Casarano – Nessuna “verifica politica” all’interno dell’Esecutivo cittadino ma soltanto la “sostituzione” di un assessore. Questo il chiarimento tecnico che accompagna la nomina, avvenuta questa mattina, di Matilde Macchitella quale nuovo componente della Giunta guidata a Casarano da Gianni Stefàno. Si chiude in tal modo la fase transitoria avviata lo scorso agosto con la sfiducia da parte del Sindaco nei confronti di Adamo Fracasso, esponente del Centro Democratico Cristiano. L’avvocato Macchitella (già assessore nella prima amministrazione Stefàno), alle elezioni del 2017 aveva ottenuto 228 voti nella lista “Popolari per Casarano – Cdc”, dietro allo stesso Fracasso (304), riuscendo ad entrare in Consiglio dove ora, per via del nuovo avvicendamento, entrerà Antonio Torsello.
Nei giorni scorsi l’ipotesi di sostituire Fracasso con Giampiero Marrella (consigliere eletto in Direzione Italia e da poco confluito in Puglia Popolare e nel movimento cittadino Cdc) aveva provocato una frattura all’interno del Cdc di Casarano. Furono gli stessi Macchitella e Fracasso a parlare di soluzione “non condivisa” in una nota firmata anche da altri quattro componenti del movimento politico cittadino. Nei giorni scorsi erano stati il Cdc e Fratelli d’Italia, due delle cinque liste che sostengono Stefàno, a chiedere una “verifica” politico-amministrativa rivendicando “il giusto riconoscimento di entrambe le forze all’interno dell’esecutivo”.

Le deleghe Al neo assessore Macchitella vanno le stesse deleghe attribuite a suo tempo a Fracasso, ovvero attività produttive, qualità della vita, innovazione tecnologica, politiche comunitarie e cooperazione internazionale, agenda digitale, cultura e programmazione strategica, ad eccezione del verde pubblico e del decoro urbano che passano al vicesindaco Ottavio De Nuzzo. «L’azione amministrativa continuerà secondo il programma di governo presentata ai cittadini in campagna elettorale», si legge nella nota di Palazzo di città che annuncia la nuova nomina, avvenuta “seguendo gli stessi criteri già utilizzati al’atto della composizione dell’intera Giunta”.

Pubblicità

Commenta la notizia!