Xylella e ulivi da reimpiantare: il Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia spiega come funziona il bando da 40 milioni

1093
Gallipoli – Sulla base delle richieste pervenute dal mondo agricolo, il Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia ha incontrato i rappresentanti degli agricoltori, del sistema cooperativo e del mondo dei liberi professionisti per illustrare in maniera più completa il funzionamento del recente avviso pubblico (da 40 milioni di euro) che finanzia il reimpianto degli olivi danneggiati da Xylella.
Ai rappresentanti agricoli sono stati chiariti gli aspetti più importanti con particolare riferimento alle modalità di presentazione della domanda tramite il portale Agea e al ruolo delle organizzazioni di produttori e delle cooperative responsabili delle domande collettive. In merito agli organismi associativi, si è avuto modo di precisare che l’avviso pubblicato non comprende tali soggetti quali destinatari del beneficio. «Ad essi, invece, – si legge in una nota della Regione – si chiede di accogliere la grande sfida, non priva di insidie, di organizzare il più possibile i lavori di espianto e reimpianto nel frammentato sistema produttivo salentino».

Le modifiche da apportare

La riunione è terminata con un generale apprezzamento per gli sforzi di semplificazione adottati e per il tentativo di favorire l’accorpamento dei tanti piccoli produttori. Sono state, peraltro, individuate lievi modifiche e ulteriori chiarimenti da apportare all’avviso pubblico che saranno oggetto di uno specifico provvedimento da adottare nei prossimi giorni. In quella sede verranno specificati anche i nuovi termini di operatività del portale per la presentazione delle domande, la cui apertura è stata intanto sospesa, in modo da garantire a tutti gli interessati le medesime condizioni di partecipazione.