Uomo senza lavoro torna ad aggredire gli amministratori del suo paese e viene arrestato. Paura a Tuglie per Antonio Gabellone e Massimo Stamerra

1963

Tuglie – Aggredisce il sindaco del suo paese e l’ex presidente della Provincia responsabili, a suo dire, del suo stato di disoccupazione. Agli arresti domiciliari è finito ancora una volta il 51enne di Tuglie Antonio Pezzulla più volte protagonista in passato di episodi simili.

Lo scorso giovedì, l’uomo ha dapprima aggredito verbalmente Antonio Gabellone ed il sindaco Massimo Stamerra per poi fare ritorno, poche ore dopo, nella farmacia dell’ex presidente della Provincia per strattonare fisicamente Gabellone, che si è dovuto rivolgere ai sanitari per alcune ferite riportate, fortunatamente in maniera non grave. L’aggressore ha pure provato a passare oltre il bancone gettando per aria un espositore, prima dell’arrivo dei carabinieri.

I precedenti

Il 51enne, che avrebbe agito sotto l’effetto dell’alcol, due anni fa era già stato condannato a due anni di reclusione per atti persecutori e violenti sempre ai danni del sindaco Stamerra. Simili episodi si erano, infatti, già verificati nel 2014 e nel 2015, in un caso attendendo Stamerra nei pressi della sua abitazione, nell’altro sfondando la porta del Municipio.

Tra i precedenti di Pezzulla non mancano i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni ed altri reati contro la persona ed arresti domiciliari non rispettati.