Acquarica del Capo, premiate le eccellenze salentine

Alunni premiatiACQUARICA DEL CAPO. Con una cerimonia solenne, organizzata dall’assessorato alla Pubblica istruzione nel salone del Castello medioevale, il Comune di Acquarica ha voluto premiare con una borsa di studio gli studenti di ogni ordine e grado che nell’ultimo anno del corso scolastico hanno conseguito il massimo dei voti. Ragazzi che hanno conseguito la licenza media con una votazione di almeno 9/10, giovani diplomati con 100/100 e laureati con 110 hanno ricevuto dalle mani del sindaco Francesco Ferraro un attestato personalizzato, in attesa di ricevere anche l’assegno, che varia dai 100 euro (per i ragazzi di licenza media) ai 500 (per i laureati con 110 e lode). La borsa di studio riservata ai ragazzi della scuola media inferiore è stata intitolata a Dalila Tempesta, una ragazzina di 11 anni, scomparsa di recente dopo una lunga sofferenza e molto legata alla lettura, allo studio e alla vita. Questi i nominativi dei premiati della serata: Marika Calabrese, Alessia Coletta, Salvatore Grezio, Luigi Palese, Francesca Pretese e Francesca Pizzolante per la scuola media; Alessandra Luna per la scuola superiore; Irene Chiffi, Giovanni D’Alessandris, Luca Occhilupo e Anna Lucia Rosafio per l’Università.

Alla cerimonia, oltre all’assessore Tatiana Turi, al sindaco Francesco Ferraro, all’onorevole Rocco Palese ed al presidente della Provincia Antonio Gabellone, hanno preso parte e sono state premiate alcune eccellenze, sia del mondo dell’impresa che del mondo della cultura e della scuola. Si tratta di Alberto Alfarano, giovane studente acquaricese già vincitore di alcuni titoli di campione nazionale di matematica e di una medaglia di bronzo conseguita nel campionato europeo della stessa materia, Gianluigi Parrotto, giovane appena ventenne, titolare di un’impresa con 40 dipendenti che produce turbine eoliche, Daniele Manni, docente di Informatica in un istituto di Lecce e candidato al Nobel per l’insegnamento e infine Domenico Fazio, docente di Storia della Filosofia presso l’Università del Salento e studioso di fama internazionale. Da parte di tutti un unico messaggio alle giovani generazioni: «Nulla è impossibile». Ovvero con la volontà e con la creatività si può vincere anche la contingenza economica e creare un futuro dignitoso per sé e per gli altri.

Commenta la notizia!