Violenza sulle donne, musica e riflessioni in uno spettacolo “online” dell’associazione “Note libere” (di Taviano)

403
Spettacolo online con i ragazzi dell’associazione “Note libere”

Taviano – Musica e parole per riflettere sul tema della violenza sulle donne: è la sintesi di un progetto sviluppato dall’associazione culturale “Note libere” (di Taviano) e presentato ieri in una diretta sulla pagina Facebook del Comune e della stessa associazione (qui il link per rivederla).

Un modo per accendere, attraverso l’arte, la riflessione su un tema importante, anche in un periodo in cui le restrizioni anti Covid impediscono gli spettacoli dal vivo. Così lo spettacolo, appunto, va in scena online.

“Il male nasce sempre dove non basta l’amore”

Tendenzialmente quando si parla di violenza di genere ci si focalizza sull’aspetto più lampante, più dirompente e più chiaramente riconoscibile della stessa – spiegano gli organizzatori. – A nostro avviso non basta individuare la pars destruens del fenomeno; bisogna sforzarsi di costruire un rimedio”.

Da qui lo spettacolo dal titolo “Il male nasce sempre dove non basta l’amore”, con cui l’associazione “Note libere” aderisce al progetto sulla violenza di genere promosso dal  Comune di Taviano e sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.

Protagonisti dello spettacolo sono stati i ragazzi del coro di “Note libere”, con Daniela Toma al pianoforte; Lorenzo Mariano, pianoforte e voce; Alice Tanisi, voce; Massimo Liotta, chitarra; Maurizio Errico, basso; Edoardo D’Ambrosio, batteria; Marco Mariano, percussioni. Riflessioni e interventi letterari a cura di Anna Ronga, danza con Serena Fossanova, adattamenti musicali e direzione di Daniela Toma.