W il primo Maggio 2019.
W il primo Maggio festa dei lavoratori e del mondo del lavoro, in questa occasione voglio ricordare a chi ci governa che i cittadini non vogliono assistenzialismo, ma vogliono un mondo pieno di opportunità di lavoro per tutti.

W il primo Maggio di libertà, di pace e vita. No alle armi e alle guerre, prendiamo l’impegno per svuotare gli arsenali che sono pieni di strumenti di morte, riempiamo i granai e costruiamo strumenti di vita, dove ci sia pane e nutrimento per tutti i cittadini del mondo.

W il primo Maggio pieno di diritti, doveri e di valori umani. No all’indifferenza, dobbiamo far crescere in ognuno di noi coscienza e responsabilità, per abbattere i muri mentali e materiali, aprirci e aprire porte, porti, per costruire ponti verso i migranti, verso l’altro, per aiutarli, salvarli, ospitarli e integrarli.

Pubblicità

W il primo Maggio giorno bello di democrazia, di gioia, ma anche di riflessione e impegno e responsabilità verso l’ambiente e le bellezze della natura. È urgente, tutti insieme con grande volontà, mettersi a fare qualcosa con tenacia e rispettarla, custodirla e salvarla.

W il primo Maggio di trasparenza e di impegno, per combattere le mafie, il malaffare, la corruzione, il lavoro sommerso. Qui ci vuole veramente un grande impegno per costruire una cultura e una società trasparente, sincera e onesta.

W il primo Maggio di una bella festa, ma anche di un impegno costante per costruire una società più giusta, migliore, per far sì che l’Italia, l’Europa e il mondo, diventino un giardino, di bellezze e di buone opportunità, di lavoro, di cultura, di arte, di uguaglianza, di giustizia sociale. Un giardino pieno di valori veri per la vita, quelli che ci aiutano a convivere bene e serenamente insieme, nell’amore e nella pace.

W il primo Maggio, w i lavoratori, w il mondo del lavoro, w l’unità sindacale, w l’amore, w la vita, w la pace.

Francesco Lena – Cenate Sopra (Bergamo)

Pubblicità

Commenta la notizia!