Al mare in novembre: dal Samsara alla Purità

Samsara turisti 2

GALLIPOLI. Fare il bagno in mare a novembre e prendere gli ultimi raggi di sole comodamente stesi sul lettino di uno stabilimento balneare? A Gallipoli si può fare anche questo. Le temperature insolitamente calde di quest’autunno infatti, quasi un prolungamento di un’estate che sembra non voler finire come per farsi perdonare di essere iniziata un po’ tardi, stanno spingendo ancora molti turisti, stranieri e non,  ad approfittare degli ultimi bagni e delle ultime abbronzature qui a Gallipoli.

Altro che “estate fredda ”, come il Pascoli descriveva la giornata del 2 novembre: qui a Gallipoli sta invece continuando una calda estate tanto che i gestori del lido Samsara hanno deciso di continuare a tenere aperta la struttura non solo per tutto ottobre, ma anche fino ai primi giorni di novembre e oltre, finché comunque i tempi continueranno a mantenersi stabili. Così afferma, infatti, uno dei soci, Rocco Greco, che, sottolineando come ogni anno siano i primi ad aprire già verso Pasqua e gli ultimi a chiudere verso fine ottobre, non esclude comunque di lasciar aperto lo stabilimento anche per tutto novembre, confidando ancora in altre belle giornate.

Ottimo il riscontro avuto, tanti i turisti che hanno approfittato della struttura aperta e dei lettini gratis ad ottobre, incoraggiati anche dall’appoggio presso le strutture alberghiere locali convenzionate con lo stabilimento : olandesi, svizzeri e  francesi la maggior parte, circa il 70%,  soprattutto famiglie; poi  turisti del Nord Italia come veneti e romagnoli, che hanno scelto di proposito questo periodo poco affollato per godere in pieno di Gallipoli e del suo mare; e infine  i bagnanti di Lecce e provincia che hanno  approfittato della pausa pranzo di questi giorni per godersi un po’ di mare prima di tornare al lavoro.

Soddisfatti anche i collaboratori del Samsara, Cosimo Gnoni e Angela Tonello, che parlano di ottimi risultati nei fine settimana, con un’affluenza anche di gallipolini soprattutto i pomeriggi di domenica. Se si gira infine lo sguardo altrove, alla spiaggetta della Purità nel centro storico, per esempio, lo scenario non cambia: asciugamani e corpi stesi al sole, con la profonda sensazione di stare godendo di una situazione eccezionale.

Commenta la notizia!