Zona rossa e didattica a distanza, la cooperativa “Solidarietà” risponde alla protesta delle operatrici dell’integrazione scolastica

307
Taviano — La pandemia colpisce anche, e soprattutto, nel settore dell’integrazione scolastica e a Taviano scatta la protesta delle operatrici della cooperativa “Solidarietà”. Il blocco della didattica in presenza, dovuto alla nuova “zona rossa”, compromette il loro lavoro al servizio dei ragazzi con disabilità, autorizzati a stare in classe ma di fatto “consigliati” a restare a casa.