Alessandro Nocco, sulla moto come il vento e ha solo quattordici anni

di -
0 1361

Alessandro Nocco sul podio

Taviano. A 14 anni è già un campione nel motociclismo e gli amici lo chiamano “figlio del vento”. Alessandro Nocco, tavianese doc, in sella alla sua Kawasaki 600 si prepara a partecipare al prossimo Campionato italiano di velocità che inizierà il 25 marzo sul circuito del Mugello e poi a Imola (29 aprile), Monza (24 giugno), Mugello (29 luglio) e, infine, Vallelunga (14 ottobre).

Sarà il più giovane pilota a prendere parte alla competizione. Dietro di lui tutto il Salento a fare il tifo per un pilota che, figlio di un meccanico di moto, è nato con la passione per le due ruote. «Già ad 8 anni –racconta la mamma Dina – ha cominciato a correre con le mini moto, arrivando a diventare vice campione d’Italia. Poi è passato alle mini Gp 50 e 70 cc. Anche qui, a 12 anni arriva secondo al Campionato europeo. Insomma un successo dietro l’altro».

La svolta vera e propria, per lui, arriva con il 2011 quando partecipa alla coppa Italia con la Kawasaki ZX 250 cc, classificandosi al terzo posto assoluto in Franciacorta. Fortuito è il passaggio alle moto 600 nel corso del Trofeo d’Inverno all’autodromo del Levante di  Binetto (Bari). L’amico Cristian gli presta la sua ZX 600 e, inaspettatamente, Alessandro vince la gara.

Ultimamente gli sono arrivate parecchie proposte dai team italiani. Ma Alessandro non si è montata la testa, è molto timido, riservato e di poche parole.  «Quando sono in moto e sfido il vento – dichiara candidamente il baby pilota – mi sento molta energia e mi diverto a gareggiare». Nel frattempo frequenta il primo anno presso l’Industriale di Casarano, studia  con interesse e la sera si diverte con gli amici.

RP

Commenta la notizia!