Con la fine di agosto la stagione delle sagre di Alliste verso la conclusione

sagra caritasALLISTE. La lunga stagione  delle sagre si era aperta il 5 luglio con la prima , appunto, quella “delle primizie”: ancora pochi i turisti, ma comunque sempre un successo.  Ha fatto seguito quella della patata, la più anziana, già ventenne.  Tutte e due curate dalla Pro loco, “ben riuscite”, dice la presidente Antonia Ferocino, “anche se la gente ora spende di meno”. Anche nelle sagre si registra la crisi, Il percorso è poi continuato  con la sagra della pasta fresca nel centro storico di Felline, organizzata dalla parrocchia,  e con la “17^ edizione della “Sagra della polpetta”. Diciamo tutte sagre “storiche”, collaudate  ormai da anni.

Prima edizione, invece il 7 e l’8 agosto per quella curata dall’associazione “Areté”, “Festa in terra Allisti”, una manifestazione che ha avuto come centro l’olio extravergine di oliva e i sapori tipici locali. Anche questa un successo annunciato. Il progetto, partito durante la stagione invernale, è stato elaborato  tra le associazioni ed i privati coinvolti e l’Amministrazione comunale che ha riconosciuto il valore socioculturale della manifestazione, inserendola nel circuito “Aape – Alliste Archivio Prodotti Eccellenza”. «Una manifestazione importante – ha dichiarato il sindaco Antonio Ermenegildo Renna  sul solco che negli ultimi anni stiamo proponendo attraverso le attività della biblioteca comunale, tutte incentrate, nell’ambito del progetto “Aape”, alla valorizzazione dei nostri prodotti agroalimentari. Un’esplosione di profumi, di colori e di sapori che hanno reso il centro storico di Alliste una vetrina delle nostre eccellenze, sia dal punto di vista enogastronomico che da quello musicale».

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche il vicesindaco Antonio Venneri, il quale ha ribadito che “la collaborazione tra Amministrazione ed associazioni è vincente per l’intero territorio». Soddisfatto del successo della manifestazione il presidente dell’associazione “Areté”  Alessandro Trianni, che ha ringraziato l’Amministrazione comunale “per avere, sin dal principio, sostenuto l’iniziativa e fornito supporto per tutte le esigenze organizzative. Un ringraziamento particolare anche a tutti coloro che hanno collaborato e partecipato alla festa “Terra Allisti”, con l’auspicio che questa sia solo la prima edizione di un evento che, negli anni, possa consolidarsi e diventare sempre più importante”.

Gli appuntamenti con le sagre continuano il 22 agosto quando a Capilungo si svolgerà la “Sagra della pasta fresca” a cura della Caritas di Alliste (il 20 agosto si è svolta Bande in piazza e sagra prodotti tipici a Km0 nel centro storico di Felline, a cura della Pro loco). Quest’ultima si differenzia dalle altre per il fine che è apertamente solidale. A organizzarla, infatti, la Caritas (presidente Cosimo Casto). Quest’anno è la sesta edizione e si tiene a Capilungo nei locali adiacenti la chiesa parrocchiale della Madonna della Luce di cui ricorre la festa.  Nel titolo  “Sagra della pasta fresca e del pesce”, già un anticipo dei sapori che si vanno a gustare: pasta  fresca in tutte le salse, ma anche insalate di mare polpo alla “pignata”, panini con la salsiccia e anche ottimi spumoni. Tutta opera dei volontari Caritas. Tutte cose buone e antichi sapori salentini, quindi,  resi ancora più godibili perché si sa che tutto il ricavato della manifestazione servirà per aiutare le famiglie che la Caritas segue sistematicamente nel corso dell’anno.

Commenta la notizia!