Arrivano gli aiuti sociali

by -
0 557

Gallipoli. Dal primo novembre 2011 al  2 marzo scorso sono stati spesi un milione 780mila euro di un Piano di zona che aveva ben sei milioni fermi sulla carta. Si può finalmente dire che qualcosa si muove in quella enorme massa di interventi specifici e mezzi finanziari destinati ad alleviare, aiutare, sostenere le persone e le famiglie con maggiori difficoltà sociali e di salute.

La nomina del nuovo staff – datata appunto 1 novembre – presieduto dal subocommissario al Comune di Gallipoli, Michele Marcuccio, delegato dal commissario straordinario al Piano di Zona, e col ragioniere Enzo Manco del Comune di Alliste responsabile amministrativo, sta dando i frutti tanto attesi dai protagonisti più deboli e indifesi residenti nei comuni di Gallipoli (capofila) e del suo distretto.

Il coordinamento degli amministratori degli otto Comuni, che sta procedendo con voti unanimi, ha tra l’altro varato di recente e per la prima volta l’assistenza domiciliare integrata: 600mila euro in tre anni destinati a circa 320 beneficiari secondo i dati dell’Asl. Oltre al personale che vi destinerà l’Asl tra medici, infermieri e riabilitatori, il Piano di zona assumerà – altro aspetto interessante – altri quattro infermieri e 10-12 operatori. Daranno una mano a tutte le persone con disabilità con interventi per le cure, l’igiene personale, la pulizia della casa, il disbrigo di pratiche quotidiane. Sono invece stati pubblicati i risultati del bando per l’assegno di cura: altri 540mila euro in due anni destinati a persone invalide al 100 per cento. I beneficiari di questo progetto sono circa un centinaio; riceveranno 500 euro al mese per garantirsi una assistenza più adeguata al loro dramma nascosto.

Un altro bando è pronto: riguarda gli immigrati e prevede l’impiego di due mediatori culturali e di due avvocati. Sportelli informativi potrebbero essere aperti presso quei Comuni che lo vorranno ospitare. A questo punto si calcola che le somme spese supereranno i 2 milioni. Il dottore Marcuccio e il suo staff (scadranno il 31 maggio prossimo) ringraziano infine tutti i sindaci per l’atteggiamento assunto che consente di procedere con maggiore speditezza rispetto al passato.

Commenta la notizia!