Aletini picciuttari. Ed è ancora mistero

by -
0 833

 

Simu Salentini. Due le interpretazioni del soprannome di picciuttari dato agli aletini: la prima è semplice e fa riferimento ad un’abitudine e ad un modo di dire, l’altra trova le radici nella storia di quello che fu uno dei maggiori e famosi centri messapici della zona. Quale sia il prevalente non è stato mai stabilito.

Picciotto è un termine di origine siciliana (non sempre con connotazioni positive) e indica i ragazzi.
Dicono che i pescatori siciliani che abitavano ad Alezio, alla fine della giornata lavorativa, dicessero agli amici: «Torniamo a casa dai picciotti». Da qui picciottari. Come si vede, interpretazione semplice legata alla quotidianità.
Più complessa, perché legata alle vicende storiche, l’altra che ora viene riconosciuta come più probabile, una lectio difficilior, rispetto a quella precedente. e più semplice.

Le gloriose origini messapiche di Alezio (Alixias), trovano conferma non solo nella testimonianza di storici antichi come Strabone, Plinio e Tolomeo, ma nei ritrovamenti archeologici degli ultimi decenni che hanno convalidato le testimonianze cartacee, come le numerose tombe, il parco archeologico e il museo, la Necropoli.
Al periodo luminoso messapico seguì quello romano in cui Aletium riuscì a mantenere

la sua centralità soprattutto per merito della via Traiana che partendo da Roma arrivava fino a Gallipoli
Furono i Saraceni intorno all’anno Mille a interrompere la storia prosperosa del centro messapico e gli aletini trovarono scampo a Gallipoli.

Ritornarono nella loro terra quando tre secoli dopo divenne difficile vivere a Gallipoli per le guerre scatenate dal Carlo D’Angiò e preferirono ritornare da dove erano partiti.

Fu ricostruito un Casal d’Alezio o d’Aleccio, che nel corso del Settecento si arricchì soprattutto a grazie alle concessioni di terreno date in enfiteusi da un proprietario, Francesco Alemanno, detto picciotto di Gallipoli.

Il casale allora prese il nome di Villa Picciotti. Nel 1873 un decreto di Vittorio Emanuele II concesse al paese di riprendere il nome di Alezio. Ma Villa Picciotti è rimasto nei “picciuttari”.

Commenta la notizia!