Unione Jonico Salentina, la presidenza da Taviano a Matino: il bilancio dell’uscente Tanisi

629

Taviano – La presidenza dell’Unione Jonica Salentina passa da Giuseppe Tanisi a Giorgio Toma ed il sindaco di Taviano traccia il bilancio del suo anno alla guida del consorzio che unisce i i Comuni di Taviano, Racale, Alliste, Melissano e Matino.

La presidenza Tanisi, seguita a quella del sindaco di Melissano Alessandro Conte, ha avuto inizio il 3 luglio 2019 per proseguire sino al 25 novembre di quest’anno col turno di presidenza che, per una annualità, passa al Comune di Matino previo accordo con Racale cui sarebbe spettata.

Il bilancio di Tanisi

Tanisi ringrazia chi lo ha sostenuto offrendo la propria collaborazione a Toma, “nel solco di una continuità amministrativa della quale gli straordinari risultati sono sotto gli occhi di tutti”. Il presidente uscente punta sulla riorganizzazione degli uffici Vas e Paesaggio, su un avanzo di amministrazione pari a 245.000 euro (ripartito in 49mila euro per ciascun Comune), “che ha permesso il recupero di immobili comunali, dei singoli Comuni, che erano in stato di usura e di degrado ed un progetto di manutenzione straordinaria del verde pubblico per tutti i cinque Comuni dell’Unione. Altro risultato conseguito quello dello sportello agro-ambientale, “con attività informativa e di orientamento per giovani e per tutti gli operatori nel settore dell’ agricoltura”.

In particolare per Taviano c’è stato il restauro e recupero del Monumento dei Caduti (progetto da 31. 417,20 euro), la manutenzione straordinaria del verde pubblico e del Parco Ricchiello (17.538 euro). «Continuiamo a credere in tale forma associata di partecipazione e di governance tra comuni ai fini di una promozione e di uno sviluppo del nostro territorio», conclude Tanisi.