Home Authors Posts by Redazione

Redazione

11208 POSTS 0 COMMENTS

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – Musica e storia nel doppio appuntamento in programma per la serata di domenica 19 agosto presso i giardini di Villa Meridiana.

Alle ore 21 si comincia con la presentazione del libro “Profughi a Leuca negli anni 1943-1947. Aspetti civili e religiosi” di Antonio Corrado Morciano; a seguire, alle 22,30, concerto jazz con il TwoDeeep composto da Dionisia Cassiano (voce) e Giancarlo Del Vitto (chitarra), sul palco insieme a Simone Stefanizzi (tromba). L’ingresso è gratuito.

 

Vignacastrisi (Ortelle) – L’omaggio al cantautore statunitense Tom Waits è la traccia musicale che domenica 19 agosto (alle ore 22,30) animerà la Dimora d’Arte – L’Aia di San Giorgio: a ripercorrere i successi di uno dei massimi interpreti dell’America underground sarà la cantante leccese Serena Spedicato (in foto), che porta sul palco i brani contenuti nel disco “My Waits. Tom Waits Songbook”, offrendo una reinterpretazione in chiave jazz dell’opera di Waits. Ad accompagnarla ci saranno il basso di Pierluigi Balducci, la fisarmonica di Vince Abbracciante e la chitarra di Antonio Tosques.

Assaggi di gusto prima del concerto – Prima dell’inizio del concerto, dalle 21, si potranno degustare le specialità preparate dalla cuoca salentina Alessandra Ferramosca, accompagnando il tutto con un calice di vino delle Cantine San Pancrazio. Ingresso dalle 21 euro 15, comprensivo di concerto, “Assaggi di gusto” e calice di vino; dalle 22,30 euro 10, per concerto e calice di vino. Info e prenotazioni ai numeri: 0836.920451 – 329.9852006.

 

Casarano – E’ stata fissata per martedì prossimo, 21 agosto, alle ore 19,30 una riunione particolare del Consiglio comunale, la massima assise cittadina che darà il via alla cerimonia solenne.

L’insediamento nel febbraio scorso Il generale Farina si è insediato ufficialmente il 27 febbraio scorso; la sua nomina è avvenuta il 23 dicembre 2017. All’avvicendamento tra l’uscente Danilo Errico e il 60enne alto ufficiale casaranese erano presenti anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi e il Capo di Stato maggiore della Difesa, Claudio Graziano.

Il generale Farina è sposato con la signora Gianna ed ha due figlie, Elisa e Nicoletta, e pure due nipotine, Flaminia e Diletta. In un curriculum di assoluto rilievo, figurano il 158º Corso dell’Accademia militare di Modena e la Scuola di applicazione di Torino. Nel corso della sua carriera ha ricoperto diversi incarichi di comando, tra i quali, in Bosnia e dal settembre 2013 al settembre 2014, alla guida dell’Operazione Nato Joint enterprise in Kosovo (“Comkfor”). E’ infine freschissima la partecipazione dell’Esercito italiano, col suo Capo di Stato maggiore alla Marcia per la Carta di Leuca conclusasi in piazza San Pietro a Roma e promosso da cinque diocesi brindisine e salentine, con la partecipazione di circa un migliaio di giovani da tutti i Paesi del Mediterraneo, per un mare di pace.

L’istituto della cittadinanza onoraria e consegna delle chiavi della città – ricordano dal Comune – costituisce un riconoscimento onorifico per chi, non essendo iscritto nell’anagrafe della popolazione del Comune, si sia particolarmente distinto nei diversi campi dello scibile umano con iniziative ed attività di carattere sociale, assistenziale e filantropico in opere, imprese, realizzazioni, prestazioni in favore dei cittadini di Casarano o in azioni di alto valore a vantaggio della Nazione o dell’intera umanità”.

Questo il programma della cerimonia: ore 19 ritrovo presso il Monumento ai Caduti in piazza Umberto I; a seguire la deposizione delle corone d’alloro ai piedi del monumento in onore dei casaranesi morti per la Patria; quindi in corteo si andrà in Municipio attraverso via Roma e via Dante. Alle 19.30 inizio della seduta consiliare.

Il Sindaco Gianni Stefano In una nota il Sindaco Gianni Stefano ha affermato: “Con onore ci pregiamo di conferire la cittadinanza onoraria e la consegna delle chiavi della città al Capo di Stato maggiore dell’Esercito, generale Salvatore Farina. È un riconoscimento onorifico, il più alto nelle disponibilità dell’Amministrazione comunale, che simboleggia e manifesta tutto il nostro apprezzamento e di tutta la Città al Generale. La Sua brillante carriera – prosegue il primo cittadino – non ha bisogno di essere commentata, i risultati sono apprezzati anche dai Governi esteri, e tra i molteplici ruoli di comando ricoperti anche a livello internazionale, su tutti ricordo che è stato il primo ufficiale italiano ad assolvere all’incarico di Comandante operativo interforze Nato in Olanda. Della carriera ne voglio qui sottolineare l’alto profilo etico e morale e lo spirito di abnegazione messo al servizio della Patria”.

 

Melissano – La fantasia per cercare di occultare dosi di droga, sfuggendo così ai controlli delle forze di polizia, non sembra avere confini. Gli ultimi “ritrovamenti” si sono verificati In un blister di medicinali (una dose) e in un dispensatore di sapone liquido (dieci). In flagrante e per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti è stato così arrestato Rosario Cazzato, 57 anni, ora ai domiciliari.

Il Nucleo operativo della Compagnia di Casarano è entrato in azione ieri in un esercizio pubblico del paese, dopo una intensa attività informativa ed investigativa, essendo già noto alle forze dell’ordine l’arrestato. Le “sorprese” sono scaturite dalle dettagliate perquisizioni dei carabinieri. In un locale attiguo all’esercizio pubblico sono state trovate delle confezioni di medicinali; in una di esse, occultato in un blister per compresse, è stato trovato un involucro in cellophane, contenente una dose di cocaina.

Proseguendo nella perquisizione, i militi hanno poi trovato in un dispensatore di sapone liquido nel bagno del locale, altre dieci dosi della stessa sostanza. Anche in questo flacone le dosi erano confezionate in involucri di cellophane. In totale, poco più di tre grammi di stupefacente.

Gallipoli – La nascita della nuova Giunta comunale (foto)ad opera del Sindaco Stefano Minerva, ancorché in un periodo per antonomasia di distrazioni dell’opinione pubblica, ha suscitato una serie di reazioni tra il serio e il faceto, l’ironico e il sarcastico attraverso canali tradizionali (comunicati ai media) e tecnologici come le reti social.

Flavio Fasano e Gallipoli Futura Tra i primi ad aprire le danze – pubblicando note e commenti vari – è stato il capogruppo di Gallipoli Futura, Flavio Fasano (foto): “Buon venerdì 17 giorno ideale per annunciare la “nuova” Giunta del Sindaco Minerva! Aver deciso di “cambiare” non è forse ammettere di non aver avuto la capacità di governare? Aver cambiato gli assessori ha forse risolto la evidente crisi della “raccogliticcia” maggioranza da ballottaggio, variopinta e saltellante, che ha permesso per soli 141 voti di andare al governo cittadino? Nulla da dire per nessuno a livello professionale, molto a livello politico-amministrativo!”. La butta anche sull’ironia l’associazione Gallipoli Futura che ieri e oggi ha prodotto numerosi interventi: “Con la Giunta comunale revocata in due colpi spariscono Futuro, Bellezza, Felicità e non per ultimo Creatività (le deleghe così denominate conferite dal Sindaco, ndr)”. Gli oppositori incalzano: “Dopo aver letto con attenzione il decreto n. 22 con il quale il Sindaco ha revocato i suoi assessori alla ricerca delle ragioni e motivazioni politiche del cambiamento che si vuole realizzare, vorremmo chiedere al Sindaco Minerva se ci può indicare dove posso trovare ” il programma politico… sulla cui base ha ricevuto l’investitura popolare.. per poter perseguire con piena efficienza ed operatività…”, così come si ben motiva nel provvedimento di revoca. Sarebbe utile anche ai nuovi assessori conoscere il programma, che lei ha posto a base delle motivazioni, per poter prendere da questo gli spunti necessari per raggiungere gli obbiettivi sperati e che i precedenti assessori hanno evidentemente mancato”.

Sandro Quintana In una lunga nota il consigliere comunale Sandro Quintana (Italia

Sandro Quintana

Destati), già vicino alla maggioranza per qualche tempo ed ex presidente della commissione consiliare Ambiente, in un passaggio sottolinea: “Ricapitoliamo: la staffetta famigliare ce l’abbiamo; il rapporto coniugale ce l’abbiamo; il vecchio che avanza ce l’abbiamo; il governo ombra ce l’abbiamo; la rassicurante ‘saggezza’ già  sperimentata ce l’abbiamo;  il diktat dai vertici ce l’abbiamo. Un mix esplosivo, una tavola imbandita con minuzia, lungimiranza, cui invitare solo alcuni prescelti, per non scontentare i parenti, i mariti, gli amici, gli amici degli amici, i mentori, gli amici dei mentori…”. E poi: “Spiegaci, Sindaco, perché non hai avuto l’energia, tu con i tuoi pochi anni, di liberarti dalle catene che da sempre avvinghiano la Città Bella! Tu consacri oggi la vittoria dei ”soliti noti”, tu ci riconsegni un copione già letto, ci condanni ad un immobilismo già vissuto”.

Silvia Coronese, chiarimenti e ringraziamenti Silvia Coronese, ex assessore, ha

Silvia Coronese

dapprima smentito voci e illazioni circa un “cambio” magari concordato in Giunta (“Vorrei specificare che io non sto cedendo il testimone a mia cognata, così come scrive qualche giornalista. Io e lei siamo due pianeti distinti e separati che non potranno mai incontrarsi”);  poi ha preso l’iniziativa di rispondere agli apprezzamenti ricevuti circa la sua attività amministrativa: “Le mie più grandi vittorie: l’affetto della gente e l’essere uscita da questa amministrazione così come vi sono entrata: sono rimasta la Silvia di sempre, fiera di non essere mai scesa a compromessi, di aver fatto il mio lavoro senza mai pensare a raggiungere scopi personali”. Quindi passa a rilevare temi ed argomenti di cui si è impegnata in questi due anni “perché non si faccia di tutta l’erba un fascio”. Dopo aver ringraziato i consiglieri del gruppo “Noi giovani con Minerva” che, “fino all’ultimo minuto hanno cercato di tutelare la mia posizione all’interno della Giunta”, Coronese ricorda il cambiamento intervenuto nella gestione della mensa scolastica “revicando l’appalto alla ditta, ma creando una cucina in loco esclusiva per le scuole di Gallipoli, una commissione mensa di vigilanza e controllo, e i moduli per avere la possibilità di detrarre fiscalmente l’acquisto dei biglietti mensa”. Grande attenzione agli anziani (cure termali e trasporto gratuito sui bus urbani), ai minori (con progetti personalizzati, in particolare per quei minori segnalati dal Tribunale per i minori). Per le famiglie è stata cambiata una convenzione con la ditta di raccolta differenziata dei vestiti usati, “che ha permesso di creare il primo parco giochi in centro città affollato e apprezzato”, mentre per i pacchi alimentari sono stati affidati alle parrocchie durante il periodo natalizio “di modo da non eliminare questo servizio”. Sempre a proposito di minori “è stata mia premura, essendo assente il sindaco in quel periodo, attivare un dialogo tra servizi sociali e forze dell’ordine per sgombrare il campo rom situato alle spalle della spiaggia Fontanelle e mettere in sicurezza tutti i bambini e ragazzini ivi presenti”.
In ultimo il grande impegno nella stesura del Piano sociale di zona “che , grazie all’accordo di programma con l’Aasl, è stato definito dagli stessi sindacati in cabina di regia una svolta storica”. Infine, circa la delega riguardo alla progettazione europea , il Comune di Gallipoli è stato vincitore di ben 4 progetti Interreg: uno per la partenza di un idrovolante che colleghi Gallipoli con Corfù, il secondo la creazione di una app per informare su tutti mezzi di trasporto esistenti tra i paesi del salento e la Grecia, la creazione di un attracco per le piccole navi da crociera e in ultimo, “ma non meno importante, un progetto per il recupero delle acque reflue da riutilizzare in agricoltura”. Puntando a recepire fondi europei soprattutto sui trasporti, “ho deciso – conclude il resoconto Silvia Coronese – di riaprire un dialogo con Fse, dialogo morto da anni ma che, una volta ripristinato ha permesso la riattivazione della metropolitana di superficie per collegare il centro con la zona pedonale di Baia verde e ottenere otto corse dirette con una sola sosta a Nardò per la stazione di Lecce, nonché formulare una serie di proposte insieme ai comuni di Casarano e Nardò per migliorare il piano di bacino e non risultare, come è stato negli ultimi 20 anni, tagliati fuori dal resto della Puglia”. “Tutto ciò – è il commento finale – grazie al mio impegno, alla mia passione per la politica, quella vera, quella che sogno da quando ero bambina, quella che non ti fa dormire la notte perché hai voglia di vedere crescere e migliorare la tua città”.

 

Elio Pindinelli Tirato in ballo nelle ultime giornate come “papabile”, Elio Pindinelli “a scanso di equivoci mi è doveroso precisare quanto già detto a commento di Piazzasalento: che qualcuno abbia potuto pensare a me è gratificante; affermare che poi ci sia stata una scelta tra me e qualcun altro è sbagliato in termini e nella sostanza. Le scelte sono abituato a farle da me e non certamente partecipando (come sembrerebbe ipotizzato dalla notizia) ad una fantasiosa roulette russa dei desiderata altrui”.

Il caso Udc: botta e risposta  La confusa posizione di questo partito in tutta questa

Emanuele Piccinno

fase piuttosto travagliata a cominciare dal caso che ha visto protagonista la consigliera Caterina Fiore, viene evidenziata, non senza ironie, proprio da alcuni esponenti locali di esso. Emanuele , ex assessore, posta su Facebook: “Caro sindaco ma l’assessore dr Angelo Mita da quale partito è rappresentato?”. “Partito o reparto?” commenta subito Caterina Fiore. Sandro Quintana, già esponente di quel partito,  interviene e conclude: “È stato nominato dal Segretario Regionale Totó Ruggeri dunque espressione dell’Udc… di quale Udc poi non si sa…visto che tu ti sei dimesso e la capogruppo epurata…”.

 

 

 

 

 

 

by -
0 279

Aradeo – Le note attraverseranno le vie del paese sabato 18 agosto, a partire dalle ore 19, per la seconda edizione del Raduno provinciale delle Bande giovanili, organizzato dall’associazione “Amici della Musica” e inserito nel calendario degli eventi estivi promossi dal Comune.

Partecipano al raduno le bande “Città di Santa Cesarea Terme”, diretta dal maestro Matteo Rizzello; la banda “Città di Aradeo” diretta da Luigi Varallo, e quella “Città di Scorrano”, con direttore Daniele De Pascali; e ancora il complesso bandistico Don Bosco “Cutrofiano”, sotto la direzione di Giacobbe Doria. Dalle ore 19, partirà la parata che vedrà i gruppi sfilare fra viale della Libertà e piazza San Nicola. Si chiude alle 21, con il concerto in piazza don Luigi Lega (davanti alla Villa Comunale).

 

Gallipoli – Gran da fare per le motovedette della Guardia costiera in questi ultimi due giorni per soccorrere in mare quanti sono stati sorpresi da repentini cambi meteorologici con aumento del moto ondoso e raffiche di vento. Oggi il fenomeno chiamato “flash flood” (improvvisa alluvione) si è concentrato tra le 13 e le 15 circa ma, con una temperatura più bassa rispetto a ieri, gli scontri di masse d’aria sono stati più attenuati. Con effetti più sopportabili ma che hanno messo in crisi – in almeno quattro casi – diportisti in mare in quel momento e con difficoltà a rientrare in porto. Nella giornata odierna i centri più colpiti dalle violente precipitazioni sono stati Sannicola (79 millimetri d’acqua), Alezio (70), Gallipoli (53,9), Felline di Alliste (42,8), Morciano di Leuca (33), Porto Cesareo (28,5).

Oggi gli agenti della Guardia costiera sono dovuti intervenire dalle parti di San Gregorio di Patù e nel versante gallipolino. Due in particolari i soccorsi di una certa delicatezza, trattandosi di natanti con persone a bordo non in grado più di manovrare. L’intervento delle motovedette ha risolto per il meglio la situazione. Altri particolari sugli eventi meteo do oggi si sapranno nelle prossime ore. Ieri invece è stata davvero una mattinata campale per gli agenti ed i mezzi della Guardia costiera di Gallipoli.

Sei motovedette sono state impiegate per fare fronte a dieci richieste di soccorso tra Castro, Santa Maria di Leuca, Ugento, Gallipoli e Porto Cesareo. Le difficoltà causate dal repentino cambiamento delle condizioni meteorologiche, sono state accresciute dal fatto che le chiamate in alcuni casi sono state contemporanee. Gli appelli alla Guardia costiera sono arrivati da pattini, sub, natanti con passeggeri a bordo, bagnanti. Le emergenze più delicate si sono verificate a Torre Lapillo (Porto Cesareo); nella prima le due persone a bordo sono state trasbordate sulla motovedetta; nel secondo caso i diportisti erano tre  (tra i quali una bambina): dal natante non si riusciva a salpare l’ancora ed era cominciata ad accumularsi acqua. La tensione delle persone soccorse è calata solo quando sono arrivate in tutta sicurezza nel porto di Gallipoli.

 

 

Gallipoli – Arrestato un uomo che nell’area portuale aveva messo le mani addosso ad una ragazzina 14enne che era in compagnia con altri suoi coetanei. E’ accaduto la sera di Ferragosto: una pattuglie di poliziotti del Reparto prevenzione crimine Puglia meridionale, in servizio per il periodo estivo presso il commissariato di Gallipoli, ha ricevuto dalla sala operativa una segnalazione relativa ad una minore che era stata oggetto di molestie a sfondo sessuale da parte di un uomo.

Subito recatisi sul posto, nella parte terminale del molo foraneo intitolata a Salvatore Fitto, gli agenti sono stati dapprima contattati da un ragazzo che ha raccontato loro, per sommi capi e in maniera molto agitata, quanto era accaduto pochi minuti prima. Gli agenti si sono quindi diretti verso un gruppo di persone che avevano nel frattempo bloccato l’autore della violenza sessuale, dalle cui generalità è emersa la sua nazionalità rumena e l’età (50 anni). Era lui l’uomo che “improvvisamente e con brutalità”, come ha raccontato il testimone principale, aveva palpeggiato la ragazzina. La giovane donna ha quindi formalizzato la querela circa l’accaduto.

Il protagonista e la vittima sono stati portati in commissariato e lì, dopo gli incroci dei racconti e delle testimonianze, i poliziotti hanno riscontrato elementi tali da accusare l’aggressore del reato di violenza sessuale, con l’aggravante di aver approfittato di condizioni e circostanze a lui favorevoli. L’uomo è adesso rinchiuso nella casa circondariale di Lecce.


Specchia Gallone (Minervino di Lecce)
– Giunge alla quindicesima edizione la festa della Pitilla, organizzata dal gruppo Fratres Borgo Specchia Gallone in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Minervino di Lecce. I festeggiamenti inizieranno sabato 18 agosto alle ore 20 presso il Parco di Sant’Andrea a Specchia Gallone, sulla strada provinciale per Poggiardo. La Pitilla è un pane di origine araba noto solo in alcune aree del Sud Salento e ormai riconosciuto prodotto tipico.

L’ingresso all’evento sarà gratuito e chi dimostrerà di aver donato per il Gruppo Fratres Specchia Gallone, riceverà una Pitilla farcita con i migliori ingredienti della tradizione salentina, e una bevanda gratis. Sarà possibile assaporare anche il celebre panino con i pezzetti, la carne alla brace e le immancabili pittule. Il principale sponsor della serata saranno le Cantine Menhir di Minervino di Lecce di Gaetano Marangelli di cui sarà possibile degustare l’ottimo vino. Saranno presenti anche la società Mebimport di Maurizio Zecca per la distribuzione di birra e il De Gustibus con suoi apprezzati vini.

L’intrattenimento, invece, sarà affidato agli Arenéé, storico gruppo di musica popolare salentina e mediterranea, e ai dj set che animeranno la serata attraverso Karaoke e balli di gruppo. Questo il commento di Antonio Damiano (foto), presidente del gruppo dei donatori di sangue: “Questa manifestazione nasce di concerto con il Direttivo tutto ed è finalizzata alla sensibilizzazione alla donazione del sangue”. Durante l’evento è previsto un piccolo intervento del presidente provinciale del Gruppo Fratres,  Daniele Merico, di quello regionale Antonio Spano e di Francesca Carallo, presidente del Gruppo Giovani locale.

M.M.

Santa Maria al Bagno (Nardò) – Gli scorsi 11 e 12 agosto il piazzale delle Quattro Colonne ha ospitato la prima edizione di “Calcio in acqua”, torneo organizzato dall’associazione J Nardò Bianconera. Del tutto inconsuete le modalità di gioco: calcio, apparentemente, ma su 30 centimetri d’acqua, e va da sé che nel campetto se ne siano viste di tutti i colori, con tanto pubblico a far da cornice ai due giorni dell’evento.

Tre diverse categorie (under, donne e senior) per un totale di oltre 50 atleti coinvolti  Nella prima giornata, tra gli under l’ha spuntata la squadra Futur Boys, in una combattuta finale contro Bastone B; fra le ragazze “Il Buongustaio” (squadra composta dal capitano Federica Contaldo, Ester De Pascali, Sabrina My, Ilaria Carrino e Sara Verona) ha battuto Water Girls. Il giorno seguente, domenica 12, è toccato agli uomini scendere in campo: ha vinto la Squadra Tufi (capitano Stefano Spenga, con Danilo Alfieri, Marco Mastellone, Mattia Saina, Paride Zaccaria, Mattia Mazzeo e Alessio Guglielmetti) contro la rappresentativa Bianco Igiene Ambientale. A margine dell’evento – presentato da Lorenzo Falangone – la premiazione per le prime due classificate di ogni categoria e per i tre gol più belli: Gabriele Fedele (Bastone B) per la categoria under, Sabrina My (“Il Buongustaio”) tra le ragazze, Alex Spagnolo (Friendship) tra i senior.

L’incasso in beneficenza – A incorniciare l’evento la selezione musicale del deejay Matteo Filieri, gli scatti fotografici di Chiara Ligorio, le animazioni dedicate ai bambini a cura del “Tappeto Volante” e il cuore grande della J Nardò Bianconera, che ha devoluto l’incasso (800 euro) in beneficenza alla sezione ANT “Don Tonino Bello” di Nardò.
“Un atto doveroso e riconoscente nei confronti di chi tanto si prodiga nel tessuto sociale, con le mani protese verso il prossimo – ha dichiarato il presidente di J Nardò Bianconera, Tiziano De Pirro. – Gli ultimi due mesi nei quali abbiamo organizzato l’evento sono stati caratterizzati da incessante lavoro, ma grazie all’impareggiabile impegno dei soci ne siamo usciti felici e vincitori. Un grandissimo ringraziamento va anche all’Amministrazione comunale, nella persona dell’assessore al Turismo e alle Attività produttive Giulia Puglia, per l’impegno, e a tutti gli sponsor per il supporto”. La prima edizione di “Calcio in acqua” non sarà un unicum: “Ci prodigheremo con l’intento di bissare l’evento nel 2019 – conclude De Pirro – di pari passo con tutti gli altri appuntamenti della J Nardò Bianconera che presto sveleremo”. Intanto, l’associazione presieduta da De Pirro ha aperto ufficialmente i tesseramenti in vista della prossima annata.

Gallipoli – “Presento oggi la mia nuova squadra: due donne e tre uomini, grandi  professionisti che sapranno guidare sapientemente questa città. Una  giunta tecnico-politica che sarà subito al lavoro per affrontare le  problematiche di Gallipoli. Un nuovo punto di partenza. Ho piena fiducia  nel nuovo Esecutivo che agirà all’insegna della trasparenza e  dell’umiltà. Si respira un clima  positivo: tanto affiatamento e tanta  energia, sono sicuro che raccoglieremo subito i frutti del loro lavoro. Un grazie di cuore agli Assessori uscenti e buon lavoro a tutti!”: questo il commento del Sindaco Minerva dopo l’ultima modifica all’organigramma pronto già ieri sera. Nella nota del Comune s’informa che la Giunta verrà presentata ufficialmente nel corso della settimana entrante e che le deleghe ai cinque assessori verranno rese note “nei prossimi giorni”.

Chi sono gli assessori Come anticipato ieri sera da Piazzasalento, alla fine il primo cittadino ha optato per un radicale cambiamento. Tutti a casa gli assessori uscenti, squadra completamente nuova a Palazzo Balsamo. Entrano nelle stanze dei bottoni l’ex Sindaco, presidente dell’Ordine dei commercialisti provinciale e uno dei commissari mandati dalla Regione per i debiti della Festa della Focara di Novoli, Giuseppe Venneri; sostituisce in toto – quindi anche nella carica di vicesindaco,, il compagno di lista Cosimo Alemanno. Da “Grande Gallipoli” rilevano che il passaggio di testimone era previsto in accordi preelettorali e quindi è stato solo anticipato di qualche mese. Ex amministratore di lungo corso e componente del comitato dei saggi (voluto da Minerva ma che nel tempo ha fatto perdere le proprie tracce) Biagio Palumbo, già candidato Sindaco in un recente passato. Avrebbe voluto fare l’amministratore Angelo Mita, ma la sua candidatura di qualche tempo fa nella lista Udc non ebbe fortuna; Mita è uno dei primari dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce ed è stato indicato dal numero uno del partito, il senatore Ruggeri. La componente sempre in piedi di Salvatore Guglielmetti (Crescere insieme la sua lista) piazza Paola Scialpi, candidata non eletta alle ultime Comunali nella lista “Italia destati – Sandro Quintana Sindaco” (37 preferenze).

Completa il governo “Minerva 2” Antonella Russo, il terzo avvocato in Giunta: è l’unica novità rispetto alle anticipazioni pubblicate ieri sera. Al suo posto il Sindaco avrebbe voluto Assunta Titti Cataldi (La Puglia in più), presidente della commissione consiliare Sanità, già in altre occasioni sollecitata ad assumersi responsabilità dirette di governo. Aveva sempre rifiutato ed anche questa volta ha tenuto duro, aprendo la strada alla moglie di un suo candidato Paolo Barba. In queste mosse avrebbe pesato il rapporto non più ottimale tra Cataldi e l’assessore uscente Dario Vincenti che, in caso di accettazione dell’assessorato da parte della sua compagna di lista, sarebbe entrato in Consiglio. A chi ieri sera gli anticipava la “rosa” dei papabili data per certa, Vincenti si era dimostrato in effetti assai scettico: “Finché non vedo la firma (di Titti Cataldi, ndr), non ci credo”. Aveva ragione.

Partite le scommesse Sono adesso partite le scommesse – complice anche il tempo che non consente molti diversivi – su quanto durerà la seconda Giunta Minerva. Se prevarrà il fattore venerdì 17 oppure un adattamento del detto popolare “Giunta (sposa) bagnata, Giunta fortunata”. Le opposizioni dentro e fuori il Consiglio comunale dalle prime battute non risparmiano ironie, allusioni e aperte accuse (se ne possono leggere in un altro articolo sul tema). (nella foto da sinistra Angelo Mita, Antonella Russo, Stefano Minerva, Paola Scialpi, Biagio Palumbo, Giuseppe Venneri).   

 

 

Gallipoli – Doveva essere il colpo politico di Ferragosto, studiato per varare finalmente, dopo un po’ di tentativi (almeno tre), la nuova Giunta comunale di Gallipoli. Invece ad un passo dalla conclusione ufficiale e dopo un pomeriggio di riunione con tutti i consiglieri della maggioranza, il Sindaco Stefano Minerva ha rinviato tutto a domani, venerdì 17. Forse c’è ancora qualche dubbio, qualche designazione non del tutto accolta dai consiglieri. Certo è che l’Esecutivo sarà nuovo di zecca: il decreto di revoca delle nomine è stato firmato dal Sindaco in serata. Tutti fuori, niente rimpasto, si cambiano tutti gli assessori rimasti (quattro, dopo l’abbandono in piena estate del titolare del Turismo e commercio, Emanuele Piccinno).

Ma l’intenzione di Minerva è ferma: questa volta si fa e si fa adesso. Anche se qualcuno dei papabili si è spinto a dire che – a stagione ormai andata – sarebbe meglio a questo punto procedere senza tanta fretta. I nomi? Dovrebbero essere, secondo i criteri di fondi indicati dal capo dell’Amministrazione, un misto di tecnici e di politici. Si va da Giuseppe Venneri, già primo cittadino, che prende il posto del vicesindaco Cosimo Alemanno della stessa lista “rande Gallipoli”; a Biagio Palumbo (foto), già ex amministratore, scelto al posto di un altro ex amministratore cittadino di cui si è parlato a lungo, Elio Pindinelli. Cede alla chiamata ripetuta Assunta Titti Cataldi (foto); con lei un altro medico in Giunta, il dottor Angelo Mita. Seconda donna assessore Paola Scialpi, avvocato, già Forza Italia e candidata alle ultime Comunali per il candidato Sindaco Sandro Quintana, sostenuta da Guglielmetti. Titti Cataldi assessore apre le porte del Consiglio al primo dei non eletti di “Puglia prima di tutto”, Dario Vincenti, assessore uscente.

L’ufficializzazione di dovrebbe avere, come detto, fra poche ore. Salvo imprevisti che – considerati i tentativi falliti finora – non sono proprio da escludere. Venuto a sapere dei presunti nomi nomi che affiancheranno Minerva nel governo cittadino, il capogruppo di Gallipoli Futura Flavio Fasano lancia la prima critica scomodando Fedro: “la montagna stava partorendo/ gemeva e lanciava grida immani/e sulla terra c’era grande attesa./ Ma quella partorì un topo”.

 

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – I festeggiamenti in onore della Madonna Assunta hanno acceso di tradizioni, spettacolo e qualche polemica le giornate fra il 14 e il 15 agosto, con la processione sul mare, lo spettacolo di musica popolare degli “Ionica Aranea” e i fuochi d’artificio nella notte fra il 15 e il 16 agosto.

In particolare, lo spettacolo pirotecnico (quest’anno a cura di Vincenzo Martella di Corsano) è durato circa 18 minuti ed è stato arricchito dalla luce naturale dei fulmini temporaleschi. Sullo sfondo, per volontà dell’amministrazione comunale di Castrignano del Capo, a partire dalle 22 la cascata monumentale è rimasta accesa con le tinte del tricolore italiano, in ricordo di tutte le vittime che hanno perso la vita durante il crollo del ponte Morandi a Genova. Lo spettacolo è stato realizzato grazie all’impegno di Assocom Leuca (presieduta da Rizieri Siciliano) e dai contributi volontari dei comuni cittadini che hanno finanziato l’evento.

Polemica sul piano traffico inesistente Nella festa non è però mancato un neo, segnalato da molti lettori di piazzasalento presenti a Leuca per lo spettacolo dei fuochi di Ferragosto: “La strada è chiusa, dovete tornare indietro, parcheggiate dove potete”, questo si è sentito dire più di qualche automobilista dai carabinieri presenti ai posti di blocco. “Nessun avviso nei giorni precedenti, nessun cartello sul posto. C’erano solo i carabinieri a gestire l’ingente flusso di traffico”, segnalano altri, evidenziando che le strade da Salignano e da Castrignano erano chiuse e ci si poteva avvicinare solo dalla litoranea e dalla strada provinciale che porta al santuario. Il risultato è stato il crearsi di file chilometriche lungo tutti gli accessi e parcheggi selvaggi ai lati e nelle poche stradine secondarie. “Ogni anno in occasione dello spettacolo dei fuochi di mezzanotte si presenta la difficoltà di gestire il traffico in entrata nella marina. E ieri si è evitato che il centro s’ingolfasse, ma si è creato un enorme problema di mobilità all’esterno. I carabinieri non potevano far altro che evitare che le auto passassero, e si sono sorbiti le lamentele di tutti”, commenta un visitatore.

Il commento del presidente di Assocom Leuca – “Leuca ha una struttura viaria particolare e, con tutta la buona volontà, una soluzione ottimale non esiste – getta acqua sul fuoco Rizieri Siciliano. – L’unico obiettivo è non creare ingorghi nel centro, così come si è fatto negli anni scorsi, quando le auto rimanevano bloccate fino alle tre di notte, ferme sul lungomare”.

 

(Hanno collaborato Ilaria Lia e Luana Prontera) 

Gallipoli – Sono arrivati in spiaggia intorno all’1,30 del 16, cioè nella notte appena trascorsa. In dieci hanno preso possesso dei lettini di un lido sul litorale nord della città, in località Rivabella nei pressi del viale della Fenice. Agli inviti dei titolari del “Lido Oasi Beach” di abbandonare l’intenzione di restare su quei lettini occupati abusivamente e impropriamente, hanno dapprima risposto con insulti ed espressioni di sfida condite da minacce per poi passare dalle parole ai fatti. In cinque si sarebbero scagliati contro il titolare e due altre persone presenti, suoi familiari, intervenute per cercare di placare l’alterco iniziale. In conclusione, arrivata con l’arrivo dei carabinieri chiamati dall ido, i sanitari del Pronto soccorso del “Sacro Cuore” di Gallipoli hanno riscontrato ferite guaribili entro cinque, sette e venti giorni (due costole rotte). Il gruppo si sarebbe dileguato dopo aver assicurato che sarebbe tornato presto “a sfasciare tutto”.

Questi i fatti come verranno nella giornata di domani presentati alla Procura della Repubblica di Lecce con un denuncia querela tramite la Compagnia dei carabinieri di Gallipoli. La firma l’avvocato di Gallipoli Monica Villanova. Dalla denuncia si apprende che la decina di persone arrivate in spiaggia in piena notte sono provenienti dal Barese e sarebbero anche state già individuate dai carabinieri  “e dai miei assistiti facilmente riconoscibili”. Sul posto ci sarebbero anche delle telecamere con i video da visionare circa l’accaduto.

Anche perché anche tra gli aggressori (due famiglie, a quanto pare) ci sarebbero state due persone, entrambe giovani, che hanno fatto ricorso pure loro al Pronto soccorso gallipolino, con prognosi di cinque giorni ciascuna. I due feriti avrebbero raccontato di essere stati aggrediti dal guardiano del lido.

 

Otranto – Alla guida sotto l’effetto di stupefacenti e alcol: continua la messe di controlli da parte dei poliziotti e dei carabinieri per ridurre il pericolo rappresentato da automobilisti in circolazione pur non essendo in condizioni normali. Presa particolarmente di mira l’area tra Otranto e Santa Cesarea Terme. La polizia di Stato il 15 agosto scorso ha effettuato 165 controlli con test di screening per far emergere eventuali tracce alcoliche nell’aria espirata dai polmoni. L’etilometro ha dato questi risultati: per undici conducenti i risultati sono stati positivi per cui è scattato il ritiro della patente di guida; in questo gruppo di verifiche, in due casi si è trattato di neopatentati, in altri due di risultati positivi anche al test di screening per stupefacenti (anfetamine e cocaina). In caso di conferme attraverso altre analisi di verifiche nel Centro ricerche di laboratorio e Tossicologia forense della Polizia di Stato di Roma, a questi undici automobilisti troppo spregiudicati e pericolosi per sé e per gli altri, scatterà anche la denuncia. Ben 113 i punti decurtati dalle patenti inoltre per violazioni varie al Codice della strada, dal mancato collaudo dell’automezzo mancanza di documenti ed altro.

Per guida sotto l’effetto di droghe si sono visti ritirare la patente da parte dei carabinieri ed evidente alterazione psico-fisica, F. P. di Firenze, 20 anni; D. R. di Corigliano d’Otranto, 28 anni; D. B. D. di Melendugno, 19 anni; M. S. D. di 25 ani di Carpignano salentino. Sotto gli effetti di qualche bicchiere di troppo erano in circolazione prima di essere fermati nella notte di Ferragosto, alcuni giovani di Andria, San Ferdinandio di Puglia, Brindisi, Turi, Martano.

 

GallipoliMaglie, Gallipoli, Taurisano, Santa Cesarea Terme, Otranto: questi gli scenari in cui nelle ore tra il 14 e il 15 si è svolto un altro episodio dello scontro tra spacciatori e forze di polizia impegnate nel loro contrasto. mdma (detta anche Ecstasy), cocaina, hashish, marijuana, ketamina: droghe per tutti i gusti, in confezioni e in pasticche, da distributori e acquirenti in entrambi i casi appena ventenni.

Carabinieri e poliziotti hanno messo sotto stretto controllo le zone più frequentate della provincia. I carabinieri della Compagnia di Maglie hanno proceduto a sette arresti nei pressi o all’interno di locali notturni nella zona di Santa Cesarea Terme; gli spacciatori sono stati colti in flagrante nell’atto di cedere dosi di stupefacenti. Nella rete sono finiti Giuseppe Lamagna 27 anni della provincia di Napoli, con 47 pasticche di ecstasy; Daniele Bartolo 23enne di Triggiano (Bari) con 14 dosi di ketamina; Manuela Persichetti 33enne di Torino di Sangro (Chieti) con dosi di mdma e di cocaina; Simone De Castro 24 anni di Nichelino (Torino) e Alberto Basilotta, stessa età e stesso paese, con marijuana, Mdma, ketamina; Federico Rosa 21enne di Settimo Torinese con ecstasy, mdma; Giuseppe Russo, 21 anni, originario della provincia di Caserta, con 10 dosi di cocaina. Denunciate inoltre al’autorità giudiziaria tre persone ritenute responsabili di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio: L. R. di Brescia 38enne; G. M. 26 anni di Novoli; G. S. 18enne di Muro Leccese.

In zona Baia verde di Gallipoli i carabinieri hanno proceduto all’arresto di un colombiano residente a Torino – di 23 anni – colto mentre consegnava dosi di droghe; addosso aveva stupefacenti di tipo cocaina, hashish, marijuana e un bilancino di precisione. Il giovane è stato quindi trasferito al carcere di Lecce. Denunciate invece per detenzione di droghe ai fini di spaccio D. A.  e M. C. di Rivoli (Torino) , trovati in possesso di hashish.

Colpo grosso, questa volta ad opera degli agenti del commissariato di polizia di Taurisano, in paese. Durante i controlli del territorio programmati, è stata fermata un’automobile con a bordo un uomo di 39 anni del posto di cui non sono state fornite le generalità. Il conducente avrebbe manifestato segni di nervosismo alla vista dei poliziotti. Durante la perquisizione del fermato, già noto alle forze dell’ordine, sono saltata fuori due buste di cellophane sigillate con nastro adesivo; in ognuna di esse vi erano 25 grammi si una sostanza stupefacente tipo cocaina per un totale di 50 grammi.

 

Marina di Mancaversa (Taviano) – Il giorno dopo Ferragosto, ancora musica all’Arena del Mare in via Riccione: giovedì 16 agosto, alle ore 21, salgono sul palco Vanny Deejay, con Paolo Stefanelli e l’animazione delle Ragazze Italiane per una serata da ballare con il Festival Bar Italia. L’ingresso è gratuito.

Una carrellata di tormentoni italiani tutti da ballare, dagli anni ’60 ai giorni nostri accenderanno la pista. Intorno al palco, a fare da cornice alla festa, già dal pomeriggio sarà allestita un’area con giochi, mercatini, street food e birra artigianale.

 

Nardò – Controlli e azione di prevenzione ma anche sanzoni ed una sola emergenza, a Ferragosto, nel tratto di costa sotto la torre Uluzzo nel parco di Portoselvaggio: questo il primo bilancio stilato dalla Guardia costiera di Gallipoli.

Per un’avaria al motore, l’imbarcazione con quattro diportisti a bordo è diventata ingovernabile ed è andata alla deriva. dopo aver lanciato il segnale di soccorso, le quattro persone hanno raggiunto a nuoto la costo riuscendo a risalire la scogliera. Verso gli scogli stava finendo invece la loro imbarcazione quando due motovedette della Capitaneria di porto (una già in zona, l’altra salpata da Gallipoli) hanno raggiunto la zona. Il natante è stato messo subito sotto controllo prima che finisce sugli scogli, con danni per l’imbarcazione stessa e l’ambiente circostante di particolare pregio, tra decine di bagnanti allarmati. (nelle foto alcune fasi dell’intervento degli agenti)

Nel bilancio di questo periodo figurano quattro imbarcazioni sanzionate per navigazione in zone riservate alla balneazione e due per avere a bordo troppe persone. Sanzioni per diverse migliaia di euro sono piovute anche su barche che erano entrate in alcune grotte a rischio crollo. Nella sola giornata di Ferragosto elevate multe per 10mila euro.

Casarano – Finanziamenti da oltre due milioni di euro per due immobili storici di Casarano. Per il mercato coperto comunale  sono in arrivo 880mila euro dai fondi Por Puglia concessi per la sua riqualificazione. La storica struttura di via Matino (la sua edificazione risale agli anni ’50) verrà divisa in due parti: se il capannone nord continuerà ad ospitare i box commerciali, quello accanto sarà diverrà un laboratorio culturale per giovani. È stato quest’ultimo, infatti, il punto di forza del progetto appena approvato che prevede la creazione di un centro “per l’aggregazione artistica e culturale”. La ristrutturazione prevede anche la sostituzione del tetto in amianto che da sempre rappresenta un problema proprio nel centro della città.

Lavori per la scuola di piazza San Domenico Altro finanziamento ottenuto da Palazzo di Città in questi giorni è quello da un milione 135mila euro, incluso nel Piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018-2020, per l’efficientamento energetico dell’edificio di piazza San Domenico. Il progetto punta all’adeguamento sismico della struttura oltre al miglioramento della tenuta termica anche con l’installazione di nuovi infissi e di impianti adeguati. È anche previsto un sistema di fonti rinnovabili per la produzione di acqua calda sanitaria.

L’assessore Parrotta «Siamo molto soddisfatti di questi due finanziamenti. Con l’intervento sul mercato coperto – fa sapere l’assessore ai lavori pubblici Laura Parrotta – restituiremo alla città un immobile che conserverà la sua vocazione commerciale storica, ma ammodernato e riqualificato, e soprattutto creeremo anche un contenitore culturale quale spazio di aggregazione e di espressione creativa per i giovani, e non solo. Con le risorse destinate all’edilizia scolastica provvederemo a riqualificare  l’immobile dell’istituto comprensivo Polo 3 per dare ai nostri ragazzi un edificio più sicuro, “moderno” e adeguato elle loro esigenze».

Casarano – Arrivano i voucher sociali per sport e cultura. Con l’iniziativa, l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Casarano “intende promuovere interventi sociali ed assistenziali che garantiscano aiuti concreti alle persone e alle famiglie che vivono situazioni di svantaggio socio-economiche e culturali”, come afferma l’assessore Daniele Gatto. I contributi economici sono rivolti a ragazzi d’età tra i sei e i 18 anni residenti nel Comune di Casarano, cittadini europei o familiari di cittadini non europei, e ragazzi stranieri con permesso di soggiorno,  appartenenti a nuclei familiari con Isee non superiore a 6.000 euro. I voucher, dai 100 ai 200 euro maggiorati di 50 euro per ogni minore presente nel nucleo familiare oltre al primo, saranno erogati per il tramite della “Welfare Company srl”.

Due progetti da 16mila euro Sono disponibili 8.000 euro per attività sportive riabilitative- educative, presso piscine e palestre convenzionate, per il progetto “Che bello fare sport!” ed altri 8.000 euro per l’acquisto di materiale didattico- culturale nelle cartolerie e librerie convenzionate per il progetto “gemello” “Evviva la cultura…comincia l’avventura!”. Le istanze potranno essere presentate dal 27 agosto al 28 settembre, insieme alla documentazione richiesta, e saranno accolte nel rispetto del progressivo del protocollo di ricezione e soddisfatte fino alla totale concorrenza delle somme disponibili. Per garantire il totale utilizzo delle risorse stanziate l’A.C. ha inoltre disposto che l’eventuale economia che si verifichi in una delle due iniziative potrà essere utilizzata per il pieno soddisfacimento dell’iniziativa maggiormente richiesta.

Otranto – Raffaella Nicolazzo, giovane artista idruntina, si è classificata al primo posto  nel concorso “Note d’estate”. Lo scorso 5 agosto a Matino, la  quindicenne è stata proclamata vincitrice da Nicco Verrienti (direttore artistico della manifestazione originario di Casarano) e dal compositore Roberto Casalino. La competizione, giunta all’undicesima edizione, ha visto la partecipazione di oltre cento artisti selezionati in tutta la Puglia. Per la giovane Raffaella, allieva della maestra Francesca Rinaldi (dirigente della scuola di musica Harmonium di Maglie), si è trattato della prima partecipazione ad un concorso di questo livello. Solo quindici anni ma tanto carisma e un talento fuori dal comune che le ha permesso di raggiungere questo riconoscimento e di partecipare alle selezioni per il prossimo “Sanremo giovani” con un brano scritto dallo stesso Verrienti, già autore di star come Emma, Renga, Annalisa e molte altre.

Le sue giovani speranze «Sono una ragazza che lavora tanto e si impegna molto in quello che fa e la vittoria di questo concorso, in cui hanno partecipato tantissimi bravi artisti,  è servita ad accrescere molto la mia autostima. Spero – afferma Raffaella – di poter partecipare il prossimo anno, compiuti sedici anni,  a Sanremo giovani e di poter avere un futuro nella musica ma ho anche tantissime altre passioni e non è da escludere che in futuro intraprenda una carriera completamente diversa».

(di Matteo Monte)

Maglie – Era stato condannato in Ucraina il 73enne di Macerata arrestato ieri dalla Polizia in una struttura ricettiva di Maglie. L’uomo è risultato, infatti, destinatario di un mandato di arresto ai fini estradizionali emesso dalle autorità Ucraine per i reati di appropriazione indebita, riciclaggio, falsificazione di documenti e falso. La sua presenza è venuta fuori nel corso dei controlli amministrativi esperiti sulle strutture ricettive della provincia di Lecce, anche al fine di monitorare il flusso di turisti presenti su tutto il territorio, ad opera degli agenti del Commissariato di Otranto, supportati dalla centrale operativa di Lecce. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato associato presso la Casa circondariale di Lecce.

Alezio – Tradizione rinnovata per la Madonna della Lizza ad Alezio. Il tradizione “fischietto e tamburo” ha scandito l’attesa di martedì 14. In mattinata c’è stato il corteo verso il santuario, accompagnato dalle Star Cheerleader dell’oratorio, il Corteo storico murattiano della Pro loco Alezio e la Fanfara dei bersaglieri. Nel pomeriggio, dopo la messa sul sagrato della Lizza delle 19,30 e la processione, la fiaccolata in largo Fiera e musica con Ennio C. a partire dalle 23,15.

La festa, colorata dalle luci della ditta “Santoro” di Alessano, si riaccende il 15 con la “Fiera della Lizza”, il matinè musicale in piazza Vittorio Emanuele II, in serata i concerti bandistici di “Città di Conversano” e “Città di Francavilla Fontana” e, come da tradizione a notte fonda, il grande spettacolo pirotecnico. La terza serata vedrà in scena l’Orchestra Terra del sole diretta dal Maestro Enrico Tricarico di Gallipoli con “Meraviglioso!”. Saliranno sul palco Michele Cortese, Antonio Ancora, il soprano Lucia Conte, il tenore Vincenzo Sarinelli. Ospite della serata, presentata da Ivan Raganato, sarà il cabarettista di Nardò Andrea Baccassino. Novità dell’edizione 2018 è “Una festa che emoziona”, il contest fotografico per raccontare l’evento attraverso gli scatti da condividere sui propri canali social.

In mostra, nella tre giorni, “Il vento devoto”, con i ventagli d’autore per santi patroni, progetto artistico ideato da Antonio Chiarello presso il Museo della Confraternita a cura di PugliArmonica. In contemporanea si svolgerà anche “Loro di Alezio”, l’esposizione fotografica di Michele Piccinno promossa come ogni anno da Interferenze, sul sagrato della Lizza; tanti clic che interpretano la vita di un paese attraverso chi lo vive o lo ha vissuto. Da visitare dalle 21 alle 24 fino al 16.

Lido Conchiglie (Sannicola) – Appuntamento fuori programma questa sera, martedì 14 agosto, a partire dalle ore 21 presso Mesciu Peppe, a Lido Conchiglie: si tratta dell’evento “Mi ritorni in mente”, durante il quale si esibiranno Emanuele Montagna e Ilenia Romano, proponendo musica anni ’70, ’80 e ’90, fino ai nostri giorni.

“Un viaggio tra le più belle canzoni degli ultimi 50 anni, in una serata organizzata a grande richiesta del pubblico” commentano gli organizzatori.

Gallipoli – Una pattuglia della Polizia viene travolta da un’autovettura mentre è già ferma sulla Statale per aiutare un’auto in panne. Lo scontro, per fortuna senza gravi conseguenze, si è verificato intorno alle 22 di lunedì 13 agosto sulla corsia nord della strada statale 101, nei pressi di Gallipoli. La pattuglia era intervenuta per prestare soccorso ad un’automobile rimasta ferma per problemi meccanici proprio in curva, segnalando la sua presenza agli altri veicoli in transito e soccorrendo le due occupanti.

La pattuglia trascinata per dieci metri In attesa dell’arrivo del carro attrezzi per la rimozione, però, la stessa volante è arretrata di un centinaio di metri accostandosi sul lato destro della carreggiata al fine di rendersi visibile alle auto che sopraggiungevano: malgrado ciò la pattuglia della Polizia è stata violentemente investita (e spostata di una decina di metri) da una Mercedes  condotta, a velocità sostenuta, da un 45enne originario della provincia di Napoli e residente a Bergamo. Malgrado lo spaventoso contraccolpo subito, i tre agenti hanno prestato soccorso al conducente della Mercedes e gestito la viabilità che, nel frattempo, rischiava di diventare quanto mai critica, in attesa dell’arrivo di un’altra pattuglia del reparto prevenzione di Bari, della Polizia locale e dei Carabinieri. I tre poliziotti sono poi stati accompagnati presso il Pronto soccorso dell’ospedale di Gallipoli per le cure del caso.

Voce al Direttore

by -
Ci siamo. Puntuale come ogni anno, il balletto delle cifre è qui tra noi: quanti ne mancano all’appello? “Almeno il 40%”. “Macché! Siamo al...