Un fiocco nero sui camici dei medici per ricordare i colleghi deceduti nella guerra al Coronavirus. Iniziativa dell’Ordine

302
il presidente Donato De Giorgi

Gallipoli – Un fiocco nero sui camici bianchi. E’ l’iniziativa presa dall’Ordine dei medici della provincia di Lecce per sottolineare in maniera silenziosa ma visibile il lutto che avverte tuta la categoria davanti alle vittime – tra contagiati e deceduti – nella lotta senza quartiere all’epidemia da Coronavirus.

“Dal 27 di marzo (domani, ndr) abbiamo deciso – scrive il presidente dell’Ordine Gonato De Giorgi – che apporremo un fiocco nero sui nostri camici e sul sito istituzionale dell’Ordine dei Medici di Lecce: è il modo per ricordare il nostro dolore, la nostra vicinanza alle famiglie, la dignitosa compattezza della nostra comunità, risorsa decisiva nell’attuale dramma epocale”,

Anche oggi contagiati e un morto

Anche oggi si segnalano camici bianchi in veste di malati da Covid19. In Italia si contano 36 medici morti fino a oggi. In provincia di Lecce sono 27 gli infettati, a cui vanno ad aggiungersi gli altri operatori sanitari, come infermieri e operatori sociosanitari.

“I Medici e gli operatori sanitari tutti – prosegue De Giorgi – stanno fornendo un contributo enorme di vite lacerate o stroncate per sempre dal contagio, mentre viene, con l’impegno di ogni giorno, testimoniata la nostra straordinaria professione di cura e di solidarietà. Quotidianamente infatti un elenco impietosamente sempre più lungo di Medici morti  “sul campo” rappresenta un dolore infinito e una perdita incolmabile per tutti”. Proprio oggiil primo medico contagiato e morto nel Foggiano.