“Vo’ me sposi” ,Tonia Pisanello

1911

Vo’ me sposi?
Se sape,ca lu dialettu
nu sempre è perfettu,
ma ieu tegniu nu prugettu
ca nu nne affattu mperfettu
è nn’affettu chiusu chiusu ntra ‘nu cassettu
ca propriu osci oiu te trasmettu
Propriu ca nu ssu ommu te passegginu
e tie si ncora na beddha signurina
e nu certu ricurdinu me fice principinu;
sarà ca poi lu testinu spessu è divinu
e lu pustinu tannu era più ca ddivinu
osciu te fazzu nu bellu nchinu
e te ddhummannu chinu chinu
vo me sposi mia beddha signurina?
oi unisci cu mie st’urtimu camminu?
te offru l”anima mia,la manu stracca,
ma ncatinata a tie per l’eternità.
Me voi Anima mia?

Tonia Pisanello – Presicce

Pubblicità