Vaccino anti-Covid: pronte le prime dosi. Nel Salento tre squadre all’opera verso Lecce, Galatina, Tricase e Montesardo

1863

Gallipoli – Arrivano anche in provincia di Lecce le prime dosi del vaccino anti-Covid. Si tratta del vaccino della Pfizer-Biontech con il quale domenica 27 dicembre inizierà il V-Day in tutta Europa, momento simbolico per dare il via alla campagna di vaccinazione di massa per fermare la pandemia da Coronavirus.

In Puglia sono giunte dal Belgio le prime 505 dosi a bordo di alcuni Tir: dopo aver fatto tappa a Roma sono state portate a Bari, conservate per qualche ora a -80 gradi nelle celle frigorifere del Policlinico (centro hub regionale), per poi essere trasportate negli ospedali punti di riferimento per ogni provincia, tra i quali il “Fazzi” di Lecce oltre ai “Riuniti” di Foggia, al “Dimiccoli” di Barletta, al “Perrino” di Brindisi e al “Santissima Annunziata” di  Taranto.

Il V-day

Il V-day di domenica 27 dicembre rappresenta il primo banco di prova della campagna vaccinale di massa che dovrebbe partire dal 7 gennaio, con circa 94mila pugliesi pronti a sottoporsi alla profilassi contro il Covid.

Le prime 80 dosi sono previste in arrivo intorno alle 10-10.30 presso il Centro vaccinale di Lecce (Cittadella della salute di piazza Bottazzi) dove verranno vaccinate le prime tre persone della Asl Lecce, ovvero il direttore generale Rodolfo Rollo, il presidente dell’Ordine dei medici Donato De Giorgi ed un medico delle Usca (Unità speciali di continuità  assistenziale). A seguire verrà vaccinata una rappresentanza del personale addetto alla vaccinazione, altri operatori addetti all’esecuzione dei tamponi e dei medici di medicina generale-pediatri e Usca.

Tre squadre all’opera

A seguire si muoveranno tre quadre di operatori sanitari vaccinatori. La prima verso il Dea del “Fazzi” di Lecce per vaccinare una rappresentanza di operatori sanitari delle unità Malattie infettive, Terapia intensiva Covid, Pneumologia post-Covid, servizio Laboratorio analisi, Seus 118, Pronto soccorso e verso la residenza “Crispino-Marangi” di Lecce per la vaccinazione di una rappresentanza di operatori sanitari ed ospiti.

La seconda squadra raggiungerà l’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina per la vaccinazione di una rappresentanza operatori sanitari di Malattie infettive, Medicina Covid,  Laboratorio analisi e Pronto soccorso.

Vaccini al “Panico” di Tricase e in una Rsa a Montesardo

Un’ultima squadra sarà all’ospedale “Panico” di Tricase per la vaccinazione di una  rappresentanza di operatori sanitari di Terapia intensiva, del Laboratorio analisi e del Pronto soccorso e poi della Rsa “Euritalia” di Montesardo (frazione di Alessano) per vaccinare alcuni ospiti e operatori.

Dal report quotidiano del dipartimento Promozione della salute della Regione emerge un 22,7% di tamponi positivi: si tratta di una percentuale decisamente “anomala”, tanto più se raffrontata all’8,9% di mercoledì scorso, all’11,8% di giovedì ed al 13,4 di ieri. Ad incidere è il basso numero di esami eseguiti e la forte incidenza di casi nel Foggiano (ieri, invece, nel Barese), mentre la situazione in provincia di Lecce sembra sotto controllo (anzi in discesa negli ultimi tre giorni: da 71 a 43 sino ai 29 di oggi).

Il report quotidiano

In tutta la Puglia sui 2.391 tamponi eseguiti (numero decisamente più basso del solito per via della giornata festiva), a reagire al Covid sono stati 544: 254 in provincia di Foggia e a seguire Bari con 161, Brindisi 52, Lecce 29, BAT 27, Taranto 18 e tre residenti fuori regione.

Sono stati registrati 25 decessi (ieri 26, giovedì altri 20): 10 in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi e 5 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce e 2 in provincia di Taranto, uno nella Bat.