Area 167: piante tra le case e acque depurate

by -
0 867

Uno scorcio della zona 167 che sarà riqualificata grazie ai programmi integrati di riqualificazione delle periferie (Pirp) della Regione.

Alliste. “La periferia si fa bella” nel rispetto dell’ambiente. Sostenibilità è, infatti, la parola chiave della proposta per i Pirp (Programmi integrati di riqualificazione delle periferie) avanzata dal comune di Alliste alla Regione Puglia. La Giunta regionale ha ritenuto ammissibile il programma presentato che prevede opere per un importo complessivo di circa 3 milioni e mezzo di euro (di cui 2 milioni a carico della Regione Puglia).

Uno degli interventi riguarda la riqualificazione dell’area 167 di Alliste. Tale zona periferica ha alle spalle una situazione di completo degrado che la rendeva invivibile: una fossa settica non funzionante era al servizio di 12 appartamenti, per non parlare della fogna a cielo aperto, perfettamente visibile, ubicata tra due condomini. Ora tutto questo è solo un brutto ricordo: gli scarichi fognari sono stati allacciati ad un impianto di fitodepurazione che è un sistema naturale di depurazione, molto più efficace di quelli chimici e meccanici. Bisogna spostarsi a Berlino per averne altri esempi, ed in Puglia è il primo impianto di fitodepurazione adoperato in un contesto urbano.

«Abbiamo inteso la rigenerazione – spiega l’ing. Luisella Guerrieri, responsabile del settore Urbanistica – come rigenerazione ambientale della periferia. La fitodepurazione associa effetti estetici a quelli depurativi perché usa la riqualificazione delle aree verdi per depurare i reflui».

E sostenibilità significa anche “no allo spreco”. Per questo motivo, è stato riutilizzato tutto il verde preesistente e sono stati solo spostati gli alberi che non erano in una posizione corretta.
Allo stesso modo, la fontana realizzata è alimentata dalle acque meteoriche per non sciupare l’acqua potabile.

A completare il quadro “ecocompatibile”, bagni pubblici realizzati nell’area mercatale con criteri di sostenibilità e associati ad aree di sosta dotate di panchine, di cui almeno una sempre all’ombra.
Pochi metri più avanti, in via XXV Aprile, sono in corso i lavori per la riqualificazione dell’ex Asilo e Scuola materna. Qui il progetto prevede la fusione dei due poli e la realizzazione di una Sezione Primavera per bambini dai 2 ai 3 anni.

RR

Commenta la notizia!