Università del Salento, assegnato a due neo dottori il premio di studio “Giulio Soliani” per incoraggiare le ricerche nella Fisica

698

Lecce – È stato assegnato a Francesca Caloro e a Martino Centonze il premio di studio “Giulio Soliani” – edizione 2020. Il premio viene bandito dal 2016 per onorare la memoria del professor Soliani, tra i primi docenti dell’allora Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali e del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Lecce.

«Grazie al contributo della famiglia Soliani-Mazzotta, con questo premio si vogliono incoraggiare le ricerche dei giovani laureati magistrali dell’Università del Salento, promuovendo lo sviluppo della ricerca di base e l’interesse dei ricercatori nei settori della Fisica teorica, Fisica matematica e Biomatematica», fanno sapere da UniSalento.

Nel corso della cerimonia di conferimento, svoltasi on line, i premiati hanno illustrato i contenuti delle loro tesi magistrali: “Impact of vacuum fluctuations of quark-antiquark pairs on baryon dynamics” per Francesca Caloro e “Statistical mechanics of the sejnowski neural network” per Centonze.

Francesca Caloro, 27 anni, è attualmente dottoranda in “Applied math” alla Newcastle University (Regno Unito), all’interno del gruppo di cosmologia; si occupa di teorie di campo conforme nello spazio dei momenti e di loro applicazioni in cosmologia olografica.

Martino Centonze, 28 anni, è attualmente dottorando in Fisica e Nanoscienze all’Università del Salento, con un progetto di ricerca su nuovi metodi di machine learning per la fisica delle alte energie, nell’ambito dell’esperimento Atlas del Cern. È anche associato all’Istituto Nazionale di Fisica nucleare – sezione di Lecce.