Volley, Stefano Natalizia e i successi alla guida delle Giovanili del Cuore di Mamma Cutrofiano

2193
Stefano Natalizia

Cutrofiano – Di origini romane ma trapiantato a Tricase da oltre trent’anni e responsabile del settore giovanile del Cutrofiano Volley, Stefano Natalizia continua a distinguersi nel movimento regionale della pallavolo per il lavoro svolto in questi anni alla guida delle giovani “pantere”.

Dopo l’esperienza biennale vissuta al Tricase Volley, quattro anni fa Natalizia si è accasato nella società del presidente Roberto Mengoli, costruendo le basi di un settore giovanile sempre più ricco di talenti.

Vivaio di talenti

Ai tempi del Tricase Volley raggiungemmo la finale nazionale con l’Under 14, poi nel 2016 ricevetti la chiamata del presidente Mengoli, sposandone idee e programmazione – spiega il tricasino d’adozione. – L’obiettivo di valorizzare le giovani pallavoliste pugliesi mi ha stuzzicato subito, ma si tratta di un compito molto difficile, soprattutto se parliamo di una comunità come Cutrofiano, che conta solo seimila abitanti. Quindi bisogna pescare bene anche nei Comuni limitrofi e non solo”.

La squadra del Cuore di Mamma Cutrofiano

Da quando Natalizia guida il settore giovanile del Cuore di Mamma, la società cutrofianese ha ottenuto tre finali consecutive Under 18 e due finali di fila Under 16. “Quest’anno ci siamo tolti la soddisfazione di far esordire Siria Tarantino, di Aradeo. Un prodotto del nostro vivaio che ad appena 17 anni ha già collezionato tre presenze in serie A/2″.

Il mio compito è quello di abbassare l’età media della prima squadra e regalare al nostro pubblico una formazione giovane con un futuro radioso. Anche per questo motivo ai campionati giovanili abbiamo sempre abbinato campionati di serie – prosegue. – In questa maniera le giovani giocatrici maturano più velocemente perché si abituano a fronteggiare avversarie più esperte e navigate”. Infine svela: “Per la prossima stagione stiamo cercando un titolo di serie B2 per allestire un organico composto esclusivamente da ragazze under”.