Home Authors Posts by Chiara Pisanello

Chiara Pisanello

254 POSTS 0 COMMENTS

Alezio – Nuove deleghe (tutte “rosa”) per i consiglieri comunali di maggioranza. Il Primo cittadino Andrea Barone ha, infatti, inteso attribuire “funzioni collaborative” a tre consiglieri della civica “Grande Alezio”, “per dare maggiore efficacia all’attività politica e amministrativa”. A Teresina Perrone va l’incarico di collaborazione sulle tematiche relative a turismo e marketing territoriale (così come nella sua precedente esperienza politica a Gallipoli, durante l’amministrazione Francesco Errico); Fabiana Longo si occuperà di biblioteca, patrimonio culturale e innovazione tecnologica; a Roberta Toscano va, invece, la delega ai rapporti con gli Enti scolastici e di formazione. Le tre consigliere coadiuveranno il Sindaco nell’esame e nello studio di argomenti e problemi specifici, formulando osservazioni e proposte.

Nel corso del primo, affollato, Consiglio comunale è stata presentata la nuova Giunta e nominato come presidente dell’Assise Gabriele Bottazzo (“Grande Alezio”). Assieme all’impegno accanto alla mobilitazione “No cava”, la nuova Amministrazione punta sui temi della sicurezza e del contrasto ai fenomeni di criminalità: la Giunta ha già approvato il progetto “L’occhio sulla città”, richiedendo l’ammissione ai finanziamenti previsti dalla legge 48 del 2017 finalizzati all’istallazione di un sistema di videosorveglianza integrata, per un importo complessivo di 900mila euro.

Intanto l’Amministrazione Barone, tramite delibera di Giunta, ha determinato le indennità spettanti ai componenti dell’esecutivo confermando la scelta dei propri predecessori. Gli importi di indennità mensile saranno di 1.000 euro per il Sindaco e 397,79 euro per il suo vice. Agli assessori spetteranno, invece, 368,02 euro mensili. «Siamo felici di constatare – fanno sapere da “Uniti per Alezio”, lista del sindaco uscente e in lizza alle elezioni dello scorso 10 giugno con Paola De Mitri – che l’attuale giunta ha confermato gli stessi importi stabiliti 10 anni fa, nel 2008, dall’Amministrazione Romano e ci si augura che tale scelta sia definitiva per tutto il mandato della Giunta stessa. Non sempre il cambiamento è necessario».

 

Alezio – La bellezza non è esclusiva. Lo sanno bene Simonetta Fiorito e Annalisa Della Ducata (foto), promotrici di “Schizzi di moda”, l’evento che domenica 15 luglio alle 21 impreziosirà El Barrio Verde e il parco don Tonino Bello, celebrando la creatività e l’eleganza femminile oltre ogni stereotipo. Accanto alle due aletine, proprietarie del negozio “Tentazioni” di via Roma, anche “Bolero” di Sannicola e “Sposanova” di Parabita: i tre esercizi commerciali porteranno in passerella, per l’occasione, le loro creazioni e i loro prodotti.

Abiti, bijoux e gioielli artigianali esalteranno l’originalità, la personalità e la bellezza oltre gli schemi, quella che strizza l’occhio al jet set internazionale e piace sempre di più alle riviste di moda patinate: «vogliamo portare in scena la diversità coinvolgendo e portando sulla passerella varie tipologie di donna, con le loro storie e la loro sensibilità», afferma Annalisa Della Ducata, nel descrivere la propria sfilata dal titolo “50 sfumature di donna e di tentazioni”. Una sfilata atipica quindi, che guarda e racconta le donne nella loro quotidianità e unicità, invitandole ad osare e rompere gli schemi. «Gli accessori artigianali che porteremo in scena sono modellati in base alle specificità della cliente. Ma non bisogna per forza essere giovani, alte e magre – conclude Della Ducata – per concedersi quella ciliegina sulla torta rappresentata dall’accessorio. Sta bene a chiunque e completa un outfit adattandosi all’incarnato e allo stile della cliente».

La serata, presentata da Natascia Castrignanò, sarà arricchita dalla voce di Desideria Carroccia e  dal tango argentino di Beltango Lecce. La direzione tecnica è affidata a Emilio Cisotta.

Alezio – Due anni di musica, contaminazioni, attacchi di arte e amicizia, tra un cocktail su una sdraio e un tiro in porta. Sono pronte le candeline per il secondo anno di vita de El Barrio Verde, l’oasi culturale all’interno di parco don Tonino Bello, ad Alezio, gestita da Davide Ventura e Giulio Dimo (foto). A dare ritmo alla festa di sabato 14 luglio sarà la Zagor Street band, una classica banda salentina dallo spirito moderno, che rivisita in chiave jazz, blues e funky la tradizione bandistica locale (info e prenotazione tavoli e sdraio: 3274592706 / 328378058). Protagonisti delle prossime serate all’aperto, dopo l’apertura di luglio con Mino De Santis (il 6), saranno la musica popolare de “Li 4 ienti”, con Giancarlo Paglialunga, Rachele Andrioli Emanuele Licci e Rocco Nigro (giovedì 12), il progetto Unity and love (20 luglio), Lu rusciu nosciu (sabato 28).

É arrivato intanto alle semifinali il primo torneo di calcetto “El Barrio Football”. Partito il 18 giugno scorso, ha visto sfidarsi nel campetto del parco di via Mariana Albina dieci squadre. Giovedì 12 saranno “El Barrio Verde”, “Camera Cafè”, “South africa”, “Betatomic”, i team, varcata la soglia dei quarti di finale, si aggiudicheranno il podio. In palio per i giocatori un pranzo presso Lido Sottovento di Gallipoli (primo posto), un aperitivo presso El Barrio Verde (secondo) e una colazione presso il bar Glamour di Alezio.

Alezio – Guarda alla nuova stagione e pensa in grande la Volley Alezio, sempre però con i piedi ben saldi alle proprie radici e in pugno il sogno diventato realtà della serie D. Nell’estate che separa dall’inizio del nuovo campionato a farla da padrone sono l’amicizia, il divertimento e il ricordo: si è conclusa con la vittoria degli “Anonimi” nella categoria Master la decima edizione del “torneo di Alezio”, che vedrà ancora gli amatori confrontarsi nella fase dei play off. Ora è tempo di sfide speciali, per ricordare due grandi protagonisti della società guidata da Biagio Primiceri. Lunedì 9 luglio alle ore 20 presso il Palafederico andrà in scena un’amichevole in memoria del compianto presidente Federico Contaldo e di Artem Toscano, il giovane amico e giocatore scomparso nel 2013 in un incidente stradale.

Si apre intanto il sipario sulla stagione 2018/2019 con la presentazione del roster e della campagna di sponsorizzazione a supporto della società nel raggiungimento dei suoi obiettivi. Il primo giocatore ad essere presentato è Antonio Solida (foto), pronto a ritornare in campo con il ruolo di centrale. “Esser stato riconfermato in questa squadra mi riempie di orgoglio e gioia”, afferma Solida. “Sono il primo tifoso di questa squadra e di questa società che è la mia seconda famiglia. Non vedo l’ora di cimentarmi nel palcoscenico della serie D e di poter contribuire alla realizzazione di qualcosa di storico per Alezio”. Solida, aletino doc, con i suoi 24 anni ben rappresenta le strategie per il prossimo campionato e la strada intrapresa dalla società, che punta tutto sui giovani: “si sta allestendo una squadra giovane – conclue Solida – e con giocatori allo stesso tempo di grande spessore tecnico. Il mio obiettivo ora è continuare nel percorso di crescita che ho intrapreso. Ho tanta voglia di lavorare e continuare a migliorarmi”.

Alezio – E’ stata fissata per le ore 11,30 del prossimo 11 luglio la nuova Conferenza dei servizi inerente il progetto di realizzazione di una cava in località “Arpa”, al confine con i comuni di Matino e Parabita. Dopo la prima convocazione dello scorso 19 giugno e il successivo rinvio per indisponibilità del responsabile del procedimento, ora gli Enti sono chiamati a discutere il progetto avanzato dalla società “Geoambiente” di Cavallino, finalizzato all’apertura di una cava per l’estrazione di argilla, estesa 50mila mq e profonda 21 metri, a circa 1,5 km dall’abitato, sulla strada che collega Alezio a Taviano. In prima linea sul versante del “no”, tornerà anche stavolta a far sentire la propria voce il Comitato “Salviamo l’Arpa”, che assieme ad associazioni e cittadini ha presidiato con un sit-in di protesta pacifica al di fuori del Municipio, la prima assemblea del 19 giugno (foto). Al suo fianco l’amministrazione neoeletta di “Grande Alezio”, sulla scia di quella precedente, che aveva espresso parere contrario – non vincolante – alla realizzazione del progetto.

Al coro dei “no”, dopo la presa di posizione di Cristian Casili, capogruppo in consiglio regionale del Movimento 5 Stelle, il quale aveva paventato il rischio di un’alterazione idrogeologica della falda acquifera sottostante, e di Gallipoli Futura, che aveva invitato a dire la propria anche il Sindaco della Città bella, Stefano Minerva, si aggiunge la voce del Primo cittadino di Nardò, Pippi Mellone. “Di fronte agli scempi del passato e alle rinnovate vocazioni agricole e turistiche del territorio salentino – scrive Mellone ai sindaci delle tre comunità coinvolte e alla autorità provinciali e regionali – dobbiamo agire con la massima attenzione. L’impianto di cava, oltre ad incidere sul consumo di suolo, potrebbe essere causa di ulteriore inquinamento da polveri, come se non bastasse ciò che subiamo da Cerano, Ilva ed altri impianti inquinanti. Inoltre – continua – potrebbe incidere negativamente sull’ecosistema e la biodiversità della zona, provocando perfino sconvolgimenti della falda acquifera. Per questo ho apprezzato da subito la determinazione del giovane gruppo di attivisti di Andare Oltre Alezio, del nostro consigliere Rocco Luchina e la presa di posizione del Sindaco Andrea Barone. Alezio, assieme ai comuni vicini – conclude il Sindaco neretino – deve affrontare e vincere questa sfida, facendo appello allo spirito di comunità e coinvolgendo, in ogni passaggio, ogni energia positiva del territorio”. La ditta Geoambiente srl, società attiva nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti trattamento rifiuti, è molto nota anche a Nardò per aver realizzato e gestito, tramite la controllata Rei srl, la discarica di amianto di Castellino.

Alezio – Ha convinto gli aletini l’esperimento “Grande Alezio” di Andrea Barone, alla sua prima prova da Sindaco dopo 10 anni di amministrazione Vincenzo Romano. Martedì 26 giugno alle 17,30 presterà giuramento nella sala consiliare del Municipio aletino, dove verrà presentato ufficialmente l’Esecutivo nominato qualche giorno fa. Ad affiancare nell’azione di governo del paese il dottore commercialista e direttore dell’ente di formazione Medeur – che ha tenuto per sè le deleghe al Bilancio, Istruzione, Personale e Sport – ci saranno Roy De Santis (vicesindaco ed assessore all’Urbanistica, Riqualificazione urbana, Politiche e servizi sociali, Attività produttive; Gianpaolo Sansò (Lavori pubblici, Polizia municipale, Protezione civile); Eleonora Romano (Ambiente, Tutela salute pubblica, Programmazione, Fundraising); Fabiola Margari (Cultura e spettacolo, Associazioni, Pari opportunità, Contenzioso). Non prima però di aver ringraziato i suoi cittadini con un comizio in piazza Vittorio Emanuele II, domenica 24 giugno.

L’esperimento di “democrazia partecipativa” 43 anni appena compiuti, Andrea Barone è uno dei più giovani sindaci della storia recente aletina (dopo Claudio Conversano, 39enne all’epoca della sua elezione, nel 1988). Pur essendo un volto già noto della politica cittadina, con alle spalle un mandato da assessore al Bilancio e due da consigliere di opposizione, ha lanciato nove mesi fa il gruppo di Grande Alezio, nuovo “laboratorio di idee aperto a tutti i cittadini”. «Ho sempre pensato che nei nostri piccoli paesi la politica non è una questione di scelte ideologiche. L’importante è programmare nel migliore dei modi il futuro del paese, lavorare con serietà, equità, per il bene di tutti. Grande Alezio – spiega il neosindaco – è un progetto nuovo, nato dalla volontà di ascoltare le esigenze dei cittadini per poi trovare insieme delle soluzioni e metterle in pratica». Un processo partecipativo nato dal basso e destinato a crescere: «quello con i cittadini sarà un rapporto aperto e di collaborazione. Il comune è la casa di tutti. Stiamo pensando anche di inserire sul sito istituzionale una pagina dedica alle segnalazioni, in modo che tutti da casa possano raccontarci le loro esigenze reali».

Voglia di cambiamento e un taglio netto col passato. L’exploit delle liste civiche è avvertito anche a livello locale, con i gruppi politici che prendono sempre più le distanze dai partiti tradizionali. Un dato che sembra confermato dalla “voglia di cambiamento”: «Siamo un gruppo apartitico, senza simboli di partito, e durante la nostra campagna elettorale non abbiamo voluto sul palco accanto a noi alcun esponente politico». Non sembra aver inciso, quindi, l’orientamento politico di fondo nella scelta alle urne, dopo 10 anni di amministrazione di centrosinistra: «La vecchia amministrazione si è ripresentata anche in maniera autorevole con il suo maggiore esponente, un candidato forte come il vicesindaco Paola De Mitri, ma i cittadini hanno scelto di andare in un’altra direzione, perché a quanto pare non contenti del lavoro svolto. Al di là dell’orientamento politico, hanno valutato un progetto di cambiamento». E sull’operato del suo predecessore Romano, il primo cittadino precisa: «Sono stato all’opposizione per 10 anni, sono gli atti a parlare. In Consiglio comunale ho sempre votato contro gli atti fondamentali della passata amministrazione, laddove c’era da collaborare ho dato invece il mio contributo. Mi attengo al giudizio che hanno dato i cittadini, che poi è quello più importante».

Strade da rifare, fogna bianca, no cava e “aria di festa”. Nelle priorità del nuovo Esecutivo tante urgenze legate ai recenti danni causati dal maltempo e un appuntamento imperdibile per gli aletini. Lo sviluppo passa però – secondo il Sindaco – dalla ricerca di fondi extra bilancio per poter realizzare i propri programmi. «Ci sono delle emergenze però che vanno tamponate con le risorse che abbiamo e sono visibili a tutti. Le strade, con le piogge di questi ultimi giorni sono state ancor di più martoriate, mettendo in evidenza sin da subito i problemi strutturali del nostro paese. Un ulteriore problema – continua Barone – è la fogna bianca. Molte strade quando si allagano diventano delle piscine. Cercheremo di intercettare dei fondi per proporre progetti che vadano in questa direzione. Dispiace perché l’8 giugno è scaduto un bando per interventi di fogna bianca e la precedente amministrazione – precisa il Sindaco – non ha partecipato».  In allerta e sul fronte del “no”, l’amministrazione riprende il discorso “cava di argilla” in località Arpa: «La nostra posizione come amministrazione è nettamente contraria. Stiamo cercando di supportare il comitato che sta facendo un’opera davvero encomiabile e di rendere l’opinione pubblica quanto più partecipe possibile. Inoltre stiamo analizzando in maniera approfondita tutti gli atti che sono stati emanati finora per poter arrivare il più preparati possibile alla prossima Conferenza dei servizi. Si tratta di un tema in cui la Regione Puglia ha una priorità rispetto alle decisioni prese in merito. Ma nella nostra tabella di marcia – conclude Barone – c’è anche la preparazione alla fiera della Lizza, il momento in cui Alezio è in vetrina. Motivo per cui vorremmo organizzare l’evento nel migliore dei modi insieme al Comitato festa».

Un sogno per lo sport cittadino. È stato uno dei cardini del programma elettorale delle liste in campo alle elezioni dello scorso 10 giugno. E per Barone, neoassessore allo sport, anche un’opera su cui apporre la propria “firma”. «il mio sogno sarebbe ristrutturare il campo sportivo, un’opera strategica che riguarda la formazione dei nostri ragazzi. Sarà fondamentale reperire dei fondi per poter realizzare un nuovo impianto, renderlo agibile. Vorrei ripristinare un luogo importante di aggregazione e incontro e formazione, in quanto molte famiglie al momento sono costrette a portare i propri ragazzi nelle strutture dei paesi vicini».

Alezio – Tre incontri per conoscere e riscoprire il territorio, “per proteggerlo e rinaturalizzarlo”. E’ l’intento del comitato aletino “Acqua Bene Comune-Rete Beni Comuni”, promotore del percorso in-formativo “Il Salento. La storia nel paesaggio, il paesaggio nell’attualità”, composto da tre convegni tematici sull’equilibrio tra economia e tutela dell’ambiente circostante, al via il prossimo 23 giugno. Il ciclo di eventi, promosso da CESP – Centro Studi per la Scuola Pubblica Roma, è realizzato in collaborazione con Comune di Alezio, Museo Civico Messapico di Alezio, Società di Storia Patria – Lecce, Forum Ambiente e Salute – Lecce, C.S.V. Salento – Lecce, Nuova Messapia – Soleto.

Si parte sabato 23 giugno alle ore 18 da AREA LAB Laboratorio Urbano in via Toti con il primo incontro introdotto da Marta Innocente, docente di Matematica e Fisica presso il Liceo Q.Ennio di Gallipoli. Si parlerà di “Olivocoltura e fitopatie nella Storia di Terra d’Otranto: le patologie dell’Ulivo nel Salento tra il presente e i disseccamenti storici”, assieme a Franco Mastrolia, docente della facoltà di Economia Unisalento e Giovanni Seclì di Forum Ambiente e Salute. Sabato 30 giugno alle ore 18 presso il Museo Civico Messapico si prosegue con “Xylella: fatti, rappresentazione, scenari. Pesticidi, Fitofarmaci: decreto Martina, Regolamenti Europei”. Discuteranno Margherita Ciervo, docente dell’ Università di Foggia e Luigi Russo, giornalista, sociologo da CSVSalento. Sabato 7 luglio alle ore 18 sempre presso il Museo Civico Messapico ultimo appuntamento in programma dal titolo “Viaggio alla Riscoperta della Natura e del Paesaggio Salentino. Salento: un paesaggio in rapido mutamento”. Parteciperanno Oreste Caroppo, cultore naturalista; Alfredo Melissano, esperto di Politiche del Territorio; Bruno Vaglio, agronomo. Info: 348.7727307

 

 

Alezio – Nessun passo in avanti nella questione “cava di argilla” in località Arpa, al confine con Matino e Parabita. Attesa e presidiata da associazioni e cittadini che hanno allestito un sit-in di protesta pacifica al di fuori del Municipio, la conferenza dei servizi dello scorso 19 giugno non si è tenuta a causa dell’indisponibilità del responsabile del procedimento. In attesa che venga convocata una nuova assemblea, cresce il dissenso verso il progetto avanzato dalla società “Geoambiente”, una società a responsabilità limitata di Cavallino, relativo all’apertura di una cava per l’estrazione di argilla, estesa 50mila mq e profonda 21 metri, a circa 1,5 km dall’abitato.

Percorre la strada del ‘no’ come i suoi predecessori, l’amministrazione neoeletta di “Grande Alezio”. “Siamo fermamente contro la realizzazione della cava e attiveremo tutte le procedure a supporto di tale azione – afferma il sindaco Andrea Barone -. Siamo vicini al comitato no cava che elogiamo per la sua determinazione e per l’azione consapevole e responsabile che sta portando avanti, con l’auspicio che per il bene di tutti si possa arrivare a un risultato positivo per il nostro territorio”. Da sempre schierato al fianco della protesta Marcello Seclì di italia Nostra, presente alla manifestazione. “Il progetto lanciato da Geomabiente non trova consenso della polazione e riscontro nei termini di un’economia che deve vertere sulla tutela delle risorse. Quella programmata – afferma Seclì – è un’opera devastante dal punto di vista ambientale e del consumo del suolo, in termini economici, agricoli e turistici, in un’area che dovrebbe venire sfruttata per 13 anni, andando a compromettere la sicurezza del suolo. Chiediamo che gli Enti tengano conto di queste istanze e che valutino le osservazioni prodotte, non scendendo a decisioni prese a tavolino.

Critico nei confronti del progetto avanzato da Geoambiente anche Cristian Casili, capogruppo in consiglio regionale del Movimento 5 Stelle. “Il progetto – con oggetto un tratto di grande pregio paesaggistico – potrebbe creare un’alterazione idrogeologica della falda acquifera sottostante”. Un problema che si sommerebbe “ai rischi per la salute delle persone e i possibili danni diretti e indiretti sulle attività agricole limitrofe”. Il progetto si abbatte su un territorio – secondo Casili – che si è visto privare di molti tratti identitari, “a causa dello sprawl urbanistico e di una cementificazione selvaggia e disordinata delle campagne”.

Presente alla manifestazione di lunedì 19 anche Gallipoli Futura. “Lo scempio che si vuole realizzare che lambisce il territorio di Gallipoli ed una zona delicata dal punto di vista idrogeologico ed ambientale – fanno sapere – è quanto di più irresponsabile che si possa pensare e realizzare. Protestiamo contro questa classe dirigente e politica sorda alle esigenze della popolazione ed anche contro noi stessi, cittadini poco sensibili”. GF chiama in causa anche il Primo cittadino di Gallipoli, Stefano Minerva: “non possiamo non censurare il comportamento del Sindaco che, molto sensibile a dare pareri nettamente contrastanti come successo di recente per una conferenza dei servizi, non sente invece la necessità di esprimersi nel merito di un disastro ambientale che vede la vicina città di Alezio per ora penalizzata da un progetto che se realizzato penalizzerà anche Gallipoli”.

 

Alezio – Dopo Lizzanello, Alessano, Tiggiano, Andrano, Lecce, Melengugno e Castrì tocca anche Alezio il programma di GUS – Gruppo Umana Solidarietà in occasione della Giornata mondiale del rifugiato. Inclusione, curiosità e dialogo tra città e beneficiari dei progetti di accoglienza SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) nel racconto realizzato dall’organizzazione con il lungo ciclo di eventi, attraverso i linguaggi del teatro, della letteratura, con piatti tipici, musica e sport. Giovedì 21 giugno dalle 20 a El Barrio Verde, nel parco Don Tonino Bello di Alezio appuntamento con la Cena sociale multietnica. A seguire live painting con l’illustratrice Paola Rollo, con la partecipazione dei beneficiari del progetto di accoglienza, e il concerto di Tukrè, un progetto di ricerca e di dialogo musicale fra Salento e Centro Africa che porta sulla stessa scena due musicisti africani Meissa Ndiaje dal Senegal (Djembè) e Somie Murigu dal Kenia (percussioni), da tempo residenti nel Salento, e i tre musicisti salentini Claudio Prima (organetto e voce), Morris Pellizzari (Chitarra, kamalengoni e voce) e Giuseppe Spedicato (basso).

L’ultimo appuntamento in programma è giovedì 28 giugno dalle 17 alle 23 in piazza Umberto I a Uggiano La Chiesa con mercatino dell’artigianato, aperitivo con degustazione di piatti della tradizione africana e prodotti tipici locali, laboratorio di arti circensi e di Movimento Arcaico; lo spettacolo della compagnia Principio Attivo Teatro, “Storia di un Uomo e della sua Ombra (Mannaggia ‘a Mort)”, dibattito sul tema “Superare la paura del Rifugiato” e la musica del progetto Afreeka.

 

Maglie – Si conclude con lo spettacolo finale “Donne al Parlamento, allegro ma non troppo”, il laboratorio teatrale 2017-18 del liceo  F. Capece di Maglie, a cura della Compagnia teatrale Calandra di Tuglie. Venerdì 22 giugno alle ore 21 nell’atrio dell’istituto in piazza Aldo Moro andrà in scena l’opera tratta dalla commedia di Aristofane “Ecclesiazuse”, con riadattamento e regia di Luigi Giungato e il coordinamento di Federico Della Ducata. Finalmente sotto i riflettori a chiusura del progetto, fortemente voluto e sostenuto dalla preside del Capece, la prof.ssa Gabriella Margiotta, saranno i protagonisti Stefano Congedo, Martina D’Andrea, Carmela De Donno, Luisa Giagnotti, Silvia Greco, Maria Francesca Greco, Giorgia Mangia, Chiara Montefusco, Pietro Pede, Donatella Tarantino.

Quello che prende le premesse iniziali del testo del commediografo greco del 450 a.C. è tutt’altro che una commedia dal sapore antico, grazie ad una contaminazione di generi e all’improvvisazione delle giovani attrici e attori in scena. In un luogo indefinito di un non tempo qualunque un gruppo di donne decide di ribellarsi al governo degli uomini instaurando una dittatura femminile. La prima riforma imposta è quella dell’abolizione della proprietà privata dei corpi, non senza conseguenze nefaste. Lo spettacolo vuole riprendere e analizzare il discorso sui generi attraverso una lettura dissacrante. Due mondi, quello femminile e quello maschile, che si incontrano e generano sfide, affronti, confronti, seduzione, rivalità. Ma non ci sono né vincitori né vinti: le soluzioni definitive sembrano riduttive e insufficienti, perché complesso è il discorso sull’umano e ancor più sul maschile e sul femminile.

 

Alezio – Giunta nuova e già “operativa” ad Alezio, dove il neoeletto Sindaco Andrea Barone, con decreto odierno, ha nominato i componenti dell’organo esecutivo. Le figure che affiancheranno il primo cittadino nell’azione di governo del paese provengono tutte dalla squadra eletta di “Grande Alezio” alle elezioni dello scorso 10 giugno, poco più di una settimana fa. Il vicesindaco è Roy De Santis: al candidato più suffragato con 456 preferenze vanno le deleghe all’Urbanistica, Riqualificazione urbana, Politiche e Servizi Sociali, Attività produttive; Gianpaolo Sansò si occuperà di Lavori pubblici, Polizia municipale, Protezione civile. Due le donne dell’Esecutivo: Eleonora Romano è assessore all’Ambiente, Tutela salute pubblica, Programmazione, Fundraising; a Fabiola Margari vanno invece le deleghe alla Cultura e spettacolo, Associazioni, Pari opportunità, Contenzioso. Il Sindaco Barone ha tenuto per sè le deleghe al Bilancio, Istruzione, Personale e Sport.
Si attende per i prossimi giorni la convocazione del nuovo consiglio comunale, quando il neoeletto presterà giuramento e presenterà ufficialmente la sua giunta. Previste anche la presa d’atto dei nuovi gruppi consiliari con la designazione dei rispettivi capigruppo e la nomina del presidente e del suo vice.

Alezio – Cambia volto il Consiglio comunale aletino all’indomani della vittoria di Andrea Barone e della sua lista “Grande Alezio”. L’esperimento civico di orientamento di centrodestra ha convinto gli elettori aletini collezionando 1304 voti. Barone, commercialista e consigliere di minoranza uscente, con i suoi 42 anni è il Sindaco più giovane della storia politica aletina. La parabola centrosinistra targata Vincenzo Romano, partita nel 2008, si conclude invece con 1190 voti e il 35,18%. Dieci anni fa i suffragi erano stati 1888 a fronte di una scelta fra tre schieramenti (Pdl con Cosimo Caroppo e la civica di Sandro Buccarella), mentre nel 2013, quando gli sfidanti erano in quattro, si arrivò a 1865 voti.

Gli eletti in Consiglio Notevole l’affermazione di Roy De Santis, candidato più suffragato con 456 voti e prossimo vicesindaco. Il giovane avvocato è alla sua seconda prova con le urne: già nel 2013 era nella squadra di Rocco Luchina, assieme a Eleonora Romano (182), Fabiola Margari (161), risultate stavolta elette in Consiglio assieme a Gianpaolo Sansò (307), il quale dall’opposizione negli ultimi cinque anni di amministrazione Romano, passa ora tra i banchi della maggioranza. Tra i nuovi volti entrati a far parte dell’assise cittadina ci sono anche Gabriele Bottazzo (127), Fabiana Longo (121), Roberta Toscano (113). Seconda elezione per Teresina Perrone (110), ex consigliere delegato alle Politiche turistiche, ma al comune di Gallipoli, durante l’amministrazione Francesco Errico. La posizione di primo dei non eletti con 100 preferenze è occupata da Massimiliano Gianfreda, tra i fondatori di “Grande Alezio”. Lo seguono Rosario Borra (68), Elena D’aprile (80), Marcello Silletta (50).

L’opposizione di ex e aspiranti sindaci Nuovi ingressi tra i banchi dell’opposizione, ma si tratta di volti noti: riconfermata in Consiglio la presenza di Paola De Mitri, candidata alla poltrona di Primo cittadino ed ex vice di Vincenzo Romano, per dieci anni alla guida del governo cittadino e ora secondo fra i candidati più suffragati con 371 preferenze. I restanti due scranni sono occupati dagli altri aspiranti sindaci non eletti: Rocco Luchina di “Andare Oltre”, al suo secondo tentativo dopo la sconfitta con “Il Popolo delle Libertà” nel 2013 ed ex capogruppo di minoranza nell’assise comunale, e Guido Sansò della civica “Noi per Alezio”, ex segretario della sezione cittadina del PD, da cui il sindacalista ha preso le distanze a gennaio scorso, dimettendosi anche dalla carica di assessore allo sport.

Sorprese e mancate riconferme per “Uniti per Alezio” Votata al cambiamento e al “ricambio generazionale” anche, al suo interno, la lista numero 2 “Uniti per Alezio”, che fa segnalare i risultati positivi di alcune new entry, rispetto alle “performance” di diversi volti noti. Seconda per numero di preferenze nella squadra di centrosinistra è Valentina Longo, con 264 preferenze, seguita a tre punti di distacco da Armenia Cotardo. Entrambe le “sorprese” del voto 2018 sono alla prima candidatura. Sempre tra i più giovani, presente anche alla sfida elettorale del 2013, c’è Dario Urso che porta a casa 135 suffragi. Perdono il loro posto in Consiglio Walter De Santis, assessore alla cultura della legislatura appena conclusa, con 98 voti, e Vittorio Grazioli, presidente del Consiglio comunale, che ne porta a casa 166. Chiudono la lista dei non eletti Cristian De Marco (38), Pamela Ienna (77), Laura Minerva (85), Rosa Sciugliuzzo (48), Assunta Solida (87), Emiliano Tarantino (128).

I non eletti di “Andare Oltre” e “Noi per Alezio” Più votata della lista numero 1 “Noi per Alezio” risulta essere Alessandra Sansò, figlia del candidato sindaco, con 122 preferenze. Il cambio squadra non giova a Ivan Ferrari e Luigi Gaetani, entrambi protagonisti anche della tornata elettorale precedente all’interno, però, di “Uniti per Alezio”. I due candidati raccolgono rispettivamente 73 e 36 voti. Gli altri non eletti: Luigi Alemanno (13), Chiara Blanco (31), Gabriele De Vittorio (53), Giovanni Fuso (18), Marco Martello (25), Alfredo Nigrisoli (6), Serenella Ortis (22), Nicoletta Ingrosso (7). Spicca, nella lista numero tre “Andare Oltre” il risultato dell’agente di polizia Roberto Bramato, che porta a casa 94 voti. Le preferenze espresse dai votanti si suddividono tra i tanti volti nuovi della politica cittadina: Orsola Albano (15), Sara Aquila (47), Anna Rosa Bolognese (45), Simonetta Caporale (19), Fabio Cherillo (31), Veronica Crusi (29), Roberta della Torre (37), Federica Parata (17), Marta Porcino (43), Federico Talà (35), Diego Tarantino (63).

 

Alezio – Sfida tesissima ad Alezio, dove l’assalto tentato dalla lista “Grande Alezio” pone fine a dieci anni di amministrazione di centrosinistra. A decidere le sorti del paese sono stati sei aletini su dieci, con ancora un calo nell’affluenza: dal 63,95% del 2013, sugli aventi diritto di voto (4663) la percentuale di elettori è stata del 60,55, di dieci punti inferiore alle votazioni di dieci anni fa, quando si recò alle urne il 70,4% degli aletini.

Vittoria dunque dell’ex assessore al Bilancio di qualche anno fa, Andrea Barone, candidato sindaco della civica “Grande Alezio” con il 38,55% su Paola De Mitri, ex vicensindaco alla guida di “Uniti per Alezio” che ha raccolto il 35,18%. A fare la differenza sono 114 voti, a chiusura di un testa a testa serrato in corso di scrutinio: accanto a uno scarto di 20-30 schede inizialmente in due sezioni, la forbice si era ristretta sino a toccare la parità nella prima delle cinque sezioni scrutinate, con 216 voti a ciascuna delle due liste in testa. Lievissimo margine tra i restanti due contendenti alla poltrona di sindaco:  “Noi per Alezio” e Guido Sansò, ex assessore e outsider della lista di De Mitri raccoglie il 13,18% con 446 voti; fanalino di coda per soli quattro voti all’esperimento aletino di “Andare oltre” e il suo candidato Rocco Luchina. Alla squadra del poliziotto aletino va il 13,06%.

“E’ stata una lunga notte, siamo un po’ storditi ma felici – commenta il neoeletto Andrea Barone -. E’ il coronamento di una competizione partita nove mesi fa. Abbiamo raccolto un buon consenso da parte dei cittadini, ma sapevamo sarebbe stato un testa a testa. Non era facile mettere in campo una proposta di cambiamento dopo i dieci anni di governo dell’amministrazione uscente e gia questo è per noi un motivo d’orgoglio. Ringrazio quanti hanno fatto parte di questa squadra, anche chi non entrerà in Consiglio comunale. Ci mettiamo subito in moto per lavorare al bene del paese. Spero in una fattiva collaborazione da parte di tutti”.

Il nuovo Consiglio L’assise cittadina è ora così composta: della lista risultata vincente che si aggiudica i 2/3 dei seggi i nuovi consiglieri saranno Roy De Santis (il candidato che ha raccolto il maggior numero di preferenze in assoluto, con 456 voti), Gianpaolo Sansò (307), Eleonora Romano (182), Fabiola Margari (161), Gabriele Bottazzo (127), Fabiana Longo (121), Roberta Toscano (113), Teresina Perrone (110). Tra i banchi dell’opposizione i candidati sindaci sconfitti Paola De Mitri, Guido Sansò e Rocco Luchina, ai quali si aggiunge l’ex sindaco Vincenzo Romano della lista “Uniti per Alezio”, a cui spettano due seggi. L’ex primo cittadino chiude la sua campagna elettorale da consigliere raccogliendo 371 preferenze.

 

Alezio – Campagna elettorale al capolinea ad Alezio, dove il prossimo 10 giugno il voto alle urne rinnoverà Primo cittadino e consiglio comunale. Quattro gli schieramenti che si contenderanno la vittoria tra “Noi per Alezio” con Guido Sansò, “Uniti per Alezio” e Paola De Mitri, “Andare Oltre” con Rocco Luchina e “Grande Alezio” e Andrea Barone. Tutti impegnati, dallo scorso 12 maggio – a chiusura liste – in un tour de force su più fronti: la campagna di promozione dell’esercito dei candidati consiglieri – con i rispettivi aspiranti sindaci – è stata costellata da grandi e piccoli incontri con la gente (da piazza Vittorio Emanuele II ai comizi rionali), attivismo lontano dai riflettori, e una costante e sempre maggiore presenza sui social, la “piazza” virtuale pronta a registrare qualsiasi intervento e a raccogliere reazioni. Partito con ostilità già avviate – come quella legata alla fuoriuscita dell’ex assessore Guido Sansò dal partito della candidata di “Uniti per Alezio” Paola De Mitri, confluita poi in una candidatura a Primo cittadino – il clima elettorale si inasprisce facendo registrare anche un atto vandalico: la notte scorsa i muri della scuola di via Anaclerio sono stati, infatti, imbrattati da scritte offensive esplicitamente rivolte contro Rocco Luchina, candidato di “Andare oltre”, e Guido Sansò, di “Noi per Alezio”. Ma ad essere coinvolti sono stati anche i rispettivi familiari. Si tratta di frasi lunghe e articolate nelle quali compaiono, accanto alle ingiurie e alle offese, anche termini come “lottizzazione” e “avvicinamento”, come se l’ignoto autore delle scritte avesse, a suo modo, tentato di analizzare il momento politico cittadino.

Al voto per il post Romano Il paese è chiamato a scegliere dopo 10 anni di amministrazione Vincenzo Romano: alle elezioni del 2008 gli elettori premiarono la lista di centrosinistra “Uniti per Alezio” con 1888 voti, pari al 51,9%, riconfermando la fiducia nel sindaco uscente anche nel 2013, con 1865 voti e il 53,3%. Anche nell’ultima tornata elettorale, come quella attuale, la scelta era tra quattro schieramenti. L’affluenza fu del 63,4, diminuita rispetto al 70,4 del 2008.

Stabilità finanziaria e nuove risorse – Priorità alla stabilità finanziaria e progetti nel segno della continuità nel programma della lista “Uniti per Alezio” capeggiata da Paola De Mitri, attuale vicesindaco. E’ il mandato amministrativo appena trascorso a tracciare la strada futura per ripristinare le condizioni ottimali di gestione del comune e contenere la spesa pubblica, in relazione anche alle restrittive misure economiche imposte dal Governo nazionale. Particolare attenzione è riservata alle opportunità di finanziamento provenienti da bandi regionali/europei, punto condiviso da tutti gli schieramenti in campo.

Lavori pubblici e focus sul centro storico – Altro caposaldo dell’azione di governo della lista di appartenenza del sindaco uscente sono lo sviluppo urbanistico e la realizzazione di opere pubbliche di utilità sociale, sulla scia di quanto già compiuto o avviato durante il mandato appena trascorso. Bitumazione strade comunali, completamento dell’ampliamento del cimitero, riqualificazione campo sportivo, recupero della vecchia palestra della scuola media e dell’ex mattatoio comunale tra gli interventi proposti. Attenzione al centro storico è riservata da “Andare oltre”, con un piano di recupero e interventi mirati quali il rifacimento della pavimentazione e l’istituzionale della zona a traffico limitato.

Partecipazione popolare e nuovi strumenti di comunicazione – Pubblica amministrazione come “casa del cittadino” per “Andare oltre” del candidato Rocco Luchina. Poter ridiscutere decisioni e progetti strategici e sperimentare il “Bilancio partecipato”, sono alcuni degli obiettivi del programma sulla partecipazione attiva, che prevede anche l’attivazione della Consulta delle associazioni, l’introduzione del Consigliere di rione, la creazione di uno “sportello dei diritti”. “Noi per Alezio” parla inoltre dell’istituzione di un registro di cittadini volontari che intendono offrire la propria opera di collaborazione senza fini di lucro, e di un centro di raccolta di segnalazioni dal basso. Informazione e comunicazione garantite grazie alle indagini sulla “Citizen satisfaction”, per rilevare il grado di soddisfazione del cittadino rispetto ai servizi offerti.
“Open data”, multicanalità e app nel futuro prossimo: costante in tutti i programmi è la vicinanza al cittadino per mezzo di nuovi canali di comunicazione. Portale web aggiornato, newsletter, social network e app sono i capisaldi dell’informazione targata “Grande Alezio”. Accessibilità e trasparenza tra gli obiettivi di “Andare oltre”, che sposa la scelta di implementare l’utilizzo di Open data per avere libero accesso alle banche dati della pubblica amministrazione. 

Turismo ed attenzione alle “eccellenze” del territorio – Investire sulla posizione strategica del paese e intercettare il flusso turistico con nuovi servizi di collegamento e percorsi esperienziali. Questi gli obiettivi in comune per la rinascita del settore secondo i quattro schieramenti, con una particolare attenzione per le eccellenze del territorio: coordinare le realtà ricettive all’interno di un circuito che valorizzi, ad esempio, i prodotti e le realtà enogastronomiche. Passa da qui, di fatto, lo sviluppo del territorio secondo “Grande Alezio”: con la tutela e il sostegno di un’economia di vicinato e il “mercato contadino diffuso” per promuovere la vendita diretta di prodotti a km 0.

Sicurezza del territorio e inclusione sociale – Sistemi di videosorveglianza, maggiori controlli e integrazione e collaborazione da parte dei cittadini per la tutela del territorio sono le esigenze chieste a più voci dai candidati alla poltrona di sindaco. A sostegno dei cittadini in difficoltà economiche si propone l’istituzione del “baratto amministrativo” per consentire loro di pagare i tributi comunali con lavori socialmente utili, e la realizzazione di un fondo di solidarietà. Da “Noi per Alezio” riflettori puntati anche su anziani e bambini, con attività di natura culturale, ludica e motoria, utili anche per mettere in risalto e arricchire una realtà sociale sempre più caratterizzata dalla multiculturalità. Politiche sociali in primo piano anche per la lista capeggiata dall’attuale assessore al ramo De Mitri: partecipazione al Piano di Zona a sostegno della fasce più deboli, assistenza domiciliare e incremento politiche giovanili tra gli obiettivi di governo.

Alezio – La stagione d’oro della volley aletina va in archivio nel segno di una doppia promozione. Dopo l’impresa portata a termine dai “fratelli” di mister Fabio Giorgino con la conquista della serie D, ci pensano le ragazze della Volley Alezio-Matino a centrare il doppio obiettivo tanto atteso dalla società presieduta da Biagio Primiceri. Il sestetto rosa allenato da Marcello Inguscio, con l’ultimo match di sabato 2 giugno ha conquistato il salto di categoria, approdando in Prima divisione. La determinazione delle ragazze ha avuto la meglio sulle atlete della Eos Volley Lecce, sconfitte prima per 3 a 0 durante la partita di andata al PalaFederico, lo scorso 27 maggio, e poi presso la palestra della scuola media “S. Ammirato” a Lecce, sabato 2 giugno al golden set.

“Emozione fortissima e gioia indescrivibile – commenta mister Inguscio – grazie a tutti, il lavoro costante ha ripagato”. “Credetemi, è un’emozione sentire il calore di tanti amici intorno alla volley Alezio. E voi vostro e nostro malgrado ne siete le e gli artefici – è il commento di Fabio Giorgino, allenatore della squadra maschile e dirigente della società assieme a Primiceri, Sandra D’Aprile e Roberta Casto -. Da parte mia un immenso grazie a queste ragazze che hanno lottato su ogni punto senza mai lasciare nulla al caso. Da tecnico, un complimento a tutte e allo staff che vi ha seguite, da dirigente, un “godetevi questa vittoria, e… a presto per ricominciare”.
La società e i suoi atleti ora si godono l’estate, ma senza abbandonare il rettangolo di gioco. E’ partito il 3 giugno e proseguirà per tutto il mese la 10° edizione del Torneo di Alezio, riservato ad amatori e tesserati. E’ finita con un 2 a 1 per gli ospiti, invece, l’amichevole Volley Alezio – Perle di Puglia Casarano, promossa per festeggiare la doppia promozione ottenuta dalle due compagini in campo.

Alezio – La bella stagione chiama, la scuola risponde con nuove attività lontano dai banchi per i piccoli studenti. Non poteva che essere celebrata all’aria aperta la “Giornata del trekking”, nell’ambito del progetto “La Salute vien… Camminando”, promosso dal Comprensivo di Alezio e in programma con due giornate a fine maggio. Gli alunni delle prime tre classi della scuola Primaria, con insegnanti e genitori coadiuvati dal Gruppo Trekking di Alezio, hanno percorso a piedi il tragitto che collega la scuola al parco “don Tonino Bello”, mettendo in pratica le regole della strada e dei corretti stili di vita. Nel verde della natura i bambini hanno consumato la salutare merenda a base di “pane e pomodoro” appositamente preparata dai genitori, per poi dare libero sfogo all’entusiasmo con divertenti giochi della tradizione. Protagonisti della seconda giornata di attività sono state le classi quarta e quinta della Primaria, sempre guidate dal Gta. Stavolta il percorso ha portato i ragazzi a Chiesanuova, percorrendo la vecchia strada che conduce al “parco del Sergente”, dove gli studenti hanno incontrato i loro amici della Primaria di Sannicola. Anche per loro tanti giochi insieme e pane e pomodoro per tutti.

Alezio – Onorificenza al Merito della Repubblica Italiana e titolo di Cavaliere per Mauro Bello, appuntato scelto dell’Arma dei carabinieri addetto al Norm di Gallipoli. Il riconoscimento è stato conferito dal comandante provinciale dell’Arma, il colonnello Giampaolo Zanchi, alla presenza del Sindaco di Alezio Vincenzo Romano, nell’ambito della cerimonia della 72° festa della Repubblica presso il teatro Apollo di Lecce. Durante la mattinata sono state conferite le Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana a 20 cittadini salentini che con il loro operato hanno dato lustro al nostro Paese e le Medaglie d’onore, quale segno di gratitudine, a 11 cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra. “Dedico questo premio a mia moglie e mia figlia, perché certi traguardi sono raggiungibili solo se hai la fortuna di avere al tuo fianco una famiglia cosi bella”, ha dichiarato Bello.

by -
0 1535

Alezio – Con l’estate arrivano, puntuali come sempre, il terrore per la fatidica prova costume e la corsa a modellare il proprio corpo in palestra. A smascherarne i frequentatori assidui in ansia da prestazione ci pensano i Toromeccanica con il nuovo singolo “La palestra” (edito da Rusty Records): tra Zumba, crossfit e spinning non è difficile capire quale sia il vero motivo che spinge le persone ad andare “alla palestra”. Il brano sembra avere i numeri per diventare un tormentone estivo. Scritto da Gianpiero Della Torre e Matteo Tornesello (nella band assieme a Giorgio Maruccia), il singolo strizza l’occhio al reggaeton tanto da poter essere utilizzato, non a caso, come colonna sonora per una lezione di Zumba, con tanto di video tutorial della coreografia del balletto: chi voglia ballare il brano può anche imparare i passi del balletto realizzato da Paride Caricato e visibile nel video.

Ma il singolo nasce anche sotto una buona stella: scelti da Rosario Fiorello per il suo programma “Il Rosario della sera” con la canzone del 2011 “L’amore ai tempi della crisi”, i Tori ritornano su Radio Deejay. Anche il nuovo brano “La palestra” dal prossimo 4 giugno sarà in rotazione dagli studi di via Massena, a Milano.

Il video che accompagna il nuovo singolo, uscito a pochi mesi da “Felice e contento”, è girato da Federico Mudoni di Springo Creative Studio e prodotto da Francesco Musacco e dai Toromeccanica. La clip è stata registrata presso la Victory Dance di Parabita.

Alezio – Tornano in campo per un’amichevole di prestigio i ragazzi della Volley Alezio, freschi di promozione in serie D. Il sestetto allenato da mister Fabio Giorgino si lascia alle spalle un campionato intenso e pieno di sorprese e, dopo essersi concesso una serata di festeggiamenti con tifosi e amici lo scorso 19 maggio, è pronto ad affrontare la sfida di giovedì 24 maggio contro i ragazzi del Perle di Puglia Casarano, reduci della promozione in serie B. Ma la stessa grinta che ha contraddistinto le due squadre negli ultimi mesi, stavolta sarà accompagnata in campo dal sorriso per aver raggiunto il comune obiettivo. La gara è prevista alle 21 presso il PalaFederico di via Tuglie.
La società è impegnata anche nella realizzazione di nuove iniziative in programma per l’estate. Il prossimo 28 maggio scadranno le iscrizioni alla 10° edizione del Torneo di Alezio, riservato ad amatori e tesserati e in partenza a giugno. Prevista per la bella stagione anche una giornata della pallavolo dedicata ai più piccoli.

La palla passa intanto alle ragazze mister Marcello Inguscio, impegnate nel campionato di Seconda Divisione. Per loro le sfide continuano: dopo la brillante vittoria per 3 a 0 contro l’Alessano, anche la Volley Alezio-Matino prova ad avvicinarsi al sogno promozione. Prossimo avversario sarà la Eos Volley Lecce, il 27 maggio alle 11 presso il palazzetto aletino.

by -
0 812

Alezio – La cavalcata della volley maschile aletina si conclude con la tanto attesa promozione in serie D. Entusiasmo alle stelle, tensione ed emozioni sottorete hanno caratterizzato le finali del campionato di Prima divisione che hanno portato il sestetto di mister Fabio Giorgino ad un passo dal proprio sogno. Dopo la vittoria casalinga dell’andata contro l’ostico Asd Public Chic Cursi, per gli aletini la resa dei conti è arrivata domenica 13 maggio presso la palestra della scuola elementare di via De Amicis, in casa degli avversari. “Un luogo poco ospitale, che ha condizionato non poco il gioco – spiega il presidente Biagio Primiceri – e che non ha permesso ai ragazzi di esprimersi al meglio. Per via delle dimensioni ridotte del campo è stato difficile avere accanto a noi i nostri tifosi”. L’uomo in più in campo sono proprio i sostenitori della Volley Alezio, che hanno fatto registrare un record di presenze durante la partita di andata sugli spalti del PalaFederico e hanno voluto far sentire il loro calore anche fuori casa. Dopo aver perso i primi tre set nell’ultima gara, gli aletini si sono riscattati al golden set. “Senza i nostri tifosi niente sarebbe stato possibile, così abbiamo trovato la forza di reagire e portare a termine l’impresa”. Tanta la soddisfazione per aver scritto una pagina di storia di sport aletino, nel segno di due figure importanti e indimenticabili per la società e tutti i ragazzi: “Sapevamo di avere una spinta in più. Perché questa vittoria la volevamo anche per Federico Contaldo e Artem Toscano. Ci abbiamo sempre creduto così come ci credevano loro”, ricorda Primiceri. Ora appuntamento sabato 19 maggio al Barrio Verde, dove la squadra è pronta finalmente a brindare assieme ai suoi tifosi.

Ma la società non ha nessuna intenzione di dormire sugli allori, ed è già al lavoro su nuove iniziative in programma per l’estate. “Ci proponiamo di “battere il ferro quand’è caldo” – continua – così puntiamo coinvolgere tutti gli amatori della pallavolo a partecipare e divertirsi insieme a noi in occasione della 10° edizione del Torneo di Alezio, in partenza a giugno”. Le iscrizioni al campionato riservato quest’anno anche ai non tesserati (categoria “open”), scadranno il 28 maggio prossimo, e per tutti i primi e secondi classificati è previsto un premio. Con l’avvio del torneo è prevista anche una giornata della pallavolo dedicata ai più piccoli. “L’obiettivo della giornata e delle iniziative a cui abbiamo pensato – tra le quali anche un’amichevole con il Casarano appena promosso in B – è di incrementare il movimento pallavolistico nel nostro paese e gettare le basi per la serie D del prossimo anno”. Ora che il traguardo di stagione è stato raggiunto, occhi puntati quindi sulla ripartenza: “Sarà fondamentale per noi confermare la nostra nuova posizione e riproporre un campionato dignitoso”. Per le ragazze di mister Marcello Inguscio, impegnate nel campionato di Seconda Divisione, le sfide invece non sono finite. Approdata nella nuova fase dei playoff promozione, mercoledì 16 maggio la Volley Alezio-Matino affronterà la prima sfida presso il palazzetto di via Tuglie contro la Volley Dermoxen Alessano. Dita incrociate anche per loro.

Alessano – Si arricchisce e “fa rete” il Festival letterario “Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”, ad Alessano dal 17 al 20 maggio e a Lucugnano dal 21 al 27 maggio. L’evento, giunto alla sua quarta edizione, è realizzato con il contributo della Regione Puglia e del Comune di Alessano e diretto da Mario Desiati. La prima delle novità di quest’anno riguarda l’organizzazione: al timone della rassegna ci saranno i due Presìdi del Libro Capo di Leuca e Alessano, e la collaborazione di molti dei Presìdi del Libro sparsi sul territorio regionale.

Ad Alessano i semifinalisti del Premio Strega Particolarità di questa edizione è però la collaborazione instaurata con il Premio Strega, il più importante premio letterario nazionale. Grazie all’accordo sottoscritto con la Fondazione Bellonci, i dodici semifinalisti della 72ma edizione – selezione della migliore editoria nazionale, tra cui il 5 luglio sarà proclamato il vincitore – saranno presenti al Festival Armonia dal 17 al 20 maggio a Alessano, in piazza Castello. Ospiti quindi della prima settimana di eventi saranno: Silvia Ferreri, Sandra Petrignani e Yari Selvetella (17 maggio); Elvis Malaj, Lia Levi e Carlo Carabba (18 maggio); Andrea Pomella, Francesca Melandri e Carlo D’Amicis (19 maggio); Angela Nanetti, Marco Balzano e Helena Janeczek (20 maggio). Due gli appuntamenti significativi per la promozione della lettura, durante la prima fase ad Alessano: il 18 maggio alle 17 seminario l’importanza della lettura ad alta voce nei primi anni di vita dei bambini, a Palazzo Sangiovanni; il 19 tavola rotonda con le venti “Città che Leggono” della Provincia di Lecce, finalizzata alla sottoscrizione di un Patto per la Lettura provinciale. Sabato 19 maggio, invece, Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Bellonci terrà la tradizionale lectio magistralis rivolta a una selezione di allievi degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore della Provincia di Lecce, che quest’anno avrà come argomento “Il Libro”, a seguire premiazione della seconda edizione del Concorso letterario “Spirito d’Armonia”.

A Lucugnano omaggio a Girolamo Comi Nella sua seconda fase il festival si sposterà a Lucugnano, presso Casa Comi, per rendere il doveroso omaggio al poeta Girolamo Comi di cui quest’anno ricorre il cinquantesimo della morte. (A lui e alla sua opera “Spirito d’Armonia” è dedicato il nome della rassegna, così come la rivista da lui fondata “L’Albero” è ricordata dal logo). Diversi gli ospiti presso Casa Comi si terranno gli incontri: Chiara Francini (24 maggio), Emanuela Canepa, vincitrice del Premio Calvino 2017 e Giorgia Lepore, per chiudere con un omaggio al compianto Alessandro Leogrande a cura di Mario Desiati, Nadia Terranova e Salvatore Tramacere (25 maggio), Chiara Valerio, direttrice editoriale di Marsilio, il poeta Franco Arminio e l’ospite internazionale di questa edizione, l’ungherese András Forgách (26 maggio), il regista Enrico Vanzina, la scrittrice pugliese Gabriella Genisi e la giornalista Concita De Gregorio (27 maggio).

Laboratori per più piccoli e incontri con l’università Entrano nel vivo Armonia Scuola, il programma di incontri con gli ospiti del Festival presso gli Istituti scolastici di ogni grado, e Armonia Kids, che prevede laboratori e attività pomeridiani dedicati alla fascia d’età 3/12 anni. L’ospite di spicco della sezione Kids di quest’anno sarà la scrittrice Moony Witcher, autrice della celebre saga “La bambina della Sesta Luna”. L’edizione 2018 è caratterizzata dalla collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento: giovedì 24 presso Casa Comi lezione sulla figura della scrittrice Maria Messina tenuta dalla prof.ssa Scicolone dell’Universidad de Castilla-La Mancha; venerdì 25 nello stesso luogo il prof. Giannone terrà una lezione su Vittorio Bodini. Sabato 26, presso l’Auditorium del Liceo Comi di Tricase, il poeta Franco Arminio terrà una lectio sulla Poesia, dal titolo “Resteranno i canti” rivolta ai ragazzi degli Istituti superiori della Provincia di Lecce. Per informazioni: www.festivalarmonia.it – 347.6406614

Paola De Mitri, Andrea Barone, Guido Sansò, Rocco Luchina

Alezio – Tra alleanze dell’ultimo minuto e riconferme, ad attendere gli aletini alle urne il prossimo 10 giugno sarà la scelta tra quattro liste. Tra venerdì pomeriggio e sabato mattina sono state presentate all’Ufficio comunale le liste con i nomi dei candidati alla carica di Sindaco e consigliere comunale.

Paola De Mitri per la continuità La maggioranza uscente sceglie di dare continuità all’impegno nell’azione di governo puntando sul vicesindaco Paola De Mitri. Accanto a lei, stavolta in qualità di consigliere, si schiera Vincenzo Romano, alla guida del paese per dieci anni. Tra conferme e diverse new entry, gli equilibri di “Uniti per Alezio” sembrano aver attutito la fuoriuscita di Guido Sansò dalla Giunta. Confermati nella squadra Walter De Santis, attuale assessore alla Cultura, e Vittorio Grazioli, presidente del Consiglio comunale. Presente, come nell’appuntamento alle urne del 2013, anche Dario Urso. Completano la lista Armenia Cotardo, Cristian De Marco, Pamela Ienna, Valentina Longo, Laura Minerva, Rosa Scigliuzzo, Assunta Solida, Emiliano Tarantino.

L’ex assessore Guido Sansò Outsider della squadra di centrosinistra legata all’attuale vicesindaco De Mitri è Guido Sansò, dimessosi a gennaio scorso da assessore allo sport e al patrimonio. La lista “Noi per Alezio” del sindacalista della Cgil ed ex segretario cittadino del Pd presenta altri nomi finora vicini a “Uniti per Alezio” e candidati assieme a Sansò nella tornata elettorale del 2013, come Ivan Ferrari e Luigi Gaetani. Completano la squadra Luigi Alemanno, Chiara Blanco, Gabriele De Vittorio, Giovanni Fuso, Marco Martello, Alfredo Nigrisoli, Serenella Ortis, Alessandra Sansò, Luigi Scigliuzzo, Nicoletta Ingrosso.

Andrea Barone ha anticipato i tempi Primo a lanciarsi nella corsa a Palazzo di Città anticipando i suoi sfidanti lo scorso gennaio è Andrea Barone, a capo della lista “Grande Alezio”. A sostegno dell’attuale consigliere di minoranza ed ex assessore al bilancio si confermano Roy De Santis, Fabiola Margari, Eleonora Serena Romano, assieme a Barone presenti nella lista che faceva capo a Rocco Luchina per “Il Popolo delle libertà” nel 2013. Con loro c’è anche Gianpaolo Sansò, attuale capogruppo della minoranza e fino a poco fa entrato nel toto-nomine come primo cittadino, accanto all’ex assessore di An Sandro Buccarella, ritiratosi nella sfida elettorale. Presenti in lista Rosario Borra, Gabriele Bottazzo, Elena D’Aprile, Massimiliano Gianfreda, Fabiana Longo, Marcello Silletta, Roberta Toscano. Della squadra fa parte anche Maria Teresa Perrone detta Teresina, ex consigliere comunale delegato alle Politiche turistiche di Gallipoli, durante l’amministrazione Francesco Errico.

Rocco Luchina ci riprova Già nel 2013 sfidante dell’attuale Primo cittadino per “Il Popolo delle libertà”, e ora alla guida del circolo cittadino di “Andare oltre”, Rocco Luchina ci riprovaLa presenza del 35enne poliziotto, ex capogruppo di minoranza in Consiglio comunale, all’appuntamento del prossimo 10 giugno era in forse fino a qualche giorno fa, quando Luchina ha affermato di essere al lavoro su una nuova squadra. Perse alcune figure ora presenti nella lista di “Grande Alezio”, ora in “Andare Oltre” figurano Fabio Cherillo, Anna Rosa Bolognese, Veronica Crusi, Roberto Bramato, Orsola Alano, Marta Porcino, Sara Aquila, Simonetta Caporale, Roberta Della Torre, Federica Parata, Diego Tarantino, Federico Talà.

 

 

Gallipoli – Nostalgico, romantico e “old school”, è online il video di “Solo Lou Reed”, nuovo singolo di Michele Cortese. Firmate da Francesco Luperto, le immagini sono prodotte con una videocamera Jvc del 1985, ancora una volta per rimarcare l’approccio “analogico” del nuovo progetto del cantautore gallipolino. Il singolo, un brano d’amore “ebbro, irresponsabile e romantico”, come lo definisce il suo autore, traghetta l’uscita di “Km0”, terzo lavoro discografico da solista di Cortese: dopo “Il teatro dei burattini” del 2011 e “Vico Sferracavalli 16” del 2014, il disco – autoprodotto per KM Records – è disponibile in formato digitale e in vinile, in linea con una ricerca stilistica orientata a recuperare un’essenzialità diretta.
Sabato 5 maggio l’artista, accompagnato dalla band “Foedra”, composta da Giulio Rocca alla batteria, Alessio Gaballo al basso (entrambi di Nardò), Antonio Tunno alle chitarre elettriche, Danilo Cacciatore a pianoforti, synth e tastiere (Aradeo), ha presentato il nuovo disco, negli spazi di un affollato “El Barrio Verde”, ad Alezio.

Alezio – Centrodestra frammentato di fronte all’incognita-liste da presentare alle elezioni amministrative del prossimo 10 giugno. A meno di una settimana dal termine ultimo di sabato 12 maggio per la presentazione delle candidature all’ufficio elettorale del Comune di Alezio, l’incertezza rimescola più volte le carte. Sembra concretizzarsi la candidatura di Rocco Luchina, già nel 2013 sfidante dell’attuale primo cittadino per “Il Popolo delle libertà” e ora alla guida del circolo cittadino di “Andare oltre”. La lista del 35enne poliziotto, ex capogruppo di minoranza in Consiglio comunale, potrebbe arricchirsi a seguito delle spaccature all’interno dello schieramento di Andrea Barone e con il gruppo attorno a Gianpaolo Sansò. Se il primo ha già da tempo ufficializzato la sua candidatura a capo della lista civica “Grande Alezio”, il giovane avvocato è reduce da una “lotta interna” al centrodestra aletino con Sandro Buccarella, docente in pensione, ex assessore ed ex presidente del Consiglio comunale di Alleanza Nazionale. Entrambi hanno rinunciato alla poltrona da primo cittadino.
Pronte a presentare ufficialmente la loro squadra le formazioni di centrosinistra. In fase di definizione programma e lista per Guido Sansò, assessore allo Sport dimissionario ed ex segretario cittadino del Pd. Seppur con qualche fuoriuscita, si rinsaldano le candidature all’interno della squadra nata dalla maggioranza uscente: accanto alla candidata e attuale vicesindaco Paola De Mitri si riconferma la presenza del primo cittadino Vincenzo Romano.

Alezio – Si mette letteralmente in cammino il comitato “Salviamo l’Arpa”, nato per contrastare la realizzazione di una cava per l’estrazione di argilla al confine con Matino Parabita. L’invito di Trekking Natura Cultura e del comitato civico sorto il 22 aprile scorso è per domenica 6 maggio, quando è prevista una camminata illustrativa nell’area interessata dalla mobilitazione popolare. Appuntamento alle ore 8 in via Rocci Perrella, all’altezza dell’incrocio con via Monte D’Elia, dove alle ore 8,30 è prevista la partenza. Il percorso si snoderà per le stradine di campagna, fino a raggiungere la zona denominata “Arpa”. In un totale di due ore si coprirà una lunghezza di cinque chilometri.

Dopo la prima “uscita pubblica” dello scorso 29 aprile, con tre infopoint nei punti cruciali del paese per incontrare i cittadini e far conoscere le ragioni della mobilitazione, il comitato insiste sulla raccolta firme contro il progetto – che ha incontrato il parere contrario dell’Amministrazione Comunale di Alezio – avanzato dalla società “Geoambiente”, una società a responsabilità limitata di Cavallino. La petizione è presente anche online sul sito Change.org, disponibile qui.

Bisognerà attendere invece il prossimo 28 maggio affinché gli enti si riuniscano in Conferenza di servizi per valutare l’impatto dell’attività estrattiva sull’ambiente, sull’agricoltura, sul turismo e sulla sicurezza dei cittadini di Alezio e dei comuni limitrofi.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...