative del territorio e “ascoltare” le imprese, per capire quali sono i loro bisogni. Con la stessa formula di Melpignano, gli incontri si ripeteranno anche in altre città pugliesi (prossime tappe il 19 ottobre a Massafra e il 29 a Bovino), per un totale di 12 tappe. Al termine del percorso, verranno creati cinque atelier locali, intesi come officine della creatività in cui le aziende selezionate potranno – a titolo gratuito – rintracciare i servizi e i professionisti di cui hanno bisogno per crescere.

Per info sugli incontri territoriali del progetto Traces si può scrivere a traces@pugliacreativa.it o contattare il numero 371.3087348.

Porto Cesareo – Altri 16mila euro di multe per abbandono di rifiuti in maniera selvaggia e irregolare. Lo comunica il Comune di porto Cesareo, da tempo impegnato sul versante del normale smaltimento dei rifiuti urbani. quelli solidi per lo più. Fototrappole con impianti di videocamere, controlli a tappeto dei vigili urbani e della società che gestisce il servizio di igiene urbana, oltre campagne di informazione e sensibilizzazione, anche se non hanno del tutto bloccato il fenomeno, danno frutti che possono far sperare in atteggiamenti più civili e corretti. (nella foto due soggetti beccati dalle videocamere).

Come si ricorderà, poco tempo fa la stessa Amministrazione comunale aveva messo in guardi gli esercenti commerciali e turistici dal fare una raccolta differenziata solo nominalmente tale. Ed i vigili urbani erano passati per constatare direttamente, nei pressi di negozi e ristoranti, cosa contenessero i sacchetti messi sui margini stradali per la raccolta. Vi erano stati anche momenti di tensione.

Le fototrappole attive ormai su tutto il territorio comunale ed in aree marginali rispetto al tessuto urbano, continuano a immortalare trasgressori, nonostante le sanzioni comminate nei mesi passati. Gli ultimi risultati dei monitoraggi effettuati in due mesi dicono di un centinaio di soggetti intenti ad abbandonare rifiuti in strada o in campagna. A costoro sono stati recapitati i verbali di contravvenzione per un totale di 16mila euro. Nella stessa nota del Comune si rileva invece un persistente andazzo circa una raccolta differenziata che ancora stenta a prendere il passo giusto, nonostante le pressioni, i controlli e gli incontri dei mesi scorsi.

Nuovo appello del Comune “Siamo a disposizione, così come lo sono i vigili urbani  e la ditta interessata – ribadiscono da Palazzo di Città, Sindaco Salvatore Albano – a dare tutte le informazioni, le linee guida e il supporto necessari a chi ancora oggi abbia difficoltà nello svolgere una corretta raccolta differenziata. Di contro, è attivo il controllo porta a porta per verificare la reale situazione utenza per utenza”. “I trasgressori andranno incontro a segnalazioni e sanzioni e, in caso di recidiva, la sanzione comminata sarà aumentata. L’errato conferimento, da parte di alcuni, – è la conclusione – incide negativamente sulle casse dell’intera comunità poiché la tassa sui rifiuti continua ad essere di importo elevato, a danno anche di quanti si impegnano a fare una differenziata corretta ogni giorno”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

by -
0 331

Lecce – Dall’esperienza politica come Sindaco di Tricase alla fondazione dell’Università di Lecce: sono solo due tappe della lunga carriera di Giuseppe Codacci-Pisanelli, ripercorsa nel libro “Ahimè parlo il francese” (edito dalla salentina Manni). Il volume, scritto da Emanuele Codacci-Pisanelli (in foto), uno dei figli dello statista, verrà presentato giovedì 18 ottobre presso la libreria Feltrinelli di Lecce, alle ore 18,30. Dialoga con l’autore Wojtek Pankiewicz, docente di diritto pubblico all’Università del Salento.

Codacci-Pisanelli fra vita pubblica e privata. Nelle pagine del libro emerge il ritratto di un uomo che fu studioso e docente di diritto, deputato alla Costituente e poi alla Camera, presidente dell’Unione interparlamentare e più volte ministro, oltre che testimone e protagonista di decisivi accordi internazionali nel contesto storico successivo alla Seconda guerra mondiale.

Gallipoli – Un finanziamento di 2 milioni 750mila euro circa per rinnovare l’illuminazione pubblica e gli impianti di edifici comunali allo scopo di ridurre le bollette e le emissioni di CO2. E’ andato a buon fine il progetto presentato insieme ad altri 22 Comuni salentini (capofila Campi Salentina) per partecipare al Grows, ovvero Green Revolution of Wealth in Salento (Rivoluzione verde per la ricchezza del Salento, facente parte della Misura comunitaria Elena (European local energy assistance). Dei circa sei milioni richiesti – a tanto ammonta il progetto riguardante Gallipoli – sono stati finanziati interventi per 2 milioni relativamente all’illuminazione; la restante parte dei fondi sarà utilizzato per l’efficientamento  energetico di alcuni immobili.

Il progetto generale dei 23 Comuni si è visto finanziarie per circa la metà: sono giunti così a destinazione 55 milioni di euro sui 124.681.445 inizialmente richiesti, che comunque  potranno aumentare qualora il raggruppamento di Enti locali dia prova di efficienza nell’utilizzo di quelli assegnati.  sodalizio di Enti  garantisca efficienza nei lavori finanziati. L’adesione al Grows aveva avuto il voto unanime del Consiglio comunale gallipolino.

Il commento dell’assessore “Stiamo  realizzando – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Biagio Palumbo (foto) –  quello che amo definire un percorso virtuoso, intercettando fondi  straordinari per necessità utili all’intera collettività ed all’interesse pubblico. Assieme a questo, l’obiettivo è quello di  attivare altre progettualità che presuppongano stessi mezzi ed identiche  finalità nei diversi Comuni”.

Il percorso è stato avviato dalla Commissione dell’Unione europea in  collaborazione con la Banca europea per gli investimenti (Bei) e mira ad  aumentare il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti  rinnovabili in edifici e strutture di proprietà dei Comuni; rendere più efficiente l’illuminazione pubblica e migliorare nel frattempo la mobilità sostenibile locale, comunale e intercomunale, attraverso  l’introduzione di veicoli elettrici van, car e bike sharing per  soddisfare – in modo “green” appunto – le esigenze di mobilità in tragitti casa-lavoro e quelli finalizzati ad attività di svago e  tempo libero, considerata la vocazione turistica dell’area.

Oltre al Comune di Gallipoli e al capofila Campi, fanno parte del progetto Grows Arnesano, Carmiano, Castrì di Lecce, Copertino, Guagnano, Leverano, Lizzanello, Morciano di Leuca, Nardò, Novoli, Salice, Squinzano, Surbo, Trepuzzi, Veglie, Vernole ed Enti del Tarantino e del Brindisino. Il prossimo mese i 23 Enti si rivedranno per stabilire il cronoprogramma degli interventi.

 

Casarano – “L’Avaro” di Molière, con la Busacca per la regia di Francesco Piccolo, è la commedia messa in scena giovedì 18 ottobre al teatro Manzoni di Casarano. La serata è proposta dalla locale delegazione della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) in occasione dell’Ottobre rosa, la campagna di prevenzione per la salute del seno. Sipario alle ore 20. Sul palco, con Francesco Piccolo, anche Sasy Piccolo, Stefania Bocco, Salvo Cezza, Claudia Mancino, Chiara Serena Brunetta e Toni Sparascio.

by -
0 188

Lecce – Dall’Europa al Salento per conoscere il territorio e aprirsi al digitale: questa mattina a Lecce, nell’aula consiliare di Palazzo dei Celestini, il presidente della Provincia Antonio Gabellone (di Tuglie), ha incontrato una delegazione di dirigenti scolastici, docenti e studenti provenienti da Grecia, Bulgaria e Turchia. A guidare il gruppo è stato Giuseppe Russo, dirigente dell’Istituto industriale “Enrico Fermi” di Lecce. La visita istituzionale rientra nel progetto di scambio culturale Erasmus + “Web 2.0 Education Technologies”, che vedrà gli studenti stranieri ospitati per una settimana presso famiglie salentine.

Migliorare le competenze nel web 2.0 è l’obiettivo del progetto, che è coordinato dalla professoressa Ornella Gaetani e si configura come un partenariato fra scuole europee. In particolare, nelle attività dello scambio culturale si mira a far conoscere gli strumenti Weebly (per la creazione siti web), Quizlet (per la creazione di schede elettroniche e giochi), Kizoa, Fantashow, Powtoon, Animoto (per preparare di video diapositive), Pho.to, Zoobe, Camera 360, MyIdol (per fare foto animate), Prezi, Emaze, Slideshare, Googlione, Storybird, Storyjumper (per realizzare storie animate), Voki, Blabberize (per creare personaggi parlanti e avatar), Jigsaw (per fare puzzle), Kahoot, Quizizz,  Popplet, Padlet, ThingLink (per la preparazione di sfondi digitali, poster e note), Story Jumper (per la creazione di un libro a scorrimento), Scriptcomics,  AutoRap (per giochi per cellulari e applicazioni) e Learning Designer (per preparare piani di lezioni).

Non solo tecnologia ma anche territorio. Al termine dell’incontro, infatti, il presidente Gabellone ha donato alcune copie del libro “Memorie di pietra. Tra dolmen e menhir del Gal Terra d’Otranto”, a cura di Cesare De Salve (di Tuglie).

Scorrano – Licenza sospesa per 15 giorni nei confronti del titolare del bar di Scorrano dove, lo scorso 20 settembre, scoppiò una maxi rissa. Il 51enne A.T. (residente a Maglie) è ritenuto responsabile per aver organizzato nel suo locale di piazza Vittorio Emanuele pubblici spettacoli senza la prescritta autorizzazione. Nella circostanza, per motivi in corso di accertamento, intorno alle 2.30 almeno sette soggetti vennero alle mani per un’accesa discussione, degenerata in rissa. In seguito alle indagini condotte, i carabinieri della Stazione di Scorrano hanno poi denunciando, a vario titolo, per i reati di rissa e di lesioni personali i sette soggetti individuati, dai 22 ai 30 anni, tutti di Scorrano ed  uno di San Pietro Vernotico.

 

Casarano – Aveva allestito nella propria abitazione un vero e proprio laboratorio per la coltivazione della marijuana il 31enne Marcello Marinucci arrestato quest’oggi dai carabinieri. Il giovane (nato a Palermo e residente a Casarano) in una tenda cubica all’interno della camera da letto aveva nascosto nove vasetti, sei dei quali contenenti piantine di marijuana di piccole dimensioni, mentre in un ripostiglio sulla veranda vi erano altri sei vasi con piantine alte circa mezzo metro dello stesso stupefacente. Entrambi i locali erano, inoltre, provvisti di un ventilatore e di un lampada alogena per il riscaldamento vegetativo. In un’altra stanza della stessa abitazione i carabinieri hanno ritrovato pure due involucri di vetro contenenti, rispettivamente, 11,06 e 17 grammi di marijuana già essiccata, oltre ad un bilancino di precisione. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, il 31enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Ugento – La bellezza dell’artigianato salentino in una collana in macramè per raccogliere fondi a sostegno delle vittime dello tsunami in Indonesia: il gioiello, realizzato da Natalia Mastria (in foto), ha vinto il primo premio nell’ambito del concorso che rientra nella campagna internazionale “Sleep for peace”.

La partecipazione della Mastria al premio nasce da un’iniziativa dell’Ostello Diffuso di Ugento, la rete di hotel, b&b e villaggi che fanno capo all’Infopoint del Comune: con la realizzazione del gioiello, l’ente – che fra le sue attività organizza anche corsi di macramè e artigianato rivolti ai turisti – aderisce alla campagna lanciata dalla Federazione internazionale degli ostelli della gioventù. La collana, cui è stato dato il nome di “Gioia”, verrà messa all’asta (con modalità da definire) per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza.

(Nel video, l’artista all’opera)

 

Nardò – In quasi due anni sono state colte sul fatto circa duecento persone che abbandonavano rifiuti in maniera irregolare e illecita. Di fronte a questi risultati diffusi dall’Amministrazione comunale neretina, ecco il “via libera” ad un altro progetto in materia dell’importo di 10mila euro per altre postazioni di “fototrappole” autoalimentate, da dislocare in più punti del territorio comunale. Il servizio, in particolare, consiste nell’installazione (di concerto con la Polizia locale) di telecamere di videosorveglianza, fornite e gestite dalla ditta aggiudicatrice del servizio, nell’estrazione e riversamento su supporto ottico o magnetico delle immagini estratte e nello smontaggio e recupero dell’attrezzatura. Con questo monitoraggio del territorio cittadino, si prevede l’esecuzione di circa cento interventi annui per un massimo di dieci siti da controllare contemporaneamente.

L’ausilio di una ditta specializzata e la stretta collaborazione della nostra Polizia locale – spiega l’assessore all’Ambiente, Mino Natalizio – ci consentono di fare un salto di qualità nella quotidiana azione di contrasto agli incivili. Il monitoraggio diventerà più capillare, più continuo, più efficace. La nostra è una battaglia di principio, perché siamo convinti che offendere l’ambiente con comportamenti superficiali e scellerati sia un atto grave, nei confronti del quale non possiamo restare immobili”.

Le offerte, come si legge in una nota del Comune, dovranno pervenire esclusivamente mediante il portale https://nardo.tuttogare.it, a cui, com’è noto, gli operatori economici interessati devono iscriversi. Tutti i particolari sono disponibili al link https://goo.gl/YhXgtQ. L’aggiudicazione avverrà sulla base dei criteri del pregio tecnico delle apparecchiature proposte, delle modalità di svolgimento del servizio, di eventuali servizi aggiuntivi offerti, della qualificazione dell’operatore, dei procedimenti adottati per garantire il rispetto della normativa sulla privacy. Le istanze devono essere formulate esclusivamente nel limite dell’importo presunto a base di gara. Il termine per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse è fissato alle ore 12 di venerdì 26 ottobre 2018. Il testo completo dell’avviso è disponibile al link https://goo.gl/ZLygMe. Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio Ambiente (geom. Vanessa Felline) al numero di telefono 0833 838260 o agli indirizzi di posta elettronica ambiente@comune.nardo.le.it e protocollo@pecnardo.it.

Le fototrappole rappresentano un validissimo strumento di contrasto al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sul territorio – si rileva dal Comune – e anche in qualche caso alla triste abitudine dell’abbandono di animali. Dal 2016 ad oggi, grazie a questi mezzi, a quasi duecento persone sono stati contestati vari illeciti (amministrativi e/o penali) relativi a violazione di norme nazionali e locali in materia ambientale. Ma l’efficacia delle fototrappole può essere misurata anche per fenomeni connessi, come gli incendi (quasi sempre nottetempo) di rifiuti o cumuli di materiale, che sprigionano fumi e cattivi odori, i cui responsabili possono essere individuati proprio dall’attento “occhio”, acceso h24, di questi ausili importantissimi”. Proprio l’altro ieri una cava in località Torre Mozza, utilizzata come discarica, che ha preso fuoco, liberando molto fumo nell’area circostante.

Taurisano – Promuovere l’attività fisica per uno stile di vita più sano: con quest’obiettivo l’assessorato alle Politiche sociali guidato da Fabrizio Preite (in foto) organizza un corso di ginnastica dolce per adulti e anziani: le lezioni partiranno nel mese di ottobre e proseguiranno fino a maggio 2019. Sede del corso sarà il centro sociale polivalente per anziani in via Aspromonte.

Il corso ha un costo mensile di 10 euro. Possono presentare richiesta di iscrizione i cittadini residenti a Taurisano che abbiano compiuto i 60 anni. Il modulo d’iscrizione può essere ritirato presso l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune o scaricato online dal sito, e va poi restituito al medesimo ufficio, corredato di certificato medico di idoneità per lo svolgimento di attività sportiva non agonistica. Le lezioni del corso di ginnastica dolce si svolgeranno nei pomeriggi di lunedì e giovedì, dalle ore 16 alle 17.

 

Casarano – L’ipotesi di sostituire in Giunta l’uscente Adamo Fracasso con Giampiero Marrella provoca una frattura all’interno del Cdc di Casarano. A tale proposta, avanzata nei giorni scorsi dal partito fondato in città da Claudio Casciaro, rispondono ora il vice segretario Antonio Fracasso e la consigliera Matilde Macchitella insieme a Guido Gianfreda, Antonella Fattizzo, Alessandro De Marco e Amedeo Sabato, i quali parlano di scelta “antidemocratica” frutto di “accordi personali”. Fracasso è stato esautorato lo scorso primo agosto per il “venir meno del rapporto di fiducia” come affermato dal sindaco Gianni Stefàno. Dopo due mesi e mezzo (nel corso dei quali è stato lo stesso Primo cittadino a trattenere con se le deleghe dell’ex assessore, tra le quali verde pubblico, attività produttive e cultura), il Centro democratico cristiano è ritornato a farsi avanti dapprima proponendo un rientro di Fracasso e ora con la soluzione Marrella, consigliere eletto in Direzione Italia e da poco confluito in Puglia Popolare e nel movimento cittadino Cdc.

La nota dei dissidenti «Abbiamo appreso da giornali, e prima ancora dai social, che Fracasso, quale segretario del Cdc, ha proposto al sindaco la nomina di Marrella, persona stimata e competente, per ricoprire la carica di assessore in quota al gruppo», si legge nella nota diffusa ieri sera da Torsello, Macchitella e dagli altri quattro firmatari. Ciò che viene contestato è il fatto tale decisione “non è scaturita da un confronto democratico all’interno del movimento e neppure da una preventiva comunicazione agli iscritti”. Al contrario, la nota con la quale è stata sostenuta la candidatura di Marrella faceva riferimento “ad un ampio e sereno dibattito”. Da qui l’invito a Casciaro per l’avvio all’interno di “un dibattito leale e costruttivo”.

Lecce – Ci sarà anche la biologa nutrizionista salentina Valentina Galiazzo (in foto) fra gli ospiti della puntata del programma tv “La prova del cuoco”, condotto da Elisa Isoardi e in onda su Rai1 mercoledì 17 ottobre, alle ore 11,30.

Protagonista della puntata sarà la cicoria. A parlarne ci sarà appunto Valentina Galiazzo (di Lecce), che torna nel programma in cui è già stata più volte ospite per parlare delle proprietà benefiche di questa verdura. Accanto a lei, lo chef Augusto Tocci, da Arezzo, che spiegherà come portare in tavola la cicoria in un tortino preparato con patate, olive taggiasche e salsa di maionese. Fra le altre chicche della puntata, nello spazio dei “Piatti d’autore” lo chef Marco Parizzi presenterà il suo “Risotto Giuseppe Verdi”, ispirato al grande compositore italiano.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...