Lido Conchiglie (Gallipoli/Sannicola) – C’è il problema delle alghe sull’arenile ma anche quello del decoro della stessa marina nelle segnalazioni dei residenti di Lido Conchiglie. Tra le proteste c’è quella della titolare di un’attività commerciale e di alcuni residenti che hanno scritto a Piazzasalento, con la stagione ormai avviata, per chiedere che chi di competenza si attivi per far rivivere la marina. Il problema dei problemi è, infatti, sempre quello della “suddivisione amministrativa” tra Gallipoli e Sannicola con il primo Comune competente per il mare ed il secondo per l’entroterra. Ma le segnalazioni sono equamente suddivise. «Abbiamo un’attività a ridosso della spiaggia e i clienti si lamentano», fa sapere una signora in riferimento alla spiaggia periodicamente ricolma di alghe ed al canale che sfocia in mare. «La settimana scorsa, dopo numerosi solleciti, son dovuti venire a pulire ma le alghe, quando permangono, emanano un cattivo odore. Per questo i turisti vogliono lasciare gli appartamenti presi in affitto». Tra gli altri disservizi anche i bidoni della spazzatura che mancano, le buche delle strade, la mancanza di segnaletica stradale e di dissuasori per evitare i parcheggi “selvaggi”.

«Ho acquistato casa a Lido Conchiglie – scrive in redazione un altro lettore di Piazzasalento – e la mia abitazione ricade nel comune di Gallipoli, dove pago le tasse. La spiaggia nei pressi del lido dell’aeronautica è invasa dalle alghe, che oltretutto emanano un cattivo odore. Qualcuno è intervenuto per liberare la spiaggia ma invece di portare via le alghe le hanno riversate in mare e, di notte, la mareggiata le ha riportate  indietro». Altri problemi quelli delle discese a mare non segnalate, delle panchine rotte e pericolose  per i pezzi di ferro che fuoriescono e per i giochini”rimasti agli anni ’70”.

Pubblicità

Commenta la notizia!