Amianto, maxi bonfica

by -
0 1366
L'ex cinema Moderno

L’ex cinema Moderno

Parabita. Incentivi e finanziamenti per i parabitani virtuosi che smaltiranno l’amianto. Arriva, infatti, dalla Provincia di Lecce il sì definitivo al “Progetto rimozione amianto” presentato dal Comune di Parabita per la bonifica ambientale del territorio comunale.

L’organo provinciale cofinanzierà, in tal modo, con 10mila euro (a fronte dei 15mila richiesti) i privati cittadini o le aziende che, avvalendosi di ditte specializzate, prenoteranno la corretta bonifica di coperture, tettoie, lastre, pannelli, tegole, canne o serbatoi contenenti il pericoloso “cemento-amianto”. Il contributo sarà pari all’80% delle spese sostenute per gli interventi di rimozione, trasporto e smaltimento, per un massimo di 500 euro a famiglia.

Sempre nell’ottica della salvaguardia dell’ambiente si inserisce  la recente ordinanza firmata dal sindaco Alfredo Cacciapaglia per il monitoraggio trimestrale dell’ex “Cinema Moderno” di via Vinci. La struttura, un tempo orgoglio cittadino, è chiusa dalla seconda metà degli anni ’80 ed essendo un edificio abbandonato risulta  potenzialmente pericoloso anche per la sua copertura. Secondo i risultati delle analisi condotte, su richiesta dell’Amministrazione comunale, dal servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl di Maglie, non sono presenti, al momento, fibre libere di amianto o sospetti danneggiamenti del materiale.

Ciò risulta dai tre campionamenti eseguiti in altrettanti punti esterni alla struttura. L’immobile rimane, tuttavia, sottoposto a controlli periodici per poter verificare l’andamento di un’eventuale usura della copertura.

Stessa cosa per il capannone dove sorgeva l’azienda “Paravita srl”, lo stabilimento industriale di imbottigliamento di acqua minerale, la cui situazione è sotto stretto controllo. Nel marzo 2012 era stata la stessa ditta a far pervenire al Comune le certificazioni di monitoraggio effettuate da un laboratorio specializzato. Le analisi non  evidenziarono rischi di contaminazione ambientale rendendo sufficiente solo un periodico controllo dell’area.

Recente è anche un’altra ordinanza relativa alla valutazione dello stato di manutenzione della copertura in amianto per un immobile privato sito in via Piave.

«Di recente abbiamo smaltito 12 quintali di amianto in aree pubbliche. L’impegno, anche per il Cime Moderno, dimostra le diverse modalità con le quali cerchiamo di aggredire la presenza di amianto sul terriotrio in attesa del censimento obbligatorio previsto dal Piano regionale», ha affermato il sindaco Cacciapaglia.

Quando era piccola, suo papà le ha insegnato a guardare al cielo senza vederci solo l’azzurro. Da grande ha capito, poi, che quelle immagini si potevano tradurre in parole. Un foglio bianco come un pentagramma senza righe né spazi per fare musica con le lettere. Laureata in Filosofia a Pavia, giornalista pubblicista, collabora costantemente con Piazzasalento da Giugno 2011.

Commenta la notizia!