Anziani e giovani due centri per loro

di -
0 528

Sonia Calogero, Assessore alle politiche sociali di Taurisano

Taurisano. Anziani e minori, saranno questi i destinatari di due interventi per la cui realizzazione nei giorni scorsi è stata fissata una tappa importante. È stato firmato, infatti, dal sindaco Lucio Di Seclì il disciplinare che regola i rapporti tra la Regione Puglia e l’Ambito territoriale per la realizzazione del Piano di investimento.

Risale al maggio scorso l’approvazione da parte della Regione di due progetti: un Centro sociale polivalente per anziani autosufficienti e un Centro educativo per giovani a carattere residenziale. Il primo è ubicato in via Aspromonte, è di propriètà comunale in un’area attrezzata per attività sociali e sportive. Ha bisogno di essere ristrutturato e adeguato alle nuove esigenze.

« È una struttura aperta alla partecipazione anche non continuativa di anziani autosufficienti, alle attività ludico ricreative e di socializzazione e animazione – spiega l’assessore alle politiche sociali Sonia Calogero – e può accogliere sino ad un massimo di 60 anziani. Gli interventi e le attività mirano a contrastare l’isolamento e l’emarginazione sociale delle persone anziane, di mantenere i livelli di autonomia della persona, in alcuni casi, di supportare la famiglia. Con apposito regolamento, il Centro sarà “autogestito” dagli anziani stessi, con la supervisione del Comune».

I ragazzi troveranno ospitalità nel nuovo Centro educativo per minori di viale Rimembranze in uno stabile di proprietà comunale in parte già destinato a centro socioeducativo per minori, per cui è previsto già un ampliamento.

«Si tratta di una struttura residenziale a carattere comunitario di tipo familiare – precisa l’assessore Calogero – caratterizzata dalla convivenza di un gruppo di minori con un’équipe di operatori professionali che svolgono la funzione educativa come attività di lavoro.
Può ospitare un massimo di 10 ospiti, dai 3 ai 18 anni) più 2 posti per eventuali emergenze. Il Centro assicura accoglienza e cura dei minori, costante azione educativa, assistenza e tutela, gestione della quotidianità ed organizzazione della vita così come avviene in ambito familiare. E’ previsto il coinvolgimento dei minori in tutte le attività di espletamento della vita quotidiana come momento a forte valenza educativa, stesura di progetti educativi individualizzati, gestione delle emergenze, socializzazione ed animazione».

Il finanziamento a disposizione per il Centro anziani è di 600mila euro, medesima somma per il Centro educativo per minori.
Per l’esecuzione dei due progetti la Giunta ha individuato il responsabile unico nella figura dell’architetto Antonio Sabato.

Commenta la notizia!